Tag name:grecia

Operazione di salvataggio nel Mar Egeo si trasforma in sequestro di droga e arresti

L’ennesimo caso di “Se fossero svegli farebbero un lavoro vero“.

Tre persone a bordo di una barca con bandiera turca sono state arrestate dalla guardia costiera greca dopo che le stesse l’avevano chiamata per essere soccorse a causa di un’avaria al motore.

La Guardia Costiera ellenica ha spiegato di aver inviato una barca di salvataggio dopo che i tre marinai a bordo della barca hanno emesso una chiamata di soccorso vicino all’isola di Nisyros a causa di problemi del motore.

Una volta trovata, la nave e la sua squadra furono trainati nel porto di Nisyros. Un’ispezione all’interno dello yacht da parte dei membri della Nisyros Harbour Authority ha portato alla scoperta di 775 chilogrammi di cannabis in 61 sacchetti di plastica.

I tre marinai turchi sono stati immediatamente arrestati.

Cambia la DEKPA per navigare in Grecia

Le autorità greche hanno annunciato un cambiamento nel loro modo di gestire le barche che navigano nelle loro acque.

Attualmente tutte le barche hanno bisogno di una DEKPA che elenca i dettagli di tutti i proprietari, nonché della registrazione barca, numero di scafo e simili. Deve essere fatto ogni anno in un ufficio della polizia portuale o un notaio locale. Viene poi conservata a bordo per la visualizzazione di polizia portuale o altre autorità locali, ove richiesto.

Il ministero della marina mercantile Greca ora ha fatto un nuovo modulo DEKPA, il che rende necessario a tutti coloro in possesso di un modulo esistente di comprare uno nuovo. Il nuovo modulo deve essere acquistato alla scadenza del vecchio e va rinnovato ogni anno.

Il costo è di 50 € e proprietari di barche dovranno fornire la seguente documentazione al momento dell’acquisto del nuovo modulo:

(altro…)

Benedetta Di Salle e Alessandra Dubbini Mondiali 470 Youth

Benedetta Di Salle (YC Italiano) e Alessandra Dubbini (CV Toscolano Maderno) hanno vinto a Thessaloniki, in Grecia, il titolo Mondiale 470 Youth femminile: le due giovani azzurre, al secondo anno di attività nel doppio olimpico, hanno dominato la manifestazione iridata sbaragliando la concorrenza e ottenendo la vittoria matematica con un giorno di anticipo.

Benedetta Di Salle e Alessandra Dubbini in regata al Mondiale 470 Youth

Le due veliste sono state capaci di chiudere la serie di dieci regate con i parziali 23-7-2-3-2-2-1-2-6-4 e di staccare le seconde, le greche Bozi-Klonaridou, di ben 27 punti, un vantaggio incolmabile prima della Medal Race, che hanno comunque vinto. Regata a cui hanno partecipato anche Roberta Caputo e Açice Sinno, quinte dopo la prova finale.

Nei maschi, grazie a un secondo posto ottenuto nella Medal Race Giacomo Ferrari e Giulio Calabro sono riusciti a chiudere al terzo posto, ottenendo quindi una medaglia di bronzo che, considerato il livello tecnico del doppio olimpico, vale tantissimo.

Giacomo Ferrari e Giulio Calabro ai Mondiali 470 Youth foto Nikos Pantis

Classifiche complete su 2015juniorworlds.470.org

Approvata tassa di stazionamento in Grecia

bandiera-grecia 01Da quanto leggo su ybw.com il parlamento greco, vista la necesstà di reperire risorse per le proprie asfittiche casse pubbliche, il 21 novembre 2013 ha approvato l’introduzione di una tassa di stazionamento. E lo ha fatto nel modo peggiore, imitando quel pastrocchio che era la tassa istituita in Italia dal governo Monti nella sua prima versione: colpendo indiscriminatamente tutti, residenti e non.

La nuova tassa andrà a gravare su tutte le imbarcazioni commerciali e da diporto sopra i 7 metri adibite al trasporto fino a 49 passeggeri che incrocino in acque territoriali greche.

L’importo varierà dai 200 ai 400 euro fino a 12 metri e 100 euro per metro lineare sopra i 12 metri. Pagando in un’unica soluzione si usufruirà di uno sconto del 30%, altrimenti si potrà pagare in dieci rate mensili. Nessuna tassa è dovuta dalle barche che stazionano in piazzale per tutti e 12 i mesi.

Non è prevista alcuna differenziazione tra barche greche e straniere, tra charter e barche private, tra vela e a motore. Magari in questo la versione Monti era perfino un po’ meno peggio.

(altro…)