Campionato Italiano Vela d’Altura 2016 – Primo giorno di regate

luglio 28, 2016 | By Mistro
1

27 luglio 2016 – E’ iniziato a Palermo il Campionato Italiano Assoluto Vela d’Altura – Trofeo Diesse. Dopo due prove disputate con un vento di 6-8 nodi BeWild di Renzo Grottesi (Swan 42) è in testa nel Gruppo A e XSita di Trino Barnabò (X35) guida il Gruppo B.

Italiano ORC 2016 day 1 ph Taccola 02

Italiano ORC 2016 day 1 ph Taccola 02
Immagine 2 di 17

Grazie a una giornata di sole e vento leggero ma costante sui 6-8 nodi da Nord-Nord Est, il Comitato di Regata guidato da Alfredo Ricci ha potuto far disputare due regate. Uscite dal porto alle 12, le 70 barche del campionato (record storico di partecipazione all’evento) sono rientrate alla base, nel porticciolo de La Cala, solo alle 18. Sei ore di mare, di regate, manovre e caccia al titolo italiano. Le regate sono state ben visibili dal lungomare palermitano. Un equipaggio ha salvato una tartaruga marina trovata in mare in difficoltà impigliata in una rete.

Le classifiche dei due Gruppi hanno i primi leader e si delineano anche i duelli nelle varie categorie. La flotta è divisa in Gruppo A, le barche di dimensioni maggiori (12-15 metri) che comprende le Classi 0, 1 e 2 (ciascuna delle quali avrà una propria classifica e il relativo titolo italiano); e Gruppo B (9-11 metri) con le Classi 3, 4 e 5. Ogni Classe ha poi due raggruppamenti al proprio interno: Crociera e Regata, secondo l’allestimento e le prestazioni.

Nel Gruppo A in testa dopo due prove (entrambe vinte) c’è lo Swan 42 BeWild di Renzo Grottesi (CV Portocivitanova) con a bordo Sandro Montefusco, davanti all’X-41 Sideracordis di Pier Vettor Grimani (CDV Venezia), un 2° e un 4° di giornata, e al terzo posto il Vismara 46 Duende Aeronautica Militare di Raffaele Giannetti (CN Riva di Traiano) che ha a bordo Giancarlo Simeoli, l’ex olimpico di Finn Emanuele Vaccari e giovani delle classi olimpiche come Francesca Komatar e Niccolò Bertola.

Nel Gruppo B al comando c’è l’X35OD Xsita di Trino Barnabò (YC Aregai), con un 6° e un 3°, al secondo posto Il Grand Soleil 37B Sagola Biotrading di Beppe Fornich (YC Favignana), con un 5° e un 4°, e al terzo l’Italia 9,98 Lauria di Marco Balicco (YC Chiavari) con a bordo Gabriele Bruni e Matteo Ivaldi.

Fabrizio Gagliardi (Consigliere Federale con delega alla vela d’altura): “Un ottimo inizio per questo Campionato Italiano Assoluto di Vela d’Altura qui a Palermo: grande successo di partecipazione, con numeri mai visti negli ultimi anni, ma soprattutto ottimo il livello delle barche e degli equipaggi in regata. Oggi sono state disputate due prove, il vento non è stato troppo ma sufficiente per gareggiare, si sono visti subito i veri valori in campo, con i migliori subito davanti in classifica. E’ stato un ottimo inizio anche per la macchina organizzativa e per il Comitato di Regata, che ha gestito bene le due prove, in cui tutto è andato per il meglio. Da segnalare che oggi c’è stato molto fermento e curiosità per il salvataggio di una tartaruga che era rimasta impigliata in una rete e che è stata liberata, e consegnata agli uomini della Capitaneria, grazie all’intervento di un equipaggio.”

Gigi Masturzo (tattico Be Wild): “Oggi per noi è stata una giornata molto positiva, al momento siamo al vertice della classifica, quindi l’inizio è stato ottimo, e contiamo di proseguire così. Palermo ha subito offerto delle splendide condizioni, con una grande giornata di mare e di sole, quindi meglio di così era davvero difficile iniziare.”

Classifiche complete su www.campionatoitalianoaltura2016.it

Comments: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

trackbacks:1

pingback from Le Tartarughe salvate dai velisti tornano in mare | VelaBlog Mistro ottobre 14, 2016