Tag name:Càpita

Tiliaventum ha presentato Sea4All 2020

Tiliaventum asd di Lignano Sabbiadoro (UD), trascorse le fasi più stringenti del periodo Covid, ha presentato le attività inclusive Sea4All 2020, il progetto nato sulle esperienze venticinquennali per rendere il mare accessibile e fruibile veramente a tutti nelle discipline sportive quali vela, kitesurf, sup, wakeboard oltre alle attività esperienziali ed aggregative.

Tiliaventum sea4all R-30 02

Nell’occasione sono stati presentati il nuovo mezzo accessibile della flotta Tiliaventum, R-30 Càpita, il monoscafo a vela unico al mondo pluripremiato (Compasso d’Oro, Barca dell’anno, MYDA) progetto Comuzzi Yacht Design e le attrezzature/ausili espressamente allestiti dallo staff del Sodalizio (tavola kite4all e wake4all, sit’n paddling, cycling on the sea, modelvela, ecc.) oltre ai programmi delle attività 2020, già in corso, che si concluderanno ad inizio dicembre.

La conferenza stampa è stata aperta con i saluti da parte delle autorità: Riccardo Riccardi (Vicepresidente e assessore alla salute,
politiche sociali e disabilità), Alessandro Marosa vice sindaco della Città e assessore allo sport), Raimondo Porcelli (Comandante del locale Ufficio Marittimo di Lignano Sabbiadoro), Giovanni De Piero (Presidente del Comitato paralimpico FVG) per entrare poi nel vivo della presentazione delle attività inclusive del progetto Sea4All 2020 con gli interventi di Daniele Passoni, Presidente di Tiliaventum Asd che ha riportato il grande impegno profuso per rendere possibile le attività continuative che nel solo 2019 si sono concretizzate in 274 uscite di mezza giornata a persona e che vedranno nel 2020 la partecipazione di Càpita alla Barcolana con equipaggio inclusivo ed Alessandro Comuzzi, progettista di R-30 Càpita che ne ha descritto le caratteristiche e lo spirito con cui è stata ideata.

(altro…)

Il varo di Càpita, R_30 daysailer di Alessandro Comuzzi adatto (anche) ai disabili

Vincitore della 12.a edizione del MYDA – Millennium Yacht Design Award nella sezione C La barca a misura d’uomo, R_30 daysailer è un progetto di Alessandro Comuzzi pensato per essere destinato indistintamente a persone normodotate o in sedia a rotelle.

R_30 daysailer Capita 01

R_30 daysailer Capita 01
Immagine 1 di 12

Obiettivo del progetto concepire fin da subito una barca senza barriere e non di adattarla a posteriori, obiettivo centrato grazie alla ruota senza raggi (brevettata) e ad una piattaforma mobile che consente l’inclinazione a barca sbandata – accessibile ad una persona in sedia a rotelle.

Il problema di assecondare con il corpo il movimento della barca, in particolare per quanto riguarda il rollio, fornendo la necessaria l’inclinazione in relazione all’andatura, è stato risolto con una piattaforma basculante comandata da un pistone.

Sabato 16 aprile 2016 è stato varato a Cervia il primo esemplare – costruito in dal Cantiere navale De Cesari a Milano Marittima – domenica sono stati condotti i primi test in mare con armatore a bordo. La barca è risultata subito molto sensibile al timone, confortevole nella conduzione e si muove anche con un filo d’aria.

Càpita è costruita in lamellare di mogano e okumè su struttura in compensato marino di mogano, ponte e panche sono in EVOteck, la ruota è in carbonio. Le vele sono Eurosail Trieste, rigging Jack bolina, sail service per fornitura di parte della timoneria. La barca è armata totalmente Harken e Gottifredi Maffioli.

Le caratteristiche di Càpita, R_30 daysailer

(altro…)