Tag name:Maxi Yacht Rolex Cup

Maxi Yacht Rolex Cup 2019 – Classifiche e Foto

Porto Cervo, 7 settembre 2019. Si è conclusa con un’altra splendida giornata di regate l’edizione numero 30 della Maxi Yacht Rolex Cup che ha visto presenti a Porto Cervo oltre 50 barche. La manifestazione è organizzata dallo Yacht Club Costa Smeralda con il supporto del Title sponsor Rolex e dell’International Maxi Association.

Maxi Yacht Rolex Cup 2019 day 5 01

Maxi Yacht Rolex Cup 2019 day 5 01
Immagine 1 di 16

I vincitori finali delle otto classi in cui è stata suddivisa la flotta sono: Cannonball (Mini Maxi R1), SuperNikka (Mini Maxi R2), Flow (Mini Maxi RC), H2O (Mini Maxi CR), Highland Fling XI (Maxi Racer), Nefertiti (Maxi RC), Velsheda (Super Maxi), Lyra (Wally Class).

Un limpido sole di settembre e un gentile vento di Maestrale tra i 12 e 15 nodi hanno regalato a partecipanti e spettatori un’altra piacevole giornata nel mare della Costa Smeralda e dell’Arcipelago di La Maddalena.

La Wally Class ha svolto due prove a bastone su un campo dedicato, vinte entrambe da Lyra seguita da Galateia, tutte le altre classi hanno regatato su un percorso costiero che prevedeva la circumnavigazione in senso antiorario di La Maddalena e Caprera per fare rientro a Porto Cervo attraverso il passo delle Bisce per un totale di 25.5 miglia. Le sole classi Maxi Racer e Mini Maxi R1 hanno allungato il medesimo percorso a 29 miglia, lasciandosi a sinistra l’isolotto di Barrettinelli di fuori per poi scendere anch’esse nel canale tra Spargi e La Maddalena. In molte classi la classifica finale è cortissima, in ben quattro di esse il vincitore è stato decretato dalla classifica avulsa, essendoci due barche a pari punti, a dimostrazione dell’alto livello agonistico della flotta.

(altro…)

Maxi Yacht Rolex Cup 2019 – Quarto Giorno di Regate

Porto Cervo, 6 settembre 2019. 30^ edizione della Maxi Yacht Rolex Cup, organizzata dallo Yacht Club Costa Smeralda con il supporto del Title sponsor Rolex e dell’International Maxi Association.

Maxi Yacht Rolex Cup 2019 day 4 04

Maxi Yacht Rolex Cup 2019 day 4 04
Immagine 1 di 46

Il protagonista assoluto di giornata è stato il Maestrale, che ha soffiato con raffiche oltre i 25 nodi spingendo i maxi al massimo delle loro prestazioni, uno spettacolo eccezionale da vedere e tanta adrenalina per gli equipaggi.

La categoria dei Maxi Racer 1 ha regatato su un percorso a bastone mentre per tutte le altre classi il Comitato di Regata ha predisposto un percorso costiero che ha portato la flotta di bolina attraverso il passo delle Bisce fino alla secca di Tre Monti da lasciare a dritta. Da qui al lasco fino all’isolotto dei Monaci da lasciare a dritta, poi di bolina larga a una boa davanti a Porto Cervo per scendere infine a circumnavigare le isole di Mortorio e Soffi e fare ritorno a Porto Cervo. Le miglia totali sono state 32 per le classi Wally, Maxi Racer – Mini Maxi Racer/Cruiser e Super Maxi, per le altre il percorso era leggermente accorciato sul ritorno verso l’arrivo, per un totale di 28 miglia.

I vincitori di giornata sono stati: Jethou di Peter Odgen (Mini Maxi R1), SuperNikka di Roberto Lacorte (Mini Maxi R2), Flow di Stephen Cucchiaro (Mini Maxi RC), H20 del socio YCCS Riccardo De Michele (Mini Maxi CR), Rambler 88 di George David (Maxi Racing), Gibian del socio YCCS Armando Grandi (Maxi RC), il J Class Velsheda (Super Maxi) e il WallyCento Galateia di David M. Leuschen (Wally Class).

(altro…)

Maxi Yacht Rolex Cup 2019 – Terzo Giorno di Regate

Porto Cervo, 4 settembre 2019. Terzo giorno di regata a Porto Cervo per la 30^ edizione della Maxi Yacht Rolex Cup, manifestazione organizzata dallo Yacht Club Costa Smeralda con il supporto del Title sponsor Rolex e dell’International Maxi Association.

Maxi Yacht Rolex Cup 2019 day 3 01

Maxi Yacht Rolex Cup 2019 day 3 01
Immagine 1 di 46

La flotta di oltre 50 maxi presenti è stata accolta sulla linea di partenza da un Grecale di 14/15 nodi che, come sempre in questo tratto di costa, ha sollevato un’onda ripida che i Maxi hanno cavalcato offrendo un grande spettacolo nelle prime fasi del percorso.

Mentre la Wally Class ha svolto due prove a bastone su un campo di regata a parte, il resto della flotta è stato impegnato su un percorso costiero che prevedeva il periplo dell’Arcipelago di La Maddalena in senso orario dopo aver lasciato a sinistra l’isolotto dei Monaci, quindi la secca di Tre Monti a destra prima di far rotta nel canale di La Maddalena. Maxi Racer, Super Maxi – dove regatano i due J Class – e Maxi Racer/Cruiser hanno lasciato a dritta il faro di Barrettinelli prima di scendere al lasco lungo la costa settentrionale di La Maddalena e Caprera, per un percorso totale di 34,5 miglia. Tutte le altre classi hanno invece compiuto il solo periplo di La Maddalena e Caprera. Nel corso della giornata il vento è andato a calare, costringendo il Comitato di Regata a ridurre il percorso sulla rotta per Porto Cervo al passaggio dei Monaci per gran parte della flotta, con l’esclusione dei Mini Maxi Racer1 e dei Maxi Racer.

I vincitori di giornata nelle 8 categorie sono: Cannonball del socio YCCS Dario Ferrari (Mini Maxi R1), Spectre di Peter Dubens (Mini Maxi R2), lo Swan 601 Lorina (Mini Maxi RC), Kiwi di Mario Pesaresi (Mini Maxi CR), l’R/P 82 Highland Fling XI (Maxi Racing), il Cookson 85 Vera (Maxi RC), il J Class Velsheda (Supermaxi), Lyra di Terry Hui (Wally Class).

(altro…)

Maxi Yacht Rolex Cup 2019 – Secondo Giorno di Regate

Porto Cervo, 3 settembre 2019. Secondo giorno di regata a Porto Cervo per la 30^ edizione della Maxi Yacht Rolex Cup, manifestazione organizzata dallo Yacht Club Costa Smeralda con il supporto del Title sponsor Rolex e dell’International Maxi Association.

Maxi Yacht Rolex Cup 2019 day 2 01

Maxi Yacht Rolex Cup 2019 day 2 01
Immagine 1 di 46

Il vento da nordovest in rotazione a nord è stato leggero, 8 – 10 nodi con locali rinforzi fino a 13 nodi. Un’aria leggera ma sufficiente a fare disputare regolarmente alle 50 imbarcazioni presenti le prove in programma: due regate a bastone di circa 8 miglia ciascuna per le classi Mini Maxi Racer/Cruiser e Mini Maxi Cruiser/Racer, mentre tutti gli altri hanno disputato una prova costiera di lunghezza compresa tra le 27 e le 35,5 miglia in funzione della categoria dell’imbarcazione. Dopo la partenza, la flotta si è diretta verso l’isolotto dei Monaci, lo ha lasciato a sinistra per scendere nel golfo delle Saline, lasciare a sinistra la secca di Tre Monti, attraversare il passo delle Bisce e scendere a doppiare le isole di Mortorio e Soffi per far poi ritorno a Porto Cervo.

I vincitori di giornata nelle singole classi sono stati: Cannonball del socio YCCS Dario Ferrari (Mini Maxi R1), SuperNikka di Roberto Lacorte (Mini Maxi R2), Flow di Stephen Cucchiaro (Mini Maxi RC), H2O di Riccardo De Michele e Lunz am Meer (Mini Maxi CR), l’R/P 82 Highland Fling XI (Maxi Racing), il Cookson 85 Vera (Maxi RC), il J Class Topaz (Supermaxi) e Lyra di Terry Hui (Wally Class).

Info e classifiche complete su www.yccs.it

Maxi Yacht Rolex Cup 2019 – Primo Giorno di Regate

È ufficialmente iniziata a Porto Cervo l’edizione numero 30 della Maxi Yacht Rolex Cup.

Maxi Yacht Rolex Cup 2019 day 1 01

Maxi Yacht Rolex Cup 2019 day 1 01
Immagine 1 di 46

Organizzata dallo Yacht Club Costa Smeralda con il supporto del Title sponsor Rolex e dell’International Maxi Association, la manifestazione vede radunati sulle banchine di Porto Cervo ben 53 maxi yacht di lunghezze variabili tra i 18,30 e i 42 metri, provenienti da 17 nazioni. Sei yacht sono presenti per partecipare agli eventi sociali, tra cui la cena Rolex per gli armatori il 6 settembre e il crew party organizzato dallo Yacht Club Costa Smeralda per la sera del 5 settembre.

Il programma della 30^ edizione prevede 5 giorni di regate sui celeberrimi percorsi costieri tra le isole dell’Arcipelago di La Maddalena per cui le regate dello Yacht Club Costa Smeralda sono famose a livello internazionale. Per alcune classi sono inoltre previste prove più tecniche su percorsi a bastone, mentre per tutti la giornata di giovedì 5 settembre sarà di riposo oppure verrà utilizzata per l’eventuale recupero di prove non svolte.

Il primo giorno di regata è stato all’insegna delle migliori condizioni di vento. Alle 12 puntuali il segnale di avviso ha dato inizio alle prove sui due campi di regata con le partenze davanti a Porto Cervo con vento da nordovest che dai 12 nodi iniziali è andato a salire fino a 22/23 nodi.

Per la classe Maxi Racer 1, il programma prevedeva due prove a bastone vinte rispettivamente da Vesper e Jethou. Il vento dagli iniziali 12 nodi è salito fino a 18 nel corso della seconda prova. Questi racer molto tecnici, condotti da equipaggi professionistici a supporto dell’owner driver, hanno dato vita a belle regate con frequenti cambi di posizione dovuti ai leggeri salti di vento e cambi di pressione sul percorso di circa 12 miglia complessive. Al termine della prima giornata è al comando Vesper dell’americano Jim Swartz con Gavin Brady alla tattica a 4 punti, seguito da Cannonball del socio YCCS Dario Ferrari con Ed Baird tattico, a 5 punti complessivi.

Tutte le altre classi hanno affrontato un percorso costiero di circa 30 miglia, allungato a 34,5 per i Maxi Racer e i Wally. La flotta, partita scaglionata, si è diretta di bolina attraverso il passo delle Bisce verso il canale di La Maddalena, isola che è stata doppiata dunque in senso orario per poi scendere al lasco lungo Caprera fino all’isolotto dei Monaci. Gli yacht più grandi e veloci sono passati esterni a Spargi, prima di issare le vele per le andature portanti e rientrare ai Monaci. Da qui i Mini Maxi Cruiser/Racer hanno proseguito verso Porto Cervo, mentre il resto della flotta è tornata di bolina larga verso la secca di Tre Monti, nel golfo delle Saline, quindi nuovamente attraverso il passo delle Bisce in poppa. Da qui a Porto Cervo la flotta ha dovuto affrontare una zona di bonaccia causata dalla transizione tra il Maestrale e la brezza termica da sudovest che si era formata sottovento alla terraferma.

I vincitori delle rispettive classi sono stati: SuperNikka di Roberto Lacorte (Mini Maxi R2), Wallyño di Benoit de Froidmont presidente IMA (Mini Maxi RC), Six Jaguar di Anthony Ball (Mini Maxi CR), Rambler 88 di George David (Maxi R), il SW RP90 All Smoke (Maxi RC), il J Class Topaz (Supermaxi), il WallyCento Magic Carpet Cubed del socio YCCS Sir Lindsay Owen-Jones (Wally Class).

Info e classifiche complete su www.yccs.it

Maxi Yacht Rolex Cup 2018 – Classifiche Finali e Foto

Maxi Yacht Rolex Cup 2018 01

Maxi Yacht Rolex Cup 2018 01
Immagine 1 di 27

Porto Cervo, 8 settembre 2018. La 29^ edizione della Maxi Yacht Rolex Cup & Rolex Maxi 72 Class World Championship, organizzata dallo Yacht Club Costa Smeralda in collaborazione con l’International Maxi Association e il Title sponsor Rolex, va in archivio con il consueto successo di partecipanti, 41 gli yacht in regata, e la soddisfazione per tutti di aver goduto di belle giornate di vela, grazie a un meteo che ha fatto le bizze solo nella giornata di martedì, quando l’instabilità ha costretto il Comitato di regata a rinviare le prove di giornata.

Oggi la flotta è stata impegnata in una regata costiera di circa 30 miglia con vento da nordovest che dai 9 nodi è gradualmente salito a 12 e l’ha portata a doppiare Spargi per far poi far ritorno a Porto Cervo.

La Wally Class ha svolto invece due prove a bastone, vinte rispettivamente dal Wallycento Tango e dal W80 Lyra che si conferma vincitore con un invidiabile “score” costituito due secondi posti come peggior risultato. Un debutto decisamente inaspettato per il nuovo armatore della barca, il canadese originario di Hong Kong Terry Hui: “Sono appena entrato in questo mondo e sto imparando molto, il mio più grande premio è stato quello di incontrare tutte queste belle persone, conoscere tanti altri armatori. Circa il mio debutto vincente penso di avere un ottimo team che ha compensato i miei errori e un pizzico di fortuna, sono stato davvero bene, regatare a Porto Cervo è bellissimo e lo YCCS è il massimo”.

(altro…)

Maxi Yacht Rolex Cup 2018 – Momo, Supernikka e H2o vincitori con una giornata di anticipo

Maxi Yacht Rolex Cup 7-8-2018 01

Maxi Yacht Rolex Cup 7-8-2018 01
Immagine 1 di 12

Porto Cervo, 7 settembre 2018 – Penultima giornata e vento di Maestrale fino a 20 nodi che ha permesso lo svolgimento di splendide regate per tutta la flotta di oltre 40 imbarcazioni iscritte alla Maxi Yacht Rolex Cup & Rolex Maxi 72 World Championship, organizzata dalla YCCS in associazione con IMA e il Title sponsor Rolex. Due prove a bastone per la Maxi 72 Class e una costiera di 35 miglia per le altre classi, ridotte a 30 per i Mini Maxi.

Il Maxi 72 Momo del socio YCCS Dieter Schoen, conquista il suo secondo titolo iridato con una giornata d’anticipo seguito da Cannonball, matematicamente vicecampione del Rolex Maxi 72 World Championship. “Da fuori sembra tutto facile – racconta il tattico Markus Wieser – ma non è così. Abbiamo lavorato molto per far si che tutto l’insieme funzionasse, abbiamo un afterguard molto forte con il supporto di Michele Ivaldi come navigatore, abbiamo Jordi Calafat che cura lo sviluppo vele. In questi ultimi tempi abbiamo investito molte risorse e posso dire che abbiamo un’ottima barca, un bell’equipaggio e un eccellente armatore. Momo chiuderà definitivamente il suo programma sportivo con la Rolex Middle Sea Race.

Vittorie con una giornata di anticipo alla Maxi Yacht Rolex Cup anche nella categoria Mini Maxi, in gruppo uno vince Supernikka di Roberto Lacorte, tattico Lorenzo Bressani, e in gruppo due la vittoria va ad H2O di Riccardo De Michele, tattico Lorenzo Bodini; entrambe riconfermano la Rolex Cup conquistata lo scorso anno. Una curiosità, entrambi i tattici sono triestini così come lo è Vasco Vascotto, tattico di Cannonball, oggi vincitore della seconda prova a bastone: “Matematicamente hanno vinto loro e noi siamo secondi, ma domani sarà comunque un’occasione per comprendere quali sono i nostri margini di miglioramento per arrivare al loro livello”.

(altro…)

Terzo giorno di Maxi Yacht Rolex Cup 2018

Maxi Yacht Rolex Cup 5-08-2018 01

Maxi Yacht Rolex Cup 5-08-2018 01
Immagine 1 di 12

Porto Cervo, 5 settembre 2018. Il terzo giorno della Maxi Yacht Rolex Cup & Rolex Maxi 72 World Championship ha visto un vento leggero dai quadranti orientali che ha consentito alla Wally Class di svolgere due prove a bastone al largo di Porto Cervo, mentre le restanti cinque classi hanno compiuto una regata costiera di 34 miglia, ridotte a 31 per i Mini Maxi, che ha portato gli yacht a compiere il periplo in senso antiorario delle isole di Caprera e di La Maddalena.

Alle ore 11.30, con un vento di circa 8 nodi e mare piatto, il Comitato di regata ha iniziato puntuale la procedura di partenza per la classe Maxi 72, le barche più veloci, cui hanno fatto seguito le altre categorie in cui è suddivisa la flotta di oltre 40 yacht. Per tutti è stato fondamentale il primo lato di bolina fino alla boa di disimpegno, caratterizzato da oscillazioni e buchi di vento. Se inizialmente pareva favorevole la partenza a destra, è stato poi un salto del vento a sinistra, associato a un calo sui 6 nodi, a favorire le barche che avevano scelto di bordeggiare da quel lato. In tutte le classi, chi ha saputo girare in posizione favorevole il disimpegno ha poi beneficiato di una vittoria di giornata.

(altro…)

Maxi Yacht Rolex Cup – Primo giorno di regate

Porto Cervo, 3 settembre 2018. Maestrale tra i 12 e i 16 nodi, con qualche raffica a 18 nodi in alcuni punti del percorso costiero di circa 35 miglia nella prima giornata di Maxi Yacht Rolex Cup & Maxi 72 Rolex World Championship, evento organizzato dallo YCCS con il supporto dell’IMA e la collaborazione del Title sponsor Rolex.

Maxi Yacht Rolex Cup 2-08-2018 01

Maxi Yacht Rolex Cup 2-08-2018 01
Immagine 1 di 11

Oltre 40 i maxi presenti, impegnate tre delle sei classi. I Mini Maxi dei raggruppamenti 1 e 2 avevano un percorso molto simile ma leggermente più breve, mentre per i Maxi 72, che disputano il Campionato Mondiale, hanno affrontato due prove a bastone su un differente campo di regata.

La barca campione in carica, Momo, timonata dal socio YCCS Dieter Schoen con Marcus Wieser alla tattica ha subito piazzato una doppietta, seguita da un altro socio del Club, Dario Ferrari al timone di Cannonball con due secondi posti. In terza piazza a pari punti gli scafi americani Lucky e Proteus. Michele Ivaldi, navigatore su Momo, sintetizza l’ottimo esordio: “Abbiamo avuto una giornata perfetta, da incorniciare, sia per il nostro risultato che parla da solo che per le condizioni perfette, tipiche della Sardegna, maestralino e mare piatto! Sul nostro campo abbiamo avuto un vento dai 12 ai 16 nodi, con qualche salto a destra soprattutto nella seconda prova, condizioni ideali e gestibili. Abbiamo fatto due belle partenze che ci hanno dato la possibilità di ‘sviluppare i cavalli’ della nostra barca, la scelta vele è stata perfetta, la barca andava molto bene per cui siamo riusciti ad avere il controllo della regata fin dalla fine del primo lato di bolina, non potevamo iniziare meglio”.

(altro…)

Maxi Yacht Rolex Cup 2017, Classifiche Finali e Foto

Si è conclusa con successo presso lo Yacht Club Costa Smeralda la Maxi Yacht Rolex Cup & Rolex Maxi 72 World Championship

Maxi Yacht Rolex Cup 09 09 2017 Borlenghi 01

Maxi Yacht Rolex Cup 09 09 2017 Borlenghi 01
Immagine 1 di 18

Porto Cervo, 9 settembre 2017. Giornata conclusiva della 28^ Maxi Yacht Rolex Cup organizzata dallo Yacht Club Costa Smeralda in collaborazione con il Title sponsor Rolex e l’International Maxi Association.

Vincitori nelle rispettive divisioni della 28^ edizione della Maxi Yacht Rolex Cup sono Momo (Maxi 72), Ribelle (Supermaxi), Highland Fling XI (Maxi), Galateia (Wally), Jethou (Mini Maxi R), Supernikka (Mini Maxi RC1), H2O (Mini Maxi RC2).

L’ultima giornata della prestigiosa manifestazione ha visto le barche delle categorie Maxi72 e Mini Maxi Racer impegnate in prove tecniche tra le boe mentre il resto della flotta ha affrontato un percorso costiero nell’Arcipelago di La Maddalena. Il vento da nordovest, salito nel corso della regata fino a 14 nodi, ha successivamente lasciato il posto a un nuovo vento da sudest che ha creato una zona di bonaccia costringendo il Comitato ad accorciare la regata con un traguardo posto all’altezza di Capo d’Orso.

(altro…)