Tag name:World Sailing

Sport Paralimpico: successo per il primo Programma di Sviluppo del kite paralimpico a Campione del Garda

giugno 29, 2022 / Commenti disabilitati su Sport Paralimpico: successo per il primo Programma di Sviluppo del kite paralimpico a Campione del Garda

Il primo programma di sviluppo del Para Kiteboarding di World Sailing si è concluso dopo quattro giorni di azione sul Lago di Garda, in Italia, dove 11 allenatori e atleti provenienti da sette paesi si sono ritrovati nell’ambito della visione di World Sailing di aumentare la crescita del Para Sailing a livello globale.

I migliori atleti e allenatori provenienti da Australia, Francia, Germania, Iran, Italia, Paesi Bassi e Stati Uniti si sono riuniti presso il Circolo Velico Univela di Campione del Garda dal 23 al 26 giugno per sessioni in acqua e in aula, con l’obiettivo di creare un quadro internazionale di competizione e crescita per il Para Kiteboarding. 

Atleti sotto i riflettori 
“E’ andata benissimo, è stato spettacolare! Ho conosciuto moltissime persone con cui ero un contatto solo sui social, ma incontrarci di persona è stato eccezionale. Sfortunatamente non siamo riusciti  a fare delle regate, ma speriamo nelle prossime edizioni di avere anche una parte agonistica. Io continuerò a navigare e ad allenarmi e spero di partecipare a qualche altro evento.” Ha dichiarato un soddisfatto Alessandro Lancellotti, napoletano ventitreenne e unico para kiter italiano ad aver preso parte al programma di Campione. “In Italia sono uno dei pochi, ma nel mondo ci sono moltissime persone che praticano questa disciplina. Penso che i miei coetanei sarebbero entusiasti di provare, di avvicinarsi a questo sport. Dico loro di provare, perché non è difficile né complicato come potrebbe sembrare e sicuramente si riesce a fare tutto in sicurezza.”

** Una video intervista ad Alessandro Lancellotti si può trovare qui

“È stato intenso: siamo stati in acqua dalle 7 del mattino, poi siamo tornati in aula per definire le linee guida di quello che potrebbe essere il Para Kiteboarding su scala globale e organizzata”, ha spiegato Frances Osorio Rivera, 34 anni, residente in Florida, veterana dell’esercito americano, amputata della gamba sinistra, istruttrice di kiteboarding e atleta e rappresentante commerciale sponsorizzata da Cabrinha/Dakine.


 

Willem Hooft, atleta olandese di 32 anni, cinque anni fa ha avuto un incidente in moto che lo ha costretto su una sedia a rotelle: “Nonostante mi sentissi dire regolarmente che il mio progetto di praticare il kiteboard non era realistico – troppo difficile da imparare e troppo rischioso per una persona in sedia a rotelle – ho deciso di farlo. Lo scorso inverno ho battuto il record di altezza per il sit kite a Città del Capo, superando i 10 metri”, ha aggiunto Hooft, che ora è un oratore motivazionale e viaggia in tutto il mondo come kiteboarder professionista nel team internazionale Slingshot Kite e come team rider per Wind Voyager.


 

Chris Ballois50 anni, è velista dall’età di 12 anni, windsurfista e detentore del Guinness World Record per la persona più veloce su un kiteboard sul miglio nautico – ha fatto tutto con una sola mano, essendo nato con un braccio solo.

“È stato fantastico essere qui tutti insieme per sviluppare il kiteboarding, esaminando ogni aspetto di questo sport, per vedere come gli atleti con diverse esigenze di supporto possano competere ad alto livello. Ciò che è molto chiaro è che la comunità del kiteboarding vuole questo, uno sport completamente inclusivo e veramente internazionale, e questa visione può sicuramente diventare realtà”.

Tutte le foto hanno credito: ©Giovanni Mitolo per World Sailing

Il futuro del kiteboarding

David Graham, CEO di World Sailing, è un appassionato di kiteboard e di vela e a Campione del Garda è sceso in acqua con atleti e allenatori:

“Il fascino del kiteboarding come sport paralimpico, con la sua azione veloce, i suoi trick adrenalinici e la sua facile adattabilità, è evidente. Ora World Sailing intravede una reale opportunità globale di far evolvere questo sport, facendolo crescere a livello internazionale. Vediamo atleti con esigenze fisiche di vario tipo, che utilizzano attrezzature facilmente adattabili a kiteboarder con protesi e ad atleti seduti.” Ha dichiarato Graham.

“È chiaro da questo programma e dalle discussioni che abbiamo avuto con gli atleti e gli allenatori su inclusione, sviluppo, gare e sicurezza che il Para Kiteboarding ha una solida base e un grande futuro davanti a sè. Contiamo di vedere il Para Kiteboarding nei principali eventi globali dedicati come la Foiling Week, che inizierà qui tra un paio di giorni”.

Espansione all’orizzonte

World Sailing ha selezionato gli 11 partecipanti provenienti da sette Paesi per il suo primo programma di sviluppo del Para Kiteboarding attraverso le Federazioni Nazionali e sta cercando di espandere questo numero in modo significativo in futuro.

“Questo primo Programma di Sviluppo del Para Kiteboarding ci ha dato l’opportunità di scavare a fondo nell’organizzazione di questo sport a livello globale: non appena avremo finito qui, pianificheremo clinic in tutto il mondo, in modo che gli atleti e gli allenatori possano partecipare facilmente”, ha spiegato l’italiano Massimo Dighe, velista paralimpico e responsabile uscente del World Para Sailing presso World Sailing. Dighe entrerà a far parte del Comitato Paralimpico Internazionale come vicedirettore di World Para Sports dal 1 luglio.

“È stato sicuramente speciale trascorrere i miei ultimi giorni a World Sailing qui sul Lago di Garda, dove ho fatto tutta la mia formazione nella vela paralimpica. E ora, dopo aver creato il Programma di Sviluppo Paralimpico di World Sailing nel 2017, abbiamo questa evoluzione del nostro sport, è una cosa che mi rende molto orgoglioso”, ha aggiunto Dighe, che ha lasciato le rive del Lago di Garda in treno diretto alla sede di Bonn del Comitato Paralimpico Internazionale.

La video intervista a Massimo Dighe a questo link

Graham ha concluso: “Nella vela siamo costantemente alla ricerca, puntiamo all’evoluzione e all’adattamento. Questa è la natura del nostro sport e delle persone che lo praticano, perché abbiamo sempre a che fare con gli elementi naturali che ci impongono dove andare e quanto velocemente arrivarci. Siamo anche molto fortunati ad avere persone nel nostro sport in tutto il mondo che sono disposte a dedicare il loro tempo per rendere la vela accessibile a tutti. La vela e il kiteboarding, come si vede qui, sono incredibilmente adattivi. Concentrandoci sullo sviluppo, siamo sulla buona strada per aumentare la partecipazione del Para Sailing a livello mondiale fino a 45 nazioni nei cinque continenti entro il 2023″.

Il CEO di World Sailing ha anche avuto parole di apprezzamento per il team dell’organizzazione locale: “Sul Garda abbiamo avuto il sostegno personale di Mirco Babini, presidente dell’International Kiteboarding Association, che, come tutti, ha voluto che questa clinic si svolgesse in concomitanza con il Formula Kite Grand Prix, con l’obiettivo che un giorno questo sport ne faccia parte. Abbiamo avuto un enorme sostegno da parte della comunità sportiva del Lago di Garda e di Univela Campione, che ha messo a disposizione barche, risorse e tempo per realizzare questo meraviglioso programma.”
 

Los Angeles 2028 – Reintroduzione della vela alle Para Olimpiadi

Manca solo una settimana alla presentazione della domanda al Comitato Paralimpico Internazionale per la reintroduzione della vela ai Giochi Paralimpici di Los Angeles del 2028.

Da quando è stata lanciata la campagna globale #BacktheBid nell’ottobre 2021, la comunità velica e sportiva mondiale si è riunita per appoggiare pubblicamente, scrivere lettere di sostegno e utilizzare i social media per coinvolgere i propri follower e diffondere il messaggio, scopri come puoi aiutare #BacktheBid qui.

Video e VNR: i volti del primo programma di sviluppo del para-kiteboarding di World Sailing

Un Video News Release che include interviste a tutti gli atleti del Para Kiteboarding Development Programme e al CEO di World Sailing David Graham è disponibile per il download qui.

U25 Para Sailing World Championship 2022

aprile 28, 2022 / Commenti disabilitati su U25 Para Sailing World Championship 2022

World Sailing ha annunciato la creazione di un nuovissimo evento, l’U25 Para Sailing World Championship, come parte dell’impegno dell’organo di governo per aumentare la partecipazione e l’inclusività in tutto lo sport.

2019 La Caixa Para World Sailing Championship, Puerto Sherry, Cádiz, Spain
91 sailors from all around the world are competing over four classes from 30 June to 7 July 2019. The host, Club Náutico Puerto Sherry, is located in the hearth of Bay of Cadiz.

L’edizione inaugurale si svolgerà sulle acque di Brassemermeer, un grande lago a metà strada tra L’Aia e Amsterdam, Paesi Bassi, dal 19 al 22 luglio 2022, ospitata dal club WV Brassemermeer.

Gareggiando sulla premiata barca a vela RS Venture Connect, una classe esistente dotata di equipaggiamento Para World Sailing, sono attese 15 nazioni e una flotta fino a 30 velisti, con equipaggi misti maschio-femmina di età inferiore ai 25 anni, gareggereranno per quattro giorni per diventare i primi campioni del mondo di parasailing U25 in assoluto.

Il campionato è una nuova strada per la crescita di questo sport mentre la vela mondiale continua a costruire percorsi per i parasailing.

(altro…)

Barca a chiglia in doppio misto per regate offshore per Parigi 2024

novembre 6, 2018 / Commenti disabilitati su Barca a chiglia in doppio misto per regate offshore per Parigi 2024

World Sailing Sarasota 2018

Dalle Olimpiadi di Parigi 2024 entrerà a far parte del programma olimpico della vela un evento con barca a chiglia in doppio misto per regate offshore (ndr: FareVela ipotizza possa essere L30 One Design, disegnata Justin Yacht Design partendo da un’idea di Rodion Luka); è questa la principale novità introdotta e ratificata dall’Assemblea generale annuale di World Sailing, riunita fino a domenica 4 novembre a Sarasota, in Florida (USA).

Dopo una settimana di incontri e riunioni, l’Assemblea generale ha concluso la conferenza annuale 2018 confermando le decisioni prese durante tutta la settimana.

La sostituzione dell’evento previsto con deriva singola maschile e femminile combinato a favore della barca a chiglia in doppio misto per regate offshore ha creato un lungo dibattito e una prima votazione, conclusasi con il superamento della soglia minima del 75% (31 favorevoli, 8 contrati, 2 astenuti) e che ha quindi portato alla votazione finale durante la quale il Consiglio si è pronunciato con 29 membri a favore della barca a chiglia in doppio misto per regate offshore, 9 contrari e 2 astenuti.

(altro…)

La vela non è stata inclusa per i Giochi Paralimpici di Parigi 2024

settembre 14, 2018 / Commenti disabilitati su La vela non è stata inclusa per i Giochi Paralimpici di Parigi 2024

14 settembre 2018 – World Sailing è scioccata e delusa dall’apprendere che la vela non è stata inclusa dal Comitato Paralimpico Internazionale (IPC) per i Giochi Paralimpici di Parigi 2024.

2.4 annuncio mondiale 2019

La decisione è arrivata (13 settembre 2018) a seguito di una riunione del board dell’IPC all’inizio di questa settimana a Madrid, in Spagna.

La domanda è stata inoltrata prima della scadenza del 9 luglio 2018 e World Sailing è stata informata dall’IPC che la vela non è conforme a uno o più criteri fondamentali per l’inclusione dei giochi come stabilito nel Manuale IPC.

World Sailing incontrerà il più presto possibile la leadership dell’IPC per comprendere ulteriormente i dettagli della decisione presa e l’analisi da parte del team di gestione IPC.

“Abbiamo lavorato instancabilmente per garantire che la vela soddisfacesse i criteri IPC e per assicurare standard di alto livello. Tutti noi di World Sailing siamo profondamente dispiaciuti dalle notizie provenienti dall’IPC. La vela è uno degli sport più inclusivi e adatto per tutti gli atleti. Indipendentemente dalla loro classificazione, gli atleti della vela competono in condizioni di parità – ha ribadito all’IPC – Negli ultimi anni sono stati fatti molti progressi nello sviluppo della Vela Paralimpica e continueremo a fornire un programma di eventi per i velisti che competono regolarmente a livello nazionale e internazionale”. ha affermato Andy Hunt, CEO di World Sailing.

(altro…)

World Sailing organizza campionato del mondo di Vela Virtuale

novembre 15, 2017 / Commenti disabilitati su World Sailing organizza campionato del mondo di Vela Virtuale

World Sailing, l’ex ISAF, ha scelto di riconoscere e istituire tra le discipline veliche l’eSailing. A partire dal 2018, in collaborazione con Virtual Regatta sarà organizzato a partire dal 2018 un campionato del mondo annuale di Vela Virtuale.

Per simulare il senso di libertà e di immersione nella natura caratteristico della vela agli atleti saranno messi a disposizione dei potenti ventilatori e degli addetti gli scaraventeranno addosso delle frandi secchiate d’acqua, salata nel caso la location della simulazione sia il mare e dolce in caso di regata in un lago.

L’Argentina ospita il primo Clinic di sviluppo paralimpico

febbraio 7, 2017 / Commenti disabilitati su L’Argentina ospita il primo Clinic di sviluppo paralimpico

Antefatto: L’IPC (International Paralympic Committee) ha escluso la vela dalle paralimpiadi di Tokio 2020 perché non raggiunge i criteri minimi di distribuzione nel mondo.

Fatto: Per soddisfare i criteri minimi di distribuzione nel mondo richiesti dall’IPC, Worldsailing ha varato PDP (paralympic development program), un programma che ha lo scopo di aumentare la partecipazione e le capacità degli atleti. l’Argentina ha ospitato il primo programma di sviluppo paralimpico del 2017.

Dal 22 al 25 gennaio 2017 presso il Club Nautico Mar Del Plata e in collaborazione con la Federación Argentina Yachting (FAY), 16 partecipanti provenienti da tutto il Sud America erano presenti con l’obiettivo puntato sul coaching efficace, imparare di più sull’attrezzatura e migliorare sia le capacità dell’atleta che dell’allenatore, dentro e fuori dall’acqua.

Il Club Nautico ha fatto un grosso sforzo per rendere completamente accessibili alle persone disabili le proprie strutture. La FAY ha messo a disposizione sei 2.4 e tre barche per gli allenatori.

(altro…)

Kim Andersen è il nuovo Presidente di World Sailing

novembre 14, 2016 / Commenti disabilitati su Kim Andersen è il nuovo Presidente di World Sailing

Kim Andersen, danese di 59 anni, è il nuovo Presidente di World Sailing, la federvela mondiale. E’ stato eletto domenica 13 febbraio 2016, nel corso dell’Annual Conference.

world_sailing

Dopo la prima votazione nessuno dei tre candidati – il Presidente in carica Carlo Croce, Paul Henderson e lo stesso Andersen – aveva raggiunto il 50 per cento dei voti necessari per l’elezione diretta. Si è così andati al ballottaggio tra Croce ed Andersen, con quest’ultimo che ha preso i voti di Henderson ed è stato quindi eletto come nuovo Presidente di World Sailing sconfiggendo Croce per 52 voti a 46.

I sette Vice-Presidenti votati dai World Sailing’s Member National Authorities che raggiungono il nuovo Presidente nel Board of Directors sono:

Jan Dawson (NZL)
Torben Grael (BRA)
Gary Jobson (USA)
Quanhai Li (CHN)
W Scott Perry (URU)
Ana Sanchez (ESP)
Nadine Stegenwalner (GER)

Santiago Lange, Hannah Mills e Saskia Clark sono i Rolex World Sailor of the Year 2016

novembre 9, 2016 / Commenti disabilitati su Santiago Lange, Hannah Mills e Saskia Clark sono i Rolex World Sailor of the Year 2016

L’8 novembre 2016 a Barcellona, in Spagna, nel corso delle classiche riunioni annuali di World Sailing, la federvela mondiale, sono stati consegnati i Rolex World Sailor of the Year 2016, gli ambiti trofei che premiano i migliori velisti dell’anno.

Who what where when why

Who what where when why

A vincere il premio nella categoria maschile è stato l’argentino Santiago Lange, che assieme alla prodiera Cecilia Carranza ha conquistato una fantastica medaglia d’oro alle Olimpiadi di Rio de Janeiro nell’ambito del catamarano Nacra 17, mentre per quanto riguarda la categoria femminile, il trofeo è stato assegnato alle inglesi Hannah Mills e Saskia Clark, anche loro vincitrici di un oro olimpico in Brasile, ma nella classe 470.

www.sailing.org

Il regolamento di regata 2017-2020 in un’APP

ottobre 17, 2016 / Commenti disabilitati su Il regolamento di regata 2017-2020 in un’APP

World Sailing e la RYA, Royal Yachting Association, hanno annunciato il lancio della nuova applicazione World Sailing App.

regolamento-di-regata-applicazione

Utilizzando la tecnologia eBook e la competenza della RYA, che nel corso degli ultimi sei anni ha pubblicato una libreria completa di libri elettronici interattivi, la World Sailing App sarà un punto di riferimento per il regolamento di regata 2017-2020 e i documenti associati per i regatanti di tutto il mondo.

Oltre al regolamento di regata, la app includerà anche altri documenti quando saranno disponibili:

  • World Sailing Case Book
  • RYA Case Book
  • World Sailing Q&As
  • Team Racing Call Book
  • Match Racing Call Book
  • Offshore Special Regulations

La pagina dedicata su www.rya.org.uk

World Sailing nomina Massimo Dighe come Para World Sailing Manager

maggio 24, 2016 / Commenti disabilitati su World Sailing nomina Massimo Dighe come Para World Sailing Manager

24 maggio 2016 – Massimo Dighe, velista paralimpico a Londra 2012, è stato nominato come Para World Sailing Manager per il World Sailing, ex ISAF, l’ente che sovrintende a livello mondiale allo spot vela.

Massimo Dighe

Massimo ha partecipato alle olimpiadi di Londra 2012 sul Sonar in equipaggio con Antonio Squizzato Paola Protopapa. Dopo Londra 2012 è entrato nel consiglio dell’IFDS e nel 2015 è diventato delegato nel Para World Sailing Committee.

Inizierà a lavorare presso l’Ufficio esecutivo del World Sailing ai primi di luglio e sarà responsabile per la promozione e lo sviluppo della vela paralimpica con l’obiettivo di reintegrarla ai Giochi del 2024.

Inoltre sarà responsabile di gestire e costruire le relazioni chiave tra World Sailing e l’IPC, International Paralympic Committee, integrando il Para World Sailing nel Sailing World Cup e supportando lo sviluppo di programmi per lo sport attraverso azioni di crescita.

Massimo Dighe ha dichiarato: “La decisione del Comitato Paralimpico Internazionale per rimuovere la vela dai Giochi Paralimpici di Tokyo 2020 ha scosso lo sport. Da allora World Sailing e il Para World Sailing Committee hanno lavorato duramente per far tornare la vela nel programma paralimpico.

C’è molto lavoro da fare ancora per raggiungere questo risultato e riportare la vela dove merita: sono emozionato e pronto a raccogliere questa sfida.”

Via | www.sailing.org