Tag name:codice nautica da diporto

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto Legislativo 3 novembre 2017, n. 229, riforma del Codice della Nautica

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana il Decreto Legislativo 3 novembre 2017, n. 229, di riforma del Codice della Nautica che entrerà quindi in vigore tra 15 giorni, il 13 febbraio 2018.

L’approvazione del nuovo Codice della Nautica è stata frutto del lavoro congiunto del Ministero Infrastrutture e Trasporti, in particolare della Direzione del Trasporto marittimo, delle Capitanerie di porto, del Parlamento e delle Associazioni maggiormente rappresentative del settore accreditate al MIT – Assilea, Assomarinas, Assonat-Confcommercio, Confarca e UCINA Confindustria Nautica – che hanno costituito un coordinamento permanente.

(altro…)

Governo approva l’ennesima Supercazzola sulla nautica

Giovedì 21 settembre inizia l’edizione 2017 del Salone Nautico di Genova e il Governo ieri (venerdì 15 settembre 2017) ha deciso di approvare una supercazzola della quale, qualche ministro di passaggio nel capoluogo ligure, potrà bullarsi tagliando il nastro di inaugurazione della fiera.

Questo il testo approvato dal Consiglio dei Ministri, niente di nuovo, niente che non si sia già visto, niente di cui non si stia parlando ormai da almeno tre anni, al solito niente di tangibilmente concreto, un’altra supercazzola come le precedenti:

CODICE DELLA NAUTICA DA DIPORTO

Revisione ed integrazione del decreto legislativo 18 luglio 2005, n. 171, recante Codice della nautica da diporto ed attuazione della direttiva 2003/44/CE (decreto legislativo – esame preliminare)

Il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente Paolo Gentiloni e del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti Graziano Delrio, ha approvato, in esame preliminare, un decreto legislativo che rivede e integra il Codice della nautica da diporto e attua la direttiva europea sul ravvicinamento delle disposizioni legislative, regolamentari e amministrative degli Stati membri riguardanti le imbarcazioni da diporto.

Il testo rafforza la tutela di interessi pubblici generali, tra i quali la protezione dell’ambiente marino, la sicurezza della navigazione, la salvaguardia della vita umana in mare e la diffusione tra le nuove generazioni della cultura e dell’educazione marinara, prevedendo al contempo interventi tesi allo sviluppo di un turismo sostenibile e costiero. Inoltre, il provvedimento semplifica i procedimenti amministrativi del diporto nautico, in modo da favorire la competitività e la capacità di attrazione di investimenti nel settore e da promuovere la crescita del volume commerciale in ambito diportistico.

(altro…)

Nuovo Codice della nautica da diporto, aspettiamo a stappare

gazzetta ufficialeDunque, ricapitolando… La Delega al Governo per la riforma del Codice della nautica da diporto è stata approvata dalla VIII Commissione Lavori Pubblici del Senato. Da qui è passata all’esame dell’aula, che l’ha approvata. Ora deve passare alla Camera e se il voto sarà favorevole anche qui (Dio non voglia facciano qualche modifica che altrimenti deve tornare indietro come al gioco dell’oca) consentirà al Governo di emanare decreti legislativi.

Decreti che sono ancora tutti da scrivere, perché quanto approvato propone solamente delle linee guida.

Una volta emanati i decreti legislativi ci sono buone probabilità che i tecnici dei ministeri dovranno scrivere i regolamenti attuativi. Tra l’emanazione dei decreti alla pubblicazione dei regolamenti l’ultima che è stato riscritto il codice della nautica da diporto l’ultima volta sono passati tre anni, codice 2005 regolamenti attuativi 2008.

Regolamenti sui quali peraltro potrebbe essere scritto tutto e il contrario di tutto, in senso migliorativo ma anche peggiorativo, l’ultima volta c’erano un sacco di incongruenze e strozzature, come quelle sulla patente nautica per i disabili e la territorialità per le patenti in generale, per chi le ricorda.

E tutto ciò in Italia vale per quasi qualsiasi provvedimenti legislativo, per dire.

Tutto questo per dire che c’è poco da festeggiare per l’approvazione del provvedimento al Senato, ché la strada è ancora lunga e dissestata.

Detto questo nella sostanza la Legge Delega autorizza il Governo a emanare uno o più decreti legislativi volti a semplificare il regime amministrativo e la navigazione delle unità da diporto, comprese quelle adibite ad attività commerciale, e le attività di controllo.

(altro…)

Approvata la Delega al Governo per la riforma del Codice della nautica

gazzetta ufficialeRoma, 09 ott – La Commissione Lavori Pubblici del Senato ha approvato la Delega al Governo per la riforma del Codice della nautica da diporto.

Il relatore, sen. Raffaele Ranucci, spiega: “E’ un passo assolutamente importante ai fini del rilancio del settore per la cui approvazione in tempi così rapidi ringrazio il presidente della Commissione ed i colleghi di tutti i gruppi”.

“Una volta definitivamente approvata la legge autorizzerà il Governo ad emanare uno o più decreti legislativi, volti a semplificare il regime amministrativo e la navigazione delle unità da diporto, comprese quelle adibite ad attività commerciale, e le attività di controllo in materia di sicurezza, che oggi vedono ancora troppe sovrapposizioni fra diversi corpi di polizia, nonché un aggiornamento della normativa di sicurezza.”

“Sono previste la revisione delle procedure di Port State Control, penalizzanti per l’incoming estero, la regolamentazione dell’attività di locazione dei natanti, la destinazione d’uso per la nautica minore delle strutture demaniali che presentino caratteristiche particolarmente idonee per essere utilizzati quale ricovero a secco di piccole imbarcazioni.

(altro…)