Tag name:Salone Nautico di Genova

Saltato Yachting in Venice, il Salone nautico di Venezia

Sono mancate le condizioni per garantire un grande evento quale il progetto Yachting in Venice. La situazione di criticità della società ExpoVenice ha reso, di fatto, impossibile gestire le tempistiche e gli standard che questa manifestazione deve garantire; ancor più laddove le recenti passate organizzazioni del Salone di Venezia hanno lasciato uno strascico negativo negli operatori del settore.

Avevamo raccolto con profondo entusiasmo la sfida di organizzare un grandissimo evento dedicato alla nautica nella città più affascinante del mondo – interviene la Presidente di UCINA Confindustria Nautica Carla Demaria – condividendo l’obiettivo della Città di Venezia di coniugare l’eccellenza della nostra industria ad una location straordinaria.

UCINA Confindustria Nautica ha il dovere di tutelare gli investimenti dei propri associati e per questa ragione – conclude la Presidente Carla Demaria – si è resa necessaria la decisione di spostare l’edizione 2016 lavorando con orizzonti temporali più lunghi e maggiori certezze operative.

Confermato l’interesse per la realizzazione di un evento di alto profilo nel 2017 a Venezia.

Concorso fotografico FIV 2015

Anche quest’anno la Federazione Italiana Vela ha indetto un concorso fotografico riservato a coloro che stanno frequentando o hanno frequentato un Corso di Vela presso una Scuola di Vela FIV. Al Concorso possono partecipare tutti i possessori di tessera FIV valida per l’anno in corso.

scuolavela2015

Le foto dovranno ritrarre scene direttamente riconducibili all’attività della Scuola Vela FIV e potranno essere scattate con ogni tipo di supporto (macchina fotografica, smartphone, tablet…). Gli scatti – una tua foto o degli amici o un selfie – dovranno essere postati sulla pagina Facebook della Scuola Vela FIV tra le ore 09:30 del 10 agosto e le 21 del 23 agosto 2015. Le 10 foto che avranno ottenuto più “MI PIACE” sulla pagina www.facebook.com alle ore 21.00 del 6 settembre 2015, verranno pubblicate sul sito FIV e verranno stampate ed esposte presso lo Stand FIV al Salone della Nautica di Genova, che si terrà dal 30 Settembre al 5 ottobre 2015.

Un premio speciale verrà assegnato alle foto che otterranno più “MI PIACE” e alla foto valutata più meritevole dal fotografo FIV Fabio Taccola.

Alle Scuola Vela FIV di riferimento delle foto vincitrici del concorso verrà consegnata una targa ricordo e verrà fornito gratuitamente il materiale didattico per la Scuola Vela FIV 2016.

Link: La pagina facebook della Scuola Vela FIV – Il regolamento del concorso

Le novità a vela al Salone Nautico di Genova 2015

Grand Soleil 46 LC 08

Grand Soleil 46 LC 08
Immagine 1 di 8

Tra le novità assolute nel settore vela che verranno presentate al 55° Salone Nautico di Genova, dal 30 settembre al 5 ottobre 2015, troviamo il Grand Soleil 46 LC (Long Cruise), del Cantiere del Pardo, la Azuree 33C, del cantiere Sirena Marine, l’Impression 40 presentato dal cantiere Elan, il Pilot Saloon 48, che celebra il 50° anniversario di Wauquiez, l’Italia Yachts 12.98, il catamarano da crociera Bali 4.0 di Adria Ship, il Vismara V62 Mills SuperNikka e il Solaris 50.

Info su salonenautico.com

Salone Nautico di Genova, partita la campagna social #conquistiamoilsalone

E’ partita la campagna social #conquistiamoilsalone lanciata dal Salone Nautico di Genova per coinvolgere gli amanti del mare, in vista della 55ma edizione del più grande Salone del Mediterraneo.

Immagine anteprima YouTube

Quest’anno la manifestazione darà infatti molto spazio alle passioni legate al mare per ampliare ulteriormente la propria offerta e intercettare l’interesse del grande pubblico.

Mauro Pelaschier, Silvia Sicouri, Federico Cuciuc e Francesco Bruni per la vela, Umberto Pelizzari per l’apnea, Rossano Galtarossa per il canottaggio, Lorenzo Bolesan e Kevin Langeree per il kitesurf, Leonardo Fioravanti per il surf, Giorgia Gregorio per il wakeboard e Antonello Salvi per la pesca, sono i testimonial scelti per rappresentare i diversi modi di vivere il mare.

La campagna vuole essere una call to action alla “conquista” del Salone facendo leva sull’orgoglio di essere parte di un gruppo che condivide la stessa passione sportiva. Pertanto, sul sito e sui canali social del Salone Nautico sono già disponibili alcuni video in cui i testimonial invitano i fan a testimoniare il loro amore per il mare con la loro presenza a Genova e il Salone li aspetta a braccia aperte: tutti coloro, infatti, che vedranno i video dei testimonial potranno ottenere un codice per l’acquisto di un biglietto con special pricing per il Salone Nautico.

Abbiamo scelto di coinvolgere le community delle discipline sportive che ben saranno rappresentate alla 55ma edizione del Salone Nautico: l’evento vuole infatti aprirsi a tutti gli appassionati del mare, a chi lo vive in barca, ma anche a chi preferisce immergersi nelle sue acque o a chi ama praticare il kitesurf”, ha commentato Alessandro Campagna, Direttore Commerciale de I Saloni Nautici.

salonenautico.com

Presentato a Düsseldorf il Salone Nautico Internazionale di Genova

Il 19 Gennaio 2015, a Düsseldorf, il Salone Nautico Internazionale di Genova ha presentato alla stampa di settore internazionale le linee guida della prossima edizione.

Boat Show in Genoa

Si rafforzeranno le tradizionali aree espositive cui si aggiungeranno nuovi spazi dedicati agli appassionati di sport acquatici di ogni tipo. Un invito ai diportisti di tutto il mondo: scoprire le novità della nautica a Genova e fare dell’Italia una meta privilegiata per vivere il mare secondo le proprie passioni.

I risultati dell’edizione 2014, ritenuti più che soddisfacenti dagli organizzatori del Salone Nautico Internazionale di Genova, confermano la qualità della strada intrapresa con il nuovo piano di sviluppo lanciato nel 2013, convincono a proseguire nel rafforzare aree merceologiche strategiche e a svilupparne di nuove.

(altro…)

Il Salone delle Feste (Finite)

foto di Domenico Boffi

Code alle biglietterie al Salone di Genova 2014

Di Beppe Zavanone – Nel 1994 andai al Salone di Genova con l’intenzione di comprarmi un cabinato a vela. Avevo 32 anni e forse ne dimostravo ancora di meno; fatto sta che non mi si filava nessuno.

Gli armatori del tempo erano tutti over 50, si presentavano con borse piene di cataloghi e pieghevoli (che chiamavano dépliant accentando la e), avevano mogli al seguito e visitavano tutte le barche posizionandosi prontamente lui sopra e lei sotto (coperta, non pensate male).
Le barche fino ai 45 piedi erano nei capannoni (che ai saloni chiamano padiglioni) si salivano le scale moquettate solo dopo aver fissato un appuntamento al banco di ricevimento che stava sotto. Le ammiraglie invece erano in acqua ma ai tempi si visitavano tutte le barche e le liste d’attesa per gli Swan, Hallberg Rassy ed i Baltic erano spesso oggetto di selezione stile Hollywood di Milano. Arrivavi al mattino e ti fissavano con disprezzo da capo a piedi, prenotandoti forse per il tardo pomeriggio.

Eccolo qui un altro bricoleur che viene a vedere la sala macchina e l’officina del Swan 70

Nei fine settimana era impossibile tutto, il Salone era visitato da eserciti di famiglie che non avrebbero comprato mai una barca (fose dieci anni più tardi) ma uscivano con le borse piene di gadget, adesivi, capi di abbigliamento. Spesso erano così a digiuno che si stupivano di come gli alberi fossero così bassi (nei capannoni) e qualcuno preso da un bisogno impellente arrivava ad utilizzare i bagni delle barche indoor. Le cabine armatoriali venivano richieste per cambiare il pannolino ai pupi.

(altro…)

Dalla Sicilia arriva il MarinBar – Pedalò bar

Pedalò bar al Salone nautico

C’è da chiedersi come mai non ci avesse pensato nessuno prima al pedalò bar, un mezzo strutturato per la vendita ambulante di gelati e cibo preconfezionato.

Arriva dalla Sicilia ed lungo quattro metri e mezzo e largo circa due, ha ricevuto tantissime richieste soprattutto da Francia, Svizzera, Germania e persino dal Giappone.

Grazie al fatto di essere un pedalò (ma è dotato anche di motore elettrico) può atterrare e servire sia potenziali clienti in mare che in spiaggia.

Una bella granita all’anice anche quando si è ancorati in rada, priceless.

Il MarinBar era presente al Salone Nautico di Genova.

Le novità in mostra al Salone Nautico di Genova 2014

La va a pochi ormai, l’edizione 2014 del Salone Nautico di Genova si terrà dall’1 al 6 di ottobre e vi si potranno trovare in anteprima scafi di tutte le taglie e tipologie, accessori e impianti.

Panoramica nautico genova

Sono quasi 100 le novità annunciate, tra i più grandi la barca a motore di maggiori dimensioni è il Sanlorenzo SL118, 36,50 metri di lunghezza, presentata in anteprima nazionale. La seconda, con il suo scafo di 35 metri, è l’AB 35 di Fipa Group. Nella vela la più grande è il Vismara V80 Easy Cruising, di 24 metri.

Tra le più piccole, tra gli scafi rigidi (escludendo quindi i battellini pneumatici), la più piccola è il Vergaplast 220 T (2,2 metri), disponibile anche in versione in VTR trasparente. Nella vela il primato spetta al Fareast 18 da 5,8 metri di lunghezza.

Tra le big boats Sanlorenzo espone anche l’SD112 (33,60 m) mentre il Gruppo Ferretti presenta il Pershing 70, nuovo modello in anteprima italiana, e la Navetta Custom Line 28. Da segnalare poi la novità 2014 del cantiere Monte Carlo Yachts, parte del Colosso mondiale Bénéteau, ma con stabilimento, management e manodopera italiani, l’MCY 86.

(altro…)

l’Italia è un paese nel quale, commercialmente, non conviene investire

benetti yacht

Il gruppo Azimut-Benetti attraverso un comunicato fa sapere che non parteciperà al prossimo Salone di Genova:

“L’attenta analisi dei ritorni attesi dalla partecipazione al Salone ha convinto il management di Azimut | Benetti Group a prendere questa decisione.

Negli ultimi 4 anni il fatturato del Gruppo relativo al mercato italiano si è sensibilmente ridotto dal 18% del 2009 (pari a circa 110 milioni di euro) al 3% del 2013 (circa 20 milioni di euro) in linea con i più recenti dati di Mercato. Nello stesso periodo, altri mercati sono invece cresciuti significativamente, come ad esempio i mercati americani il cui fatturato per il Gruppo è cresciuto da 130 milioni a 290 milioni di euro.

In questo contesto di mercato, il management del Gruppo ritiene di rafforzare i propri investimenti fieristici nei principali Saloni nautici internazionali già presidiati, oltre che in quelli nei mercati a forte crescita.

Oggi nei 4 stabilimenti Italiani il Gruppo impiega circa 2.000 dipendenti, oltre ad un indotto di oltre 3.000 addetti. Il Valore della Produzione per quest’anno è previsto in crescita rispetto all’anno scorso, ad oltre 600 milioni di euro.

Azienda italiana al 100%, indipendente, solida, in crescita, bandiera del “made in Italy” di alta qualità in tutto il mondo, Azimut | Benetti Group investirà nel prossimo triennio oltre 100 milioni di euro: circa 45 milioni in investimenti industriali e di prodotto, circa 60 milioni in ricerca e sviluppo.

Il Gruppo rinnova agli Organizzatori la propria stima e apprezzamento per il lavoro svolto per questa prestigiosa manifestazione.”

Tradotto: l’Italia è un paese nel quale, commercialmente, non conviene investire.

Link al sito del gruppo www.azimutbenetti.it

Massimo Perotti sarà il nuovo Presidente UCINA

Genova, 15 aprile 2014 – Secondo quanto detto in un’intervista rilasciata al Sole 24 ore dal presidente designato Ucina Massimo Perotti, patron dei cantieri Sanlorenzo, il prossimo salone nautico internazionale di Genova sarà ancora più piccolo ma con una durata di un giorno in più (dal 2 al 7 ottobre).

Panoramica nautico genova

E qui la notizia non è tanto il Salone, che più grande o piccolo, lungo o corto a noi poco ce ne cala… la notizia vera è che a partire da metà maggio (quando verrà formalizzata l’elezione) Anton Francesco Albertoni non sarà più il presidente di Ucina confindustria nautica.

Dice: e a noi utenti finali che ce ne viene??? e ce ne viene parecchio, perché un mercato nautico florido è interesse dei cantieri che producono e che devono vendere. E senza strutture adeguate, fiscalità equa e costi di gestione umani per i diportisti non c’è mercato.

Tanto per iniziare sembra che la futura confindustria voglia puntare sul piccolo, oltre che su un piccolo salone anche sulla piccola nautica: «Un obiettivo su cui mi concentrerò – afferma Perotti – sarà coniugare la cultura del turismo con la nautica minore, un po’ come accade in Francia e negli Usa, cercando di far sviluppare quel binomio a partire dal Sud Italia».

(altro…)