Birgit Habelt dalla Francia alla Polinesia su un Muscadet del 1967

aprile 25, 2016 | By Mistro
2

Verso la fine di ottobre 2015 la tedesca di 69 anni Birgit Habelt è partita da Roscoff, in Bretagna, in direzione di Moorea, Polinesia Francese.

Birgit Habelt

Era arrivata lì qualche mese prima, dopo aver risposto ad un annuncio vendita di una piccola barca a vela, un Muscadet del 1967. Scopo del viaggio andare a trovare il figlio che a Moorea si è stabilito con la famiglia.

Da quando aveva acquisito la barca si stava preparando per la grande partenza. Levigatura, sabbiatura, pittura in un cantiere navale di Saint-Pol-de-Léon, e dopo la benedizione della sua barca, Venerdì 16 ottobre, ha preso il mare il giorno successivo, in silenzio e con discrezione.

Ai giornalisti di Ouest-France che le hanno chiesto se fosse consapevole dell’avventura che si stava apprestando a vivere la skippr ha semplicemente risposto: “Sarà un gioco da ragazzi, per gli ultimi venti anni ha viaggiato tutti i mari del mondo: Mar Baltico, Oceano Atlantico, Oceano Pacifico…”

Non si sa a che punto sia del suo viaggio ma prima di gettare l’ancora nella baia di Cook a Moorea, Birgit dovrà passare attraverso le Azzorre, le isole Canarie, Capo Verde, Cile, Panama, il Pacifico.

Il Muscadet: Progettato nel 1963 dall’architetto navale Philippe Harle e prodotto fino al 1979 in oltre 1.000 esemplari, il Muscadet, per aver democratizzato la nautica da diporto, è soprannominato dai francesi la 2 Cavalli del mare. Costruito in compensato marino ha lo scafo a spigolo e il timone appeso. A causa delle sue linee poco convenzionali è soprannominato anche “il brutto anatroccolo”. Lunga 6 metri e 40 e con un baglio massimo di 2,26 il Muscadet era costruito dai cantieri Aubin, nella zona del vino Muscadet (da lì il nome) ed era stata progettata per essere in grado di attraversare l’Atlantico.

Gli interni prevedevano un quadrato, un tavolo-panca da carteggio, cucinino basculante, un lavello, due cuccette a poppa e altre due a prua, queste divise dal wc marino nascosto sotto un materassino.

Comments: 2

  1. marco ha detto:

    In cile checceva’afa’?? 🙂

    O in subordine: se passa dal cile, checcetornaaffà fin su a panama?? 😎

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.