Con un Meteor all’edizione 2015 della Regata Notturna Sistiana-Pirano-Sistiana

ottobre 28, 2015 | By Mistro
0

sistiana pirano sistianaSabato 20 giugno 2015 si è tenuta la 24ª edizione della Regata Notturna Sistiana – Pirano – Sistiana, riservata ai monoscafi OPEN. Organizzata dallo YC Cupa, quest’anno in collaborazione con lo sloveno Yacht Club Skipper di Meribor. Partenza fissata per le ore 21.00 davanti alla Baia di Sistiana.

Raramente le regate sono aperte a barche sotto una certa dimensione, spesso per motivi logistici: i comitati si annoiano a stare lì ad aspettare i piccoli, che a causa della loro dimensione ci mettono più tempo a completare il percorso. La Regata Notturna Sistiana – Pirano – Sistiana invece no, ci si può iscrivere anche con un Meteor, complimenti a loro per la scelta… e complimenti a Roberto Lezzi e Paolo Pagnani del Treviso Sailing Club che a questa regata hanno partecipato con ITA 688 Let’s Go.

Questo il loro racconto: Se ancora fosse necessario un chiarimento: non avevamo nessuna velleità agonistica e nessuna aspettativa di risultato. E non poteva essere che così, a bordo dell’unica barca della flotta al di sotto dei nove metri (la LOA del Meteor è di 6 metri), alle prese con la prima volta di una regata d’altura che va ben oltre i classici bastoni o triangoli delle regate dello zonale Meteor e alle prese anche con la prima volta di una regata notturna.

Da tempo, a bordo di ITA 688 – Let’s Go, ci si guarda intorno per provare ad affiancare ai bastoni ed ai triangoli dello zonale Meteor altre esperienze di navigazione e di regata. Un primo passo in questa direzione è stata una partecipazione, costante e continua al calendario del circuito “Solo 2 e Solitari”, con il conseguente riassetto dei ruoli a bordo vista la riduzione rispetto all’equipaggio standard e anche con la necessità di adattare e anche costruire ex-novo manovre e regolazioni in grado di garantire sicurezza ed efficacia di una ammainata di genoa per far posto allo spy senza essere costretti a saltare a prua.

Accanto a questo, la voglia di provare una navigazione notturna, di metterci alla prova in un contesto in cui “sentire” la barca e le vele prevale sulla possibilità di “vedere”, assieme ad un ripasso, dal vivo questa volta, di fari, luci e segnali che a volte sono il tormento per gli aspiranti alla patente nautica e, infine, dalla necessità di impostare una rotta con il carteggio come di provare ad impostare un navigatore GPS o una cartografia elettronica su tablet.

Quindi – al bando qualsiasi attesa e velleità agonistica – queste erano le aspettative ed i motivi che ci hanno spinto a partecipare alla 24 edizione della Regata Notturna Sistiana – Pirano Sistiana, organizzata dal YC Cupa di Sistiana in collaborazione con lo YC Skipper Maribor.

Partenza davanti alla Baia di Sistiana alle ore 21:00 del 20 giugno 2015 e quindi, ulteriore elemento attrattivo di questa edizione della regata, la possibilità di vedere, dal pozzetto, l’ultimo tramonto di primavera e la prima alba dell’estate 2015.

Trasferimento da Grignano a Sistiana nel pomeriggio e poi, con l’avvicinarsi dell’ora della partenza, la darsena di Sistiana comincia a popolarsi di barche ed equipaggi in cui il differenziale con il Meteor non sta solo nella differenza di LOA: tanto per citare qualche “solito noto” del calendario della XIII Zona l’armo sloveno MEGAENERGIJA (vedi alla voce “spesso in zona podio in Barcolana” …), GIVE ME FIVE della LN Monfalcone e ENDEAVOUR del DN Sistiana. Pe r cui alla partenza da qualche falchetta è arrivato forte e chiaro: “ma … quelli lì sul Meteor … ma sono in regata?” … .

Poco più di un’ora dopo la partenza, affrontiamo il primo gap, con un calo repentino del vento che ci obbliga a rimanere praticamente fermi e a ripassare per bene … e con tutto il tempo necessario, le luci di ingresso del porto di Monfalcone e le caratteristiche della luce dei fari di Barcola e di Punta Salvore. Anche qui il prezzo dell’inesperienza: per trovare vento stabile nella zona, è opportuno andare verso la costa, verso Grado oppure verso il lato sloveno.

Per fortuna più tardi arriva una brezza ben sostenuta che ci porta, praticamente con un solo bordo di spy, davanti a Pirano, pronti a girare intorno alla boa al largo e a ripartire subito sfruttando, questa volta di bolina, la stessa aria.

Purtroppo, con l’avvicinarsi della costiera e già con le luci della Baia di Sistiana visibili ad occhio nudo, il vento ci abbandona una seconda volta e, faticosamente, cerchiamo di arrivare sulla linea del traguardo. Ultima posizione in classifica … ma avevamo già precisato all’inizio quali erano contesto e aspettative in temini di … agonismo e competizione.

Rimane la soddisfazione di esserci messi alla prova in una regata lunga e in una regata notturna, di avere provato nuove tecniche e manovre a bordo, di avere capito dove potrebbe mancare il vento rispetto al percorso di regata e, perchè no, anche di avere lavorato sulla sicurezza dell’equipaggio, con l’installazione di due life-line (o jack-line) da poppa a prua di ITA 688 Let’s Go.

Noi siamo pronti per l’edizione 2016 della Regata Notturna Sistiana – Pirano – Sistiana: una piccola flotta “made in TSC” non ci starebbe proprio male … che ne dite? Stay tuned!

Roberto Lezzi e Paolo Pagnani per ITA 688 Let’s Go.

Comments: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.