Category name:Record

Spindrift 2 parte all’attacco del Trofeo Jules Verne

Domenica 22 novembre 2015 alle 04:01:58 GMT, il trimarano Spindrift 2, skipper Yann Guichard, ha attraversato la linea di partenza tra il faro di Créac’h (sull’isola di Ouessant in Francia) e Lizard Point (Inghilterra) dando così inizio alla circumnavigazione non stop intorno al mondo in equipaggio. L’obiettivo del team è quello di battere il record del Trofeo Jules Verne. La barca ha tagliato la linea di partenza con vento da Nord (10 nodi ca), con tutta randa e fiocco Solent a riva.

Spindrift 2 Jules Verne 2015 01

La sfida per battere questo record da parte di Dona Bertarelli, Yann Guichard e il loro equipaggio è cominciata quattro anni dopo la conquista dell’attuale record da parte di Loïck Peyron con Banque Populaire V. Peyron e il suo equipaggio avevano navigato a una velocità media di 19,75 nodi (36,58 km/ h) per la rotta più breve teorica di 21.600 miglia nautiche, ma in realtà avevano percorso 28.965 miglia, a una media 26,5 nodi (49,08 km/h) nel corso delle sei settimane impiegate per stabilire il record. Tempo finale per Peyorn e i suoi uomini: 45 giorni 13 ore 42 minuti e 53 secondi.

Per seguire l’evoluzione www.spindrift-racing.com Foto © Eloi Stichelbaut I Spindrift racing

Norbert Sedlacek e il Progetto – ANT-ARCTIC-LAB

Norbert Sedlacek è quel navigatore solitario che nel novembre 2013 – mentre il golfo di Biscaglia teneva in scacco Minitransat e Transat Jacques Vabre – partì sulla piccola Fipofix, un 16 piedi (meno di 5 metri) costruito in fibre vulcaniche, da Les Sable d’Olonne per attraversare il nord Atlantico, diretto a New York. Allora dovette desistere e il figlio Harald ereditò e portò più o meno a termine l’impresa.

yacht_ant-arctic-lab_com_1500

Ora il buon Norbert si cimenta con una nuova avventura: il giro del mondo a vela non-stop in solitario Attraverso il Passaggio a Nord Ovest. Anche questa volta la barca è costruita in fibre vulcaniche e legno di balsa, tutti materiali riciclabili, ma di 60 piedi.

Il programma prevede la partenza da Les Sables d’Olonne (FRA) con direzione Artico, fare il passaggio a Nord Ovest, percorrere il Pacifino fino a Capo Horn e circumnavigare l’Antartide. Dopo aver ripassato Capo Horn per una seconda volta puntare a Nord e pipparsi l’Atlantico fino a ritornare a Les Sables d’Olonne.

Karte_Projekt_1000

La distanza teorica che Norbert Sedlacek dovrà percorrere è di 34.000 miglia, il tempo di navigazione, potenzialmente, di circa 7 mesi. L’inizio di questo Tentativo di record partirà a metà del mese di luglio 2018, il ritorno è previsto per la fine di febbraio 2019.

Info su www.ant-arctic-lab.com, Facebook e Twitter

Hydroptère a caccia del record Los Angeles Honolulu

Hydroptere took off to Hawaii

Alain Thébault e Jacques Vincent, insieme ad altri quattro membri di equipaggio, sono partiti ieri, 22 giugno 2015, con l’Hydroptère (noto trimarano di 60 piedi su foil), nel tentativo di battere il record di traversata dell’oceano Pacifico, 2215 miglia da Los Angeles a Honolulu, Hawaii.

Il record attuale è di 4 giorni, 19 ore, 31 minuti e 37 secondi ed è stato stabilito il 4 novembre 2005 dall’equipaggio guidato dallo skipper Olivier de Kersauson sul trimarano di 110 piedi Geronimo.

Info su hydroptere.comTracking

Dall’Inghilterra all’Olanda su un Laser per beneficenza

Martin Evans ha in programma di fare la traversata da West Mersea, Essex a Scheveningen, Olanda, su un Laser. Scopo: raccogliere fondi per la RNLI (Royal National Lifeboat Institution), che ricordo è un’associazione di volontariato.

Martin Evans

L’impresa è fissata per il 27 giugno e prevede di percorrere 145 miglia di Mare del Nord. La durata prevista è tra le 14 e le 24 ore, nelle quali il buon Martin dovrà essere sveglio e concentrato al 100%, che su un Laser non che puoi farti la pennica.

Io se qualcuno mi offre abbastanza soldi programmo di fare dalla bocca di porto del Lido a quella di Malamocco su un 2.4, fermandomi a metà strada per uno spritz e un cicchetto però.

Per supportare Martin Evans e versare un obolo alla RNLI www.justgiving.com

Armel Le Cléac’h batte ribatte il record sulle 24 ore

Maxi Trimaran Solo Banque Populaire VII

Armel Le Cléac’h, a bordo del maxi trimarano Banque Populaire VII, ieri con 677 miglia in 24 ore ha battuto il record di distanza percorsa in 24 ore, a una media di 28,20 nodi. Oggi ha percorso 682 miglia battendo il record di ieri. Un totale di 1359 miglia in 48 ore. Da solo.

Armel Le Cléac’h sta tentando di migliorare il tempo di percorrenza sulla tratta Cadice-S.Salvador e dopo quasi 4 giorni di navigazione è in vantaggio sul tempo di Francis Joyon di 469 miglia.

Info su www.voile.banquepopulaire.fr

Ivan Dimov – Giro in giro solo e senza scalo su un Leisure 17

leisure_17_photoIvan Dimov, skipper professionista con numerose traversate oceaniche al suo attivo, ha in programma di fare del giro del mondo passando per i tre grandi capi. In solitaria, senza scalo, senza appoggio e su un Leisure 17 Hurley Silhouette MK III. Diciassette sta per piedi.

Il Leisure 17 è un barchino di poco più di 5 metri, iniziato a costruire intorno a metà anni sessanta e prodotto in circa 600 esemplari e sul mercato dell’usato si trova per cifre intorno ai tremila euro.

Quello che Ivan Dimov intende utilizzare per la sua impresa è armato e preparato in modo da sostenere il viaggio dal Cantiere Navale Gavazzi di Rosignano, sono stati aggiunti dei rinforzi strutturali, è stato aumentata la sezione dell’albero, sono state rinforzate le lande ed è stato montato un bompresso a prua.

Naturalmente sono stato montati anche dei pannelli solari e un generatore eolico.

Info su skipperlib.com (la foto l’ho presa dalla scheda di sailboatdata.com

Sven Yrvind – Il giro del mondo doppiando i Capi su un 10 piedi

Sven Yrvind, 75 anni, si sta preparando per circumnavigare il mondo in solitaria senza assistenza passando per i capi, su un 10 piedi autocostruito.

sven-yrvind-01

sven-yrvind-01
Immagine 1 di 9

Ma il buon Sven non è certo un neofita della micronavigazione, nel 1980 doppiò Capo Horn con un 5,90 metri e nel 2011 ha traversato l’Atlantico con un 4,80 metri.

Secondo lui questi botoli “Sono le barche più sicure in assoluto, è come stare all’interno di una pallina di plastica. Il mare ti può sballottare, far saltare, girare, scagliare un po’ più in là, ma non ti può rompere nulla anche perché, in una barca di questo tipo c’è poco da rompere“.

(altro…)

Fipofix – Ci prova Harald Sedlacek

In novembre ci aveva provato il padre, Norbert Sedlacek, non c’era riuscito e aveva dovuto fermarsi dopo un paio di giorni di botte in Biscaglia. Ora ci riprova il figlio Harald.

fipofix-01

fipofix-01
Immagine 1 di 22

Harald è partito domenica 12 gennaio da Gijòn alla volta di St.Agustine, in Florida. Da qui il programma e risalire fino a New York e quindi tornare a Gijòn. Grosso modo 4.400 su Fipofix, un 16 piedi (meno di 5 metri) costruito in fibre vulcaniche.

Info su www.norbertsedlacek.at e www.open16.com – Foto via www.facebook.com

Alex Caizergues è il kitesurfer più veloce al mondo

Il world sailing speed record council ha ratificato il record di Alex Caizergues, che l’11 novembre 2013, in Francia ha raggiunto una velocità media sui 500 metri di 56,62 nodi, superando di 0,79 nodi il precedente record di Rob Douglas.

Immagine anteprima YouTube

The WSSR Council announces the establishment of a new World Record
Record: World KiteSail Record.
Venue: Port St Louis. FRA
Name: Alexandre Caizergues. FRA
Equipment: Kite Board. F.one kite
Dates: 11th November 2013.
Course length: 501 metres
Current: Nil
Start time: 15;11;02.580
Finish time: 15;11;19.780
Elapsed time: 17.20 seconds
Speed: 56.62 kts
Comments: Previous record: Rob Douglas USA. Luderitz NAM. Oct 2010. 55.65 kts

Il vento era tra i 45 e i 50 nodi sotto raffica.

Via | www.sailspeedrecords.com