Giraglia Rolex Cup 2016 – Classifiche Finali e Foto

giugno 17, 2016 | By Mistro
1

Alle 15, 02 minuti e 56 secondi del 16 Giugno, con un tempo di 26 ore, 48 minuti e 56 secondi, Magic Carpet Cubed, il Wally 100 di Lindsay Owen Jones ha tagliato il traguardo della regata d’altura della Giraglia Rolex Cup.

Giraglia 2016 finale 01

Giraglia 2016 finale 01
Immagine 1 di 23

Magic Carpet Cubed per la seconda volta vince in tempo reale la regata d’altura (la prima volta nel 2013) e si aggiudica il Trofeo Rolex e il Trofeo Réné Levainville destinati al primo yacht classificato in tempo reale e il Trofeo Beppe Croce riservato al primo yacht ad aver doppiato la Giraglia.

Nella notte tra il 16 e il 17 il vento da sudovest è andato rinforzando e ha raggiunto un’intensità tra i 30 e i 35 nodi, accompagnato da un’onda molto formata. Tre imbarcazioni – Mariel, Ireal e X-Elor – hanno riportato danni.

Mariel, Grand Soleil 341 di Federico Massari, ha perso il timone 20 miglia dopo aver doppiato lo scoglio della Giraglia, mentre si trovava in acque corse. La barca era impossibile da governare: all’alba l’equipaggio è stato tratto in salvo da un elicottero della Guardia Costiera e portato a Macinaggio. Sono tutti in buona salute.

Ireal, Comet 45s di Alberto Pagliano, ha invece subito danni al timone a 30 miglia da Genova, mentre si trovava al largo di La Spezia: quattro membri dell’equipaggio sono stati portati a terra da un elicottero e stanno bene, il resto dell’equipaggio sta riportando la barca a La Spezia, scortato dalla Capitaneria.

X-Elor, X412 di Daniel Gallina, si trovava 4 miglia davanti a Portofino quando ha subito danni alla superficie velica: trovandosi in difficoltà a navigare, è stata scortata nel porto di Santa Margherita Ligure da una motovedetta della Capitaneria di Porto.

Classifiche:

In IRC overall vince TIP di Gilles Pages, davanti a Give me Five di Adrien Follin, terzo Epsilon di Jean Rameil.

In Orc overall vince il Comet 38s di Leonardo Servi Scricca, davanti al First 40.7 Three Sisters di Hajek Milan, terzo l’X35 Symfony di Vlaceslav Frolov.

In ORC X2 vince il Myllennium 40 Flying Cloud di Davide Noli, davanti al Comet 41s Prospettica di Giacomo Gonzi e al Class 950 Pegasus di Andrea Goggi.

In IRC X2 vince il First 31.7 Elea di Danielle Vanhove, davanti al JPK 10.10 Ar Wech All di Michel Pelegrin, terzo il Sun Fast 3600 di Frank Loubaresse.

In classe Mini vince il Pegaso della Marina Militare con Pendibene-Valsechi, davanti a Penelope di Emanuele Grassi e Bea di Ernesto Moresino, tra i prototipi vittoria di Alberto Bona su Promostudi La Spezia.

Tra i solitari successo di Eric Bombard sul Maxi 10.50 Boulinou, davanti al Figaro Broceliande di Denis Bonuan, terzo l’A35 COCO di Federic Ponsenard.

Classifiche complete su www.yci.it – – Photo Rolex/Carlo Borlenghi

Comments: 1

  1. Marco ha detto:

    Che fine ha fatto il 341 che ha perso il timone?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.