Tag name:World Sailing

Barca a chiglia in doppio misto per regate offshore per Parigi 2024

World Sailing Sarasota 2018

Dalle Olimpiadi di Parigi 2024 entrerà a far parte del programma olimpico della vela un evento con barca a chiglia in doppio misto per regate offshore (ndr: FareVela ipotizza possa essere L30 One Design, disegnata Justin Yacht Design partendo da un’idea di Rodion Luka); è questa la principale novità introdotta e ratificata dall’Assemblea generale annuale di World Sailing, riunita fino a domenica 4 novembre a Sarasota, in Florida (USA).

Dopo una settimana di incontri e riunioni, l’Assemblea generale ha concluso la conferenza annuale 2018 confermando le decisioni prese durante tutta la settimana.

La sostituzione dell’evento previsto con deriva singola maschile e femminile combinato a favore della barca a chiglia in doppio misto per regate offshore ha creato un lungo dibattito e una prima votazione, conclusasi con il superamento della soglia minima del 75% (31 favorevoli, 8 contrati, 2 astenuti) e che ha quindi portato alla votazione finale durante la quale il Consiglio si è pronunciato con 29 membri a favore della barca a chiglia in doppio misto per regate offshore, 9 contrari e 2 astenuti.

(altro…)

La vela non è stata inclusa per i Giochi Paralimpici di Parigi 2024

14 settembre 2018 – World Sailing è scioccata e delusa dall’apprendere che la vela non è stata inclusa dal Comitato Paralimpico Internazionale (IPC) per i Giochi Paralimpici di Parigi 2024.

2.4 annuncio mondiale 2019

La decisione è arrivata (13 settembre 2018) a seguito di una riunione del board dell’IPC all’inizio di questa settimana a Madrid, in Spagna.

La domanda è stata inoltrata prima della scadenza del 9 luglio 2018 e World Sailing è stata informata dall’IPC che la vela non è conforme a uno o più criteri fondamentali per l’inclusione dei giochi come stabilito nel Manuale IPC.

World Sailing incontrerà il più presto possibile la leadership dell’IPC per comprendere ulteriormente i dettagli della decisione presa e l’analisi da parte del team di gestione IPC.

“Abbiamo lavorato instancabilmente per garantire che la vela soddisfacesse i criteri IPC e per assicurare standard di alto livello. Tutti noi di World Sailing siamo profondamente dispiaciuti dalle notizie provenienti dall’IPC. La vela è uno degli sport più inclusivi e adatto per tutti gli atleti. Indipendentemente dalla loro classificazione, gli atleti della vela competono in condizioni di parità – ha ribadito all’IPC – Negli ultimi anni sono stati fatti molti progressi nello sviluppo della Vela Paralimpica e continueremo a fornire un programma di eventi per i velisti che competono regolarmente a livello nazionale e internazionale”. ha affermato Andy Hunt, CEO di World Sailing.

(altro…)

World Sailing organizza campionato del mondo di Vela Virtuale

World Sailing, l’ex ISAF, ha scelto di riconoscere e istituire tra le discipline veliche l’eSailing. A partire dal 2018, in collaborazione con Virtual Regatta sarà organizzato a partire dal 2018 un campionato del mondo annuale di Vela Virtuale.

Per simulare il senso di libertà e di immersione nella natura caratteristico della vela agli atleti saranno messi a disposizione dei potenti ventilatori e degli addetti gli scaraventeranno addosso delle frandi secchiate d’acqua, salata nel caso la location della simulazione sia il mare e dolce in caso di regata in un lago.

L’Argentina ospita il primo Clinic di sviluppo paralimpico

Antefatto: L’IPC (International Paralympic Committee) ha escluso la vela dalle paralimpiadi di Tokio 2020 perché non raggiunge i criteri minimi di distribuzione nel mondo.

Fatto: Per soddisfare i criteri minimi di distribuzione nel mondo richiesti dall’IPC, Worldsailing ha varato PDP (paralympic development program), un programma che ha lo scopo di aumentare la partecipazione e le capacità degli atleti. l’Argentina ha ospitato il primo programma di sviluppo paralimpico del 2017.

Dal 22 al 25 gennaio 2017 presso il Club Nautico Mar Del Plata e in collaborazione con la Federación Argentina Yachting (FAY), 16 partecipanti provenienti da tutto il Sud America erano presenti con l’obiettivo puntato sul coaching efficace, imparare di più sull’attrezzatura e migliorare sia le capacità dell’atleta che dell’allenatore, dentro e fuori dall’acqua.

Il Club Nautico ha fatto un grosso sforzo per rendere completamente accessibili alle persone disabili le proprie strutture. La FAY ha messo a disposizione sei 2.4 e tre barche per gli allenatori.

(altro…)

Kim Andersen è il nuovo Presidente di World Sailing

Kim Andersen, danese di 59 anni, è il nuovo Presidente di World Sailing, la federvela mondiale. E’ stato eletto domenica 13 febbraio 2016, nel corso dell’Annual Conference.

world_sailing

Dopo la prima votazione nessuno dei tre candidati – il Presidente in carica Carlo Croce, Paul Henderson e lo stesso Andersen – aveva raggiunto il 50 per cento dei voti necessari per l’elezione diretta. Si è così andati al ballottaggio tra Croce ed Andersen, con quest’ultimo che ha preso i voti di Henderson ed è stato quindi eletto come nuovo Presidente di World Sailing sconfiggendo Croce per 52 voti a 46.

I sette Vice-Presidenti votati dai World Sailing’s Member National Authorities che raggiungono il nuovo Presidente nel Board of Directors sono:

Jan Dawson (NZL)
Torben Grael (BRA)
Gary Jobson (USA)
Quanhai Li (CHN)
W Scott Perry (URU)
Ana Sanchez (ESP)
Nadine Stegenwalner (GER)

Santiago Lange, Hannah Mills e Saskia Clark sono i Rolex World Sailor of the Year 2016

L’8 novembre 2016 a Barcellona, in Spagna, nel corso delle classiche riunioni annuali di World Sailing, la federvela mondiale, sono stati consegnati i Rolex World Sailor of the Year 2016, gli ambiti trofei che premiano i migliori velisti dell’anno.

Who what where when why

Who what where when why

A vincere il premio nella categoria maschile è stato l’argentino Santiago Lange, che assieme alla prodiera Cecilia Carranza ha conquistato una fantastica medaglia d’oro alle Olimpiadi di Rio de Janeiro nell’ambito del catamarano Nacra 17, mentre per quanto riguarda la categoria femminile, il trofeo è stato assegnato alle inglesi Hannah Mills e Saskia Clark, anche loro vincitrici di un oro olimpico in Brasile, ma nella classe 470.

www.sailing.org

Il regolamento di regata 2017-2020 in un’APP

World Sailing e la RYA, Royal Yachting Association, hanno annunciato il lancio della nuova applicazione World Sailing App.

regolamento-di-regata-applicazione

Utilizzando la tecnologia eBook e la competenza della RYA, che nel corso degli ultimi sei anni ha pubblicato una libreria completa di libri elettronici interattivi, la World Sailing App sarà un punto di riferimento per il regolamento di regata 2017-2020 e i documenti associati per i regatanti di tutto il mondo.

Oltre al regolamento di regata, la app includerà anche altri documenti quando saranno disponibili:

  • World Sailing Case Book
  • RYA Case Book
  • World Sailing Q&As
  • Team Racing Call Book
  • Match Racing Call Book
  • Offshore Special Regulations

La pagina dedicata su www.rya.org.uk

World Sailing nomina Massimo Dighe come Para World Sailing Manager

24 maggio 2016 – Massimo Dighe, velista paralimpico a Londra 2012, è stato nominato come Para World Sailing Manager per il World Sailing, ex ISAF, l’ente che sovrintende a livello mondiale allo spot vela.

Massimo Dighe

Massimo ha partecipato alle olimpiadi di Londra 2012 sul Sonar in equipaggio con Antonio Squizzato Paola Protopapa. Dopo Londra 2012 è entrato nel consiglio dell’IFDS e nel 2015 è diventato delegato nel Para World Sailing Committee.

Inizierà a lavorare presso l’Ufficio esecutivo del World Sailing ai primi di luglio e sarà responsabile per la promozione e lo sviluppo della vela paralimpica con l’obiettivo di reintegrarla ai Giochi del 2024.

Inoltre sarà responsabile di gestire e costruire le relazioni chiave tra World Sailing e l’IPC, International Paralympic Committee, integrando il Para World Sailing nel Sailing World Cup e supportando lo sviluppo di programmi per lo sport attraverso azioni di crescita.

Massimo Dighe ha dichiarato: “La decisione del Comitato Paralimpico Internazionale per rimuovere la vela dai Giochi Paralimpici di Tokyo 2020 ha scosso lo sport. Da allora World Sailing e il Para World Sailing Committee hanno lavorato duramente per far tornare la vela nel programma paralimpico.

C’è molto lavoro da fare ancora per raggiungere questo risultato e riportare la vela dove merita: sono emozionato e pronto a raccogliere questa sfida.”

Via | www.sailing.org