Vendesi Cantiere Colombo “Difference” del 2001 usato a 25.000 Euro

gennaio 3, 2014 | By Mistro
12

difference-catboat-colombo-leopoldo-01

difference-catboat-colombo-leopoldo-01
Immagine 1 di 10

Il catboat Cantiere Colombo “Difference” del 2001 di un amico è in vendita e giuro che se potessi permettermelo lo comprerei io.

Lft 7.15, baglio 2.47
Deriva mobile, pescaggio 0.60 – 1.35
Entrobordo Nanni diesel 14 hp, linea d’asse, pompa girante nuova 2013
Due batterie, motore e servizi
Rotaia Harken 2008
Winch self tailing Harken 2009
Picco legno originale Colombo 2010
Tutte le cime nuove Gottifredi e Maffioli OS 2011
Gps cartografico Garmin, VHF Icom
Frigorifero
Visibile a Chioggia, darsena Le Saline

€ 25.000,00

Cat boat in vtr, albero in vtr senza sartie, boma vtr, picco legno. Randa Hood in dacron con 2 mani. Tutte le manovre (mani, mantiglio, lazy jack) rinviate in pozzetto su winch self tailing 2 velocità del 2009. Ampio pozzetto con tavolo amovibile e cuscineria a misura.

Due cuccette ca mt. 2, lavello, cucina basculante a scomparsa, ampi spazi di stivaggio.

Bagno separato con wc marino Jabsco, autoclave e circuito acqua dolce.

Ottimo stato di manutenzione.
(la barca è stata venduta)

Comments: 12

  1. matteo r ha detto:

    Ma poi, se ti sfido con questa contro il tuo Firstino, chi vince? (E giusto per non sprecare troppo spazio, una domanda fuori posto ma sensata: Il Varianta 18 ti piace? Merita seconde te?)

    • Mistro ha detto:

      Non lo so, forse potrebbero dircelo Piero che le conosce bene tutte e due.

      Il varianta 18 esteticamente non è che mi faccia impazzire però qualsiasi barca è meglio di nessuna barca e averne una completamente nuova per 15.000 euro (che per un po’ di anni non devi metterci le mani) non è male come inizio.

      Secondo me.

  2. matteo r ha detto:

    Inoltre è bruttarella anche perché spoglia: ma con un po’ di adesivi (smile, teschi, fiorellini…) diventa un bijoux. 😉

  3. Piero ha detto:

    Trovo sempre brutto parlare di prestazioni, che son cose che resta nell’intimo del rapporto di ciascuno con la sua barca.
    Però diciamo questo: il first è più leggero e più invelato, ha un armo infinitamente più boliniero, e, se l’armatore ci ha messo spi o gennaker, il “più invelato”, di poppa, diventa “più del doppio”. Quindi vince a mani basse.
    Quando mio papà ha deciso di comprare il Difference io gli ho consigliato il First, prima di tutto per questioni di prezzo e rivendibilità, e poi perché all’epoca ci navigavo spesso e ne ero in qualche modo entusiasta.
    Ovviamente aveva ragione lui.
    Per le esigenze di un anziano gentleman driver, che voglia uscire da solo, con confort e sicurezza, il Difference è imbattibile.
    Intanto ha l’entrobordo, che evita la manovra di alzare e abbassare il fuoribordo.
    Poi ha un pozzetto enorme e accogliente e riparato, davvero sgombro dalle manovre.
    Poi ha 2 batterie e servizi adeguati, come un frigo.
    Poi ha tutte le (2) manovre rinviate in pozzetto, e si può fare tutto praticamente da seduti, e può fare tutto anche chi, come papà, aveva ormai poca forza e le mani doloranti (il winch monovelocità è stato subito sostituito con un self tailing doppia velocità nuovo).
    Per manovrare la deriva ha una pompa idraulica in un gavone, che si manovra sempre stando seduti in pozzetto al timone.
    Pesa poco di più del First (2cento chili) ma io (stazza da prodiere di star) posso camminare ovunque a bordo senza causare più di tanto rollio.
    Non parlo dell’abitabilità interna e delle dotazioni, sennò sembra che lo voglia vendere.
    Purtroppo non sta benissimo con i vostri adesivi di teschi e fiamme, ha una speciale vernice che non li fa attaccare. Peccato
    P

  4. adolfo mellone ha detto:

    Mmmmm…..magari è la barca adatta per un finnista un po’ avanti con gli anni….e con i chili……
    Ma come si comporta in mare una barca così ? con un po’ di vento e di onda corta, di bolina, oppure al gran lasco o poppa, non ti scappa mica via da sotto il c..o come il Finn ?

    • piero ha detto:

      Adolfo, sinceramente non credo che i finnsti invecchino.
      La barca ha un passaggio sull’onda adeguato a peso e forma, quindi se sei abituato al Soling è un altro mestiere. In laguna, con arietta e vaporetti, per ripartire dopo le onde serve poggiare abbastanza.
      In poppa, con 6 metri di boma e l’impossibilità di sbandare, la barca è molto orziera, e bisogna ridurre abbastanza presto (la randa ha 3 mani). Però il timone è grande e il controllo sicuro.
      Credo 3 o 4 anni fa ha fatto, in un’unica tirata e sempre in equipaggio ridotto, Grado-Chioggia con 20 kn di bora e 2 mani, senza grossi scossoni.

  5. Olivier Baertschi ha detto:

    Hello Israël thaïs cat boat is still for sale because l looking for thaïs boat thanks a lot

  6. Lionello ha detto:

    di nuovo disponibile?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.