Le Tartarughe salvate dai velisti tornano in mare

ottobre 14, 2016 | By Mistro
0

Sabato 15 ottobre saranno liberate in mare due splendidi esemplari di tartaruga Caretta caretta battezzate “Bolina” dalla Lega Navale Italiana – Sezione Palermo Centro e “Arch”, in onore del fondatore della Rotary Foundation, dalla International Yachting Fellowship of Rotarians.

campionato-italiano-altura-2016-09

Le due tartarughe sono state ritrovate in grandi difficoltà in mare e grazie al prezioso soccorso operato dagli armatori e dal loro equipaggio, sono state affidate al “Centro di Referenza Nazionale sul benessere, monitoraggio e diagnostica delle malattie delle tartarughe marine” che ha sede all’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Sicilia, Palermo.

Dopo un lungo periodo di riabilitazione passato presso il Centro, ora le tartarughe hanno recuperato completamente le loro funzionalità e sono pronte per essere reintrodotte nel loro habitat naturale, il mare aperto. Sarà proprio un’imbarcazione della L.N.I., il Vismara 41 “QQ7”, che ridarà la libertà rendendole libere nelle acque protette della riserva di Capo Gallo.

L’evento, programmato per sabato 15 ottobre alla Cala alle ore 12, si svolgerà presso il Pontile delle LNI “Oltre le Barriere” dove per l’occasione saranno descritte le cure alle quali sono state sottoposte le due tartarughe che saranno rilasciate e si procederà, inoltre, con un incontro tra i tre Enti (Istituto Zooprofilattico Sperimentale, Lega Navale Italiana e Rotary). L’incontro fornirà l’occasione per poter stringere accordi di collaborazione per la tutela di tartarughe e cetacei in Sicilia.

Comments: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.