Tag name:Caterina Banti

Ruggero Tita e Caterina Banti Campioni Mondiali Nacra 17

Si è conclusa con la vittoria del titolo iridato per Ruggero Tita e Caterina Banti (SV Guardia di Finanza – CC Aniene) nei Nacra 17 la settimana del Campionato del Mondo a classi unificate di Aarhus, in Danimarca. Il Mondiale si aggiunge all’Europeo all’Italiano tutti vinti nel 2018!

Mondiali 2018 Aarhus 12-08-2018 01

Mondiali 2018 Aarhus 12-08-2018 01
Immagine 1 di 5

Un titolo conquistato dopo tredici dure prove. Partiti in testa si sono ad un certo punto trovati fuori dai migliori dieci a metà settimana, e poi due ultime giornate brillanti, degne di quello che hanno dimostrato essere nell’ultimo anno, li hanno riportati in testa.

Ruggero Tita: “E’ fantastico concludere così con la vittoria mondiale, un anno in cui abbiamo vinto tutti gli eventi importanti! L’anno scorso l’abbiamo perso all’ultima prova e ci ha lasciato l’amaro in bocca, ma rende ancora più bello questo momento”.

Caterina Banti: “Non ci sono segreti per noi, non abbiamo trucchi, abbiamo vinto tutto perchè amiamo quello che facciamo, ci divertiamo in barca e ci alleniamo il più possibile cercando di fare del nostro meglio in regata”.

(altro…)

Ruggero Tita e Caterina Banti Campioni Europei nei Nacra 17

Ruggero Tita con Caterina Banti (SV Guardia di Finanza/CC Aniene) si riconfermano Campioni Europei nella classe Nacra 17 a Gdynia in Polonia. La squadra azzurra – come a Palma a marzo e a Hyeres per la World Cup – conquistano il titolo prima della Medal Race.

01-con_coaches

01-con_coaches
Immagine 1 di 8

La medaglia d’argento va agli spagnoli Fernando Echavarri e Tara Pacheco, e il bronzo ai danesi Lin Conholt e Cp Lübeck. I secondi overall sono i neozelandesi, con ragazza al timone, Gemma Jones con Jason Saunders, 13 punti dietro ai nostri campioni azzurri. Lorenzo Bressani con Cecilia Zorzi (CC Aniene/Marina Militare) sono sesti nella classifica europea e decimi nella generale con due terzi e un secondo posto conquistati nella settimana.

Ma non finiscono qui i Campioni Europei nel catamarano volante olimpico, anche Gianluigi Ugolini con Maria Giubilei (Compagnia della Vela Roma/CV Ventotene) conquistano la vittoria a Gdynia, nella classifica Under 23, nel campionato continentale sono undicesimi e 15esimi in overall.

“Abbiamo affrontato la Medal Race cercando di controllare i neozelandesi, è stata dura perché arrivavano raffiche da ogni parte – commenta un entusiasta Ruggero Tita – le condizioni sono state difficili da interpretare per tutta la settimana. Siamo davvero contenti, due titoli di fila è fantastico, di più non si poteva chiedere!”

“Siamo stati bravi – dichiara a fine Medal la prodiera Caterina Banti – io poi avevo un ginocchio davvero molto dolorante e gli unici a saperlo eravamo io e il nostro coach Gabriele Bruni, non l’abbiamo detto neanche a Ruggero, dopo questo Campionato per me seguirà un periodo di riposo e ripresa, ma sono troppo felice adesso!”

(altro…)

Hyères, World Cup Series – Ancora Oro per Ruggero Tita e Caterina Banti nei Nacra 17

World Cup Series 2018 Hyères D2 01

World Cup Series 2018 Hyères D2 01
Immagine 1 di 23

Sabato 28 aprile 2018 – Si è conclusa la prima parte della World Cup Series di Hyères, con alcune Medal Race in programma e la conclusione delle regate di qualificazione delle derive. Il vento molto leggero è stato il protagonista delle prove a punteggio doppio delle classi veloci e la paralimpica 2.4 norlin OD.

I primi a partire sono stati i 2.4 e qui un OCS ha subito bloccato il nostro Antonio Squizzato (SC Garda – Salò) che iniziava da secondo, ma ha poi concluso in quarta posizione; Stefano Garganico (LNI Milano) termina la settimana settimo con un bel quarto nella Medal Race. Vince nella classe paralimpica il solito francese Damien Seguin.

Nei 49er e 49erFX non avevamo equipaggi in gara. Negli uomini vincono i polacchi Dominik Buksak e Szymon Wierzbicki seguiti da due equipaggi neozelandesi, Logan Dunning Beck e Oscar Gunn e Josh Porebski con Trent Rippey. Nelle ragazze vince l’oro un altro equipaggio kiwi, Alexandra Maloney e Molly Meech, seguite dalle danesi Ida Marie Baad Nielsen Marie Thusgaard Olsen e dalle medaglie di bronzo Victoria Travascio e Maria Branz (ARG).

Nei Nacra 17 tre equipaggi azzurri in gara: oltre a Ruggero Tita e Caterina Banti (SV Guardia di Finanza/CC Aniene) che avevano vinto con una prova di anticipo, in partenza con vento intorno ai 3/4 nodi che rende i catamarani volanti goffi e appesantiti, c’erano Vittorio Bissaro e Maelle Frascari (GS Fiamme Azzurre / CC Aniene) che correvano per difendere la terza posizione e Lorenzo Bressani con Cecilia Zorzi (CC Aniene / Marina Militare) decimi. Questi ultimi hanno avuto la loro migliore prova della settimana finendo secondi e salendo di un posto nella classifica generale. A vincere la Medal race gli spagnoli Iker Martinez e Olga Maslivets che riescono così a rubare a Bissaro / Frascari – ottavi nella Medal – la medaglia di bronzo. Restano in seconda posizione per il discreto vantaggio costruito in settimana, i britannici Ben Saxton con Nicola Boniface.

(altro…)

Trofeo Princesa Sofia 2018 – Due podi per l’Italia

Palma di Maiorca, Spagna – 7 aprile 2018 – Ruggero Tita e Caterina Banti, l’equipaggio del catamarano olimpico misto, nonostante la vittoria con una giornata di anticipo hanno partecipato comunque alla Medal Race per provare a vincere il Trofeo Princesa Sofia destinato all’equipaggio con il minor punteggio su tutte le prove.

Tartaglini Tita Banti

Ruggero Tita e Caterina Banti hanno chiuso ottavi l’ultima prova, Lorenzo Bressani e Cecilia Zorzi sesti per finire con un bel quinto in generale. Dietro a Tita – Banti ci sono i britannici Campioni del Mondo in carica Ben Saxton e Nicola Boniface e gli spagnoli Fernando Echavarri – Tara Pacheco.

Flavia Tartaglini chiude una settimana che dimostra ancora una volta la sua grande maturità sul campo. Iniziata in sordina è riuscita negli ultimi giorni a costruire un vantaggio sul resto della flotta. Settima in Medal Race riporta in Italia la medaglia di bronzo dietro alla cinese Pei Na Chen, argento, e all’olandese Lilian De Deus, oro.

Grande miglioramento registrato da Alessio Spadoni (CC Aniene) nei Finn. Durante la settimana è stato sempre tra i migliori, una giornata ha anche chiuso in terza posizione dietro al vincitore – e dominatore indiscusso della classe – Giles Scott, e chiude in 11esima posizione, a soli cinque punti dalla Medal Race.

Tre dei cinque equipaggi italiani di 49er si trovano intorno al 20esimo posto raccolti in 10 punti: Jacopo Plazzi Marzotto e Andrea Tesei (CC Aniene) 18esimi a 162 punti, Uberto Crivelli Visconti e Gianmarco Togni (Marina Militare), ventesimi a 167.4 e Pietro Sibello e Giacomo Cavalli (CNAM Alassio/CV Gargnano) ventunesimi con 172. Sibello era venuto a Palma per riprovare il piacere di regatare con il 49er e si augurava di entrare in gold fleet, obiettivo che ha ampiamente raggiunto. Silvia Zennaro (SV Guardia di Finanza) che termina la regata nella baia di Palma al 19esimo posto a causa di due ultime giornate non brillanti.

Classifiche complete su www.trofeoprincesasofia.org

Trofeo Princesa Sofia – Ruggero Tita e Caterina Banti primi nei Nacra 17

Palma di Maiorca, Spagna – 6 aprile 2018 – Ruggero Tita e Caterina Banti (SV Guardia di Finanza/CC Aniene) vincono con un giorno di anticipo la regata nella classe Nacra 17 con ben 34 punti di vantaggio sui britannici, Campioni del Mondo in caria, Ben Saxton/NIcola Boniface.

Ruggero Tita e Caterina Banti Princesa Sofia 2018

1, 4 e 3 i risultati con cui oggi chiudono le regate di flotta, ma prenderanno parte comunque domani alla Medal Race per provare a conquistare il Trofeo Princesa Sofia che va all’equipaggio con meno punti tra tutte le classi.

Gabriele Bruni, tecnico del catamarano olimpico dichiara: “Sono molto contento per la grande prova di maturità che hanno dimostrato Ruggero e Caterina tutta la settimana, sono stati molto consistenti in ogni momento della regata, davvero una grande prova di esperienza per loro che hanno saputo sostenere la tensione di un evento importante. Stamattina andavano in acqua con 7 punti di vantaggio su Saxton/Bonaface, e nonostante la giornata non partisse bene per il vento che saltava e quindi con un campo insidioso, erano tranquilli. Hanno regatato controllando gli inglesi, ma anche facendo la loro regata, soprattutto dopo prima prova in cui loro hanno vinto e Saxton/Boniface hanno scartato un 18esimo posto, appunto per un salto di vento. Sono molto contenti e cmq non è finita qui, domani vogliono provare a vincere il Trofeo Princesa Sofia con la Medal Race.”

Ruggero Tita e Caterina Banti oro nel Nacra17 foil al Campionato Europeo 2017

4 luglio 2017 – Ruggero Tita e Caterina Banti conquistano l’oro nel Nacra 17 foil al Campionato Europeo a Kiel, in Germania. Jacopo Plazzi e Andrea Tesei sono bronzo nei 49er.

01-europeo_kiel_nacra17_tita_banti_vittoria_02

01-europeo_kiel_nacra17_tita_banti_vittoria_02
Immagine 1 di 12

Caterina Banti qualche mese fa era stata messa alla gogna, in modo abbastanza indegno per delle testate giornalistiche specializzate, per avere lasciato Lorenzo Bressani per passare a fare la prodiera in equipaggio con Ruggero Tita. Evidentemente aveva ragione lei e aveva visto lontano.

Per la giornata conclusiva del Campionato Europeo Nacra17, 49er e 49erFX le condizioni si sono presentate da vero nord Europa. Vento oltre 25 nodi con passaggio di temporali nella mattinata: delle nove regate previste, le Theatre Races vicine a riva che sostituivano qui la classica Medal Race – tre per ogni classe – se ne sono disputate solo 3, quelle della classe Nacra17 con condizioni di vento davvero al limite.

Ruggero Tita (Sez. Vela Guardia di Finanza) con Caterina Banti (CC Aniene) partivano come leader della classifica a dieci punti dai secondi, i danesi Christiansen/Lübeck, e pochi di più dai terzi, gli spagnoli Echavarri/Pacheco: tutto poteva ancora succedere. Ma l’equipaggio italiano, se pur messo a dura prova dagli avversari oggi, ha potuto conquistare la medaglia d’oro grazie ad una settimana di risultati molto costanti. Dietro agli italiani troviamo gli spagnoli Echavarri/Pacheco e i danesi Christiansen/Lübeck.

(altro…)