Campagna CA per migliorare la visibilità delle attrezzature da pesca

aprile 19, 2017 | By Mistro
0

Partiamo da un dato: in un solo anno la RNLI è stata chiamata a risolvere 295 casi di eliche “imprigionate” in nasse da pesca. Una stazione di salvataggio ha detto che il 25% delle chiamate ricevute venivano da imbarcazioni “catturate” da attrezzature da pesca. La maggior parte dei membri della Cruising Association (CA) dicono però che avrebbero cercato di risolvere autonomamente il problema, questo dato potrebbe essere dunque una frazione rispetto al numero effettivo.

Per questo la Cruising Association ha invitato i diportisti a firmare una petizione affinché il governo inglese prenda in considerazione la possibilità di discutere una legge che fissi delle regole destinate a rendere più efficiente e migliorare la visibilità degli attrezzi da pesca in mare.

La CA in una lettera inviata alle riviste specializzate dice: Pensiamo che sia il momento per tutti gli interessati di lavorare insieme per trovare una soluzione, in particolare una che sia a buon mercato e pratica per i nostri pescatori. Con questo obiettivo la CA spera di ottenere una consultazione del governo circa l’efficacia delle linee guida attuali.

Il testo:

We, the undersigned, urge the Minister of State (DEFRA) to improve the way static fishing gear is marked for the safety of all small craft at sea. The current, voluntary, guidance is not adequate. We ask that DEFRA seeks views regarding enforceable regulation among other options.

La petizione: https://petition.parliament.uk/petitions/193254

Nota a margine: La petizione è attivata direttamente nel sito del parlamento inglese. Raggiunte le 10.000 firme il parlamento si impegna a rispondere, con 100.000 considera di dibatterne.

Comments: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.