Tag name:Panerai Classic Yachts Challenge

Vele d’Epoca di Imperia 2018 – Classifiche e Foto

8 settembre 2018 – La flotta delle Vele d’Epoca di Imperia – Panerai Classic Yacht Challenge impegnata nel terzo giorno di regate. Il vento leggero ha consentito solo alle Big Boat di portare a termine la regata odierna.

Vele d'Epoca di Imperia 2018

Vele d'Epoca di Imperia 2018
Immagine 1 di 12

Immagini delle regate "Vele d'Epoca di Imperia 2019” Imperia, 5-9/09/2016 Photo ©Francesco & Roberta Rastrelli protected by Copyright Editorial use only for press release

Proseguono le regate delle Vele d’Epoca, con una battuta d’arresto per quasi tutte le Classi in regata con l’eccezione delle Big Boat, che hanno concluso regolarmente la prova odierna.

Il 15 metri S.I. del 1908, Mariska si conferma il public enemy, una regata perfetta finita con un tempo reale di 2h18min e si conferma in testa alla classifica generale dopo 3 prove.

Dietro di lei Cambria, la più grande della flotta e magnifico esemplare delle Big Boat Class del 1928 e seguita da Hallowe’en, un cutter Marconi ispirato alle linee dei 15 Metri S.I., che nello stesso anno del varo vinse il Fastnet stabilendo un record rimasto imbattuto. Il progettista Fife definì Hallowe’en “perfetta, un gioiello”.

Un tripletta dei progetti di William Fife! Il genio scozzese dei primi anni del Novecento. Mancato nel 1944, è appartenuto alla terza generazione di una famiglia di progettisti e costruttori scozzesi di yacht, il suo nome e la sua firma sono legati alle barche più importanti del suo periodo.

Le Vele proseguono a terra, con la serata dedicata ai fuochi d’artificio in attesa della parata di domani mattina (ore 10) che porterà l’intera flotta a dare il suo arrivederci alla città di Imperia. Lo start dell’ultima regata è previsto per le ore 12.

Le classifiche complete sul sito: veledepoca.com

Vele d’Epoca di Imperia 2018 – Secondo Giorno di Regata

7 settembre 2018 – La flotta delle Vele d’Epoca di Imperia – Panerai Classic Yachts Challenge impegnata nel secondo giorno di regate. Ottime le condizioni meteo con le barche partite regolarmente alle 12

Vele d'Epoca di Imperia 2018

Vele d'Epoca di Imperia 2018
Immagine 1 di 8

Immagini delle regate "Vele d'Epoca di Imperia 2019” Imperia, 5-9/09/2016 Photo ©Francesco & Roberta Rastrelli protected by Copyright Editorial use only for press release

L’appuntamento di Imperia si rivela sempre un evento nell’evento, con le banchine di Porto Maurizio popolate di regatanti, appassionati e semplici curiosi ad ammirare le signore del mare ormeggiate, che danno spettacolo. Placide e quiete a un’occhiata distratta, ma in acqua, capaci di regate combattute all’ultimo secondo.

Non bisogna farsi ingannare dal loro aspetto scintillante quando hanno le cime a terra, sono autentiche macchine da corsa, la maggior parte di esse rappresenta infatti la massima espressione della vela sportiva del loro periodo storico.

Le regate di oggi, sono partite regolarmente alle 12, con il primo segnale che ha visto lo start dei vari gruppi: prima le Big Boat e, a seguire, le barche più piccole per un percorso che le ha portate a girare la boa di bolina davanti a Cervo e quella di poppa davanti a Capo San Lorenzo, per un totale di una ventina di miglia per le grandi e circa 12 miglia per le piccole.
Percorso che ha impegnato le barche fino al primo pomeriggio, con la più veloce – Il Moro di Venezia I di Massimiliano Ferruzzi che ha impiegato 1h59m, primo in tempo reale e anche in compensato nella Classe dei Classici 1. Ottima prova, nei Classici 2, per il mitico Resolute Salmon, disegnato da Britton Chance è stato uno dei progetti più radicali degli anni Settanta.
Pessimi clienti – per il resto della Classe Aurici 1 – si sono rivelati ancora i NY 40 Olympian e Chinook arrivati sulla linea di arrivo con pochissimi minuti di distanza. Nelle Big Boat, ottima prova del 15 metri S.I Mariska che si conferma in testa dopo due giornate di regata.
Al rientro in porto, le classifiche della seconda giornata hanno visto i seguenti risultati di categoria, con ben poche variazioni nella zona alta della classifica.

(altro…)

Vele d’Epoca di Imperia – Primo Giorno di Regate

Vele d'Epoca di Imperia 2018

Vele d'Epoca di Imperia 2018
Immagine 1 di 8

Immagini delle regate "Vele d'Epoca di Imperia 2019” Imperia, 5-9/09/2016 Photo ©Francesco & Roberta Rastrelli protected by Copyright Editorial use only for press release

6 settembre 2018 – La flotta impegnata alle Vele d’Epoca di Imperia – Panerai Classic Yachts Challenge ha illuminato lo specchio di mare davanti alla cittadina ligure per la prima prova di giornata. Buone le condizioni meteo che hanno consentito il regolare svolgimento della regata

Il termine yacht deriva dalla espressione olandese “jaght” che significa cacciare. “Jaght schips” erano quindi chiamati quei mezzi navali di dimensioni ridotte da utilizzarsi per piccolo cabotaggio tanto per diporto che per operazioni belliche. Le prime regate si possono dunque datare alla seconda metà del 1600, quando Carlo II, allora sovrano di Inghilterra, si fece costruire il primo Yacht, Mary un 16 metri a bordo del quale non mancavano 10 cannoni! I cortigiani, per compiacere il sovrano, iniziarono subito a costruirsi imbarcazioni analoghe; da allora in avanti, sfidarsi per mare – senza utilizzare i cannoni – il passo è stato brevissimo.

Oggi, le imbarcazioni che partecipano alle regate per barche d’epoca e classiche vengono suddivise in tre categorie principali:

  • Yacht d’Epoca, quelli costruiti in legno o metallo, varati prima del 31 dicembre 1949
  • Yacht Classici costruiti in legno o metallo, varati entro il 31 dicembre 1975
  • Yacht Spirit of Tradition, ovvero quelle imbarcazioni che, pur realizzate con tecniche e materiali moderni, sono state costruite dopo il 1970 e che hanno un aspetto fedele a progetti tradizionali.

Altre categorie sono le Repliche di Yacht d’Epoca (scafi che, indipendentemente dal momento del varo, sono stati costruiti in conformità a progetti anteriori al 1950) e le Repliche di Yacht Classici (scafi che, indipendentemente dal momento del varo, sono stati costruiti in conformità a progetti anteriori al 1976).

Oggi in mare a Imperia, il ruolo di ‘prede’ è stato magnificamente interpretato dai NY 40 Spartan e Chinook – i cosiddetti ‘Fighting Forties’, cutter aurici di quasi 20 metri fuori tutto, scaturiti dalla matita di Nat Herreshoff – seguiti a pochi secondi dai velocissimi P Class Olympian e Chips, autori di un vero e proprio match race e che hanno girato le boe del percorso davanti a imbarcazioni ben più grandi di loro che, pur senza cannoni, hanno inseguito per tutta la regata.

Il colpo di cannone è stato dato puntuale alle 12:00 di questa mattina in condizioni meteo leggere – vento da levante di circa 7 nodi e pochissima onda che è andato in intensificazione nel primo pomeriggio, per poi calare sul finire di giornata – In ogni caso: cielo terso e una bellissima giornata di mare e sport.

La flotta, divisa in 8 classi (Big Boat – Classici 1 e 2 – Epoca Aurici 1 e 2, Spirit of Tradition, Epoca Marconi 1 e 2), dopo lo start delle 12:00 è stata impegnata su due percorsi differenti di 8 miglia – per le più grandi – e 5 miglia per le più piccole.

Al rientro in porto, le classifiche della prima giornata hanno visto i seguenti risultati di categoria:
Big Boat: Mariska
Classici 1: Il Moro di Venezia I
Classici 2: Resolute Salmon
Epoca Aurici 1: Olympian
Epoca Aurici 2: Viola
Epoca Marconi 1: Comet
Epoca Marconi 2: Jour de Fete
Spirit of Tradition: Dulcinea

Giochi ancora apertissimi, con le barche che hanno ancora 3 giornate di regata davanti prima di poter confermare i risultati. Il meteo per il weekend prevede qualche nuvola per la giornata di domani, e condizioni leggere per le prossime giornate. classifiche complete sul sito: veledepoca.com

Il calendario degli eventi a terra continua con la Cooking race a cura di Gambero Rosso – Città del Gusto Torino, alle 22 il suggestivo spettacolo delle Fontane Danzanti seguito dal concerto Live dei “The Wavers 51”.

Nate nel 1986 da una felice intuizione di Pier Franco Gavagnin, direttore di Portosole Sanremo, le Vele d’Epoca di Imperia sono diventate un appuntamento fondamentale delle regate classiche nel Mediterraneo. Al primo raduno parteciparono all’incirca 30 imbarcazioni, un numero importante che segnò il primo passo per la crescita esponenziale della manifestazione. Entrate a far parte di diversi Circuiti internazionali durante il corso degli anni, nel 2006 Officine Panerai diventa il Title Sponsor e decide di includere le Vele d’Epoca all’interno del Panerai Classic Yachts Challenge. Per l’edizione 2018, le Vele d’Epoca di Imperia, oltre al Title Sponsor Panerai, possono contare sul supporto di FCA – Alfa Romeo, BBBell, Frantoio Sant’Agata, Pommery e Toio. Per la parte in acqua le regate sono organizzate dallo Yacht Club Imperia mentre la logistica a terra e gli ormeggi, grazie alla collaborazione di GoImperia. Le Vele d’Epoca hanno il prezioso contributo della Camera di Commercio Riviere di Liguria, del Comune e di Regione Liguria con il Patrocinio della Marina Militare.

Vele d’Epoca – Panerai Classic Yachts Challenge 2018

La città di Imperia si prepara ad accogliere le oltre 50 signore del mare che per 5 giorni si daranno battaglia in acqua e faranno bella mostra di sé in banchina per l’edizione numero 20 delle Vele d’Epoca – Panerai Classic Yachts Challenge.

Panerai Transat Classique 2015 07

Panerai Transat Classique 2015 07
Immagine 1 di 39

La regata evento che tanto significa per Imperia e per la Liguria, è stata presentata nell’auditorium del museo del mare alla presenza di tanti giornalisti, istituzioni e ospiti. A fare gli onori di casa, il presidente di Assonautica Enrico Meini, affiancato dal Sindaco di Imperia, On. Claudio Scajola, che ha illustrato i punti cardinali dell’edizione 2018.

Oltre 50 le imbarcazioni attese a Imperia, un autentico museo a vele spiegate, a rappresentare la storia e l’evoluzione della vela nel secolo scorso. Quasi 100 anni separano infatti le più anziane dalle più giovani, con lo scettro della più ‘anziana’ – un titolo di merito in questo genere di regate – allo splendido 18 metri Tigris, del 1899, seguito a breve distanza dal ‘piccolo’ Kelpie (20 metri) e Moonbeam of Fife (30 metri) entrambe Classe 1903. Tra queste, un po’ di tutto, con autentiche pietre miliari della storia dello yachting come Jalina, classe 1946 che è stata la vincitrice della prima edizione della Giraglia del 1953, piuttosto che il leggendario Moro di Venezia I (1976), Vistona (1937), Oiseau de Feu (1937) o alcuni dei pezzi più pregiati della Marina Militare come Artica II (1956), Corsaro II (1960) e Stella Polare (1965).

(altro…)

Argentario Sailing Week 2018 – Risultati e Foto

Argentario – Quarto e ultimo giorno giorno di regate per la 19ma edizione dell’Argentario Sailing Week, evento organizzato dallo Yacht Club Santo Stefano in collaborazione con la maison fiorentina di alta orologeria Officine Panerai, seconda tappa del Circuito Mediterraneo del Panerai Classic Yachts Challenge.

Argentario Sailing Week 2018 01

Argentario Sailing Week 2018 01
Immagine 1 di 20

Ancora una giornata ideale dl punta di visto meteorologico con 16 – 18 nodi di vento da nord ovest per i 40 equipaggi provenienti da 11 nazioni che alle 11.00 in punto hanno attraversato, per l’ultima volta quest’anno, la linea di partenza dell’Argentario Sailing Week per contendersi la vittoria finale dell’evento.

Dalla classifica finale emergono le conferme delle posizioni già acquisite con autorevolezza nei giorni precedenti: Massimiliano Ferruzzi vince ancora una volta con il suo Il Moro di Venezia I nella categoria ‘Classici A’; Patrizio Bertelli a bordo di Linnet (con lui anche il fuoriclasse Pietro D’Alì) si conferma ai vertici della categoria Vintage Aurici per il terzo anno consecutivo, con una vittoria mai in discussione (tre primi posti e un secondo); il francese Karl Lion armatore di Tabasco V sale sul gradino più alto del podio nella categoria Spirit of Tradition. Nel corso della cerimonia di premiazione ai vincitori di queste tre categorie è stato consegnato un orologio Panerai.

ll fascino assoluto delle Signore del Mare ha sedotto anche due campionesse mondiali e olimpiche: oggi, infatti, a Porto Santo Stefano in banchina e poi in mare c’erano Alessandra Sensini e Flavia Tartaglini. Quest’ultima dopo aver ammirato 120 anni di storia della vela ormeggiati banchina, è uscita in gommone a seguire le regate dichiarando di voler essere assolutamente a bordo l’anno prossimo.
Alessandra Sensini, invece, ha regatato a bordo di Fjord II insieme a German Frers il progettista, tra l’altro, dei “Mori di Venezia”, ed è rientrata a terra entusiasta:”Per me è stata un’emozione incredibile – ha dichiarato una volta scesa raggiante da Fjord II al termine della regata odierna – è stata la mia prima volta a bordo di un’imbarcazione d’epoca. E’ davvero un altro modo di vivere il mare molto più coinvolgente, ancora più vicino alla natura, ma nello stesso tempo sempre con tanto agonismo. La loro bellezza, il fascino del legno, i rumori a bordo così diversi da quelli delle barche moderne, il lavoro di tutto l’equipaggio mi hanno regalato sensazioni uniche che ricorderò per sempre. Senza contare che a bordo c’erano tre generazioni della famiglia Frers, German Sr. al timone, Mani il figlio e German junior il nipote, oltre a Scott Perry vice presidente World Sailing, che è l’armatore della barca”.

I vincitori di categoria della quarta e ultima giornata dell’Argentario Sailing Week – Panerai Classic Yacht Challenge 2018
Spirit of Tradition:Tabasco V (Lion Karl); Classici A: Il Moro di Venezia I (Massimiliano Ferruzzi); Classici B: Sagittarius (Laffitte Thierry); Vintage Aurici: Linnet (Patrizio Bertelli); Vintage A: Comet (Woodward – Fisher); Vintage B: Cippino II (Daniel Seilecki); Big Boats: Hallowe’en (M. Cotter).

Classifiche complete su www.argentariosailingweek.it

Ardi, One Tonner barca scuola del Club Nautico Versilia al Panerai Classic Yachts Challenge

Ardi fra fascino e soddisfazioni è appena partita per una nuova avventura. Lo stupendo One Tonner, barca scuola e vanto per il Club Nautico Versilia, sarà grande protagonista a Mahon e a Cannes di due tappe del Panerai Classic Yachts Challenge 2017.

Ardi One Tonner Club Nautico Versilia 01

Ardi One Tonner Club Nautico Versilia 01
Immagine 1 di 5

Viareggio. Ardi, l’ex Kerkyra II, stupendo One Tonner e barca scuola del Club Nautico Versilia, ha appena mollato gli ormeggi viareggini in vista di una magnifica avventura che lo vedrà grande protagonista nelle acque spagnole di Mahon e in quelle francesi di Cannes in occasione delle ultime due tappe del Circuito del Mediterraneo del Panerai Classic Yachts Challenge 2017, iniziato a fine maggio con Les Voiles di Antibes e proseguito con l’Argentario Sailing Week di Porto Santo Stefano.

Dopo essere stato salutato da amici e soci nella serata di venerdì con un brindisi nelle sale del Club Nautico Versilia, oggi (sabato) alle ore 12.30, tolto il gran pavese e issata la randa, prima fra le barche ad uscire dal porto dopo la libecciata che aveva imperversato negli ultimi giorni, Ardi, realizzato dal cantiere di Brema Abeking & Rasmussen, progetto di Sparkman & Stephens varato nel 1968, ha lasciato la banchina del CNV per affrontare la traversata che lo porterà prima a Mahon dove parteciperà dal 29 agosto al 2 settembre alla XIV Copa Del Rey De Barcos de Epoca e poi a Cannes dove dal 26 al 30 settembre si svolgeranno le Régates Royales, entrambe manifestazioni di punta del principale circuito internazionale di regate per barche a vela d’epoca sponsorizzato da Officine Panerai, fondata nel 1860 a Firenze e da sempre impegnata nella promozione della cultura della vela classica (http://www.paneraiclassicyachtschallenge.com/it/regate/mahon-xii-copa-del-rey/#/informazioni
e http://www.paneraiclassicyachtschallenge.com/it/regate/cannes-regates-royales/#/informazioni).

(altro…)

Con le Régates Royales di Cannes termina il Panerai Classic Yacht Challenge 2016

SETTEMBRE 2016 – Con la conclusione delle Régates Royales di Cannes, ultimo appuntamento della stagione 2016, è terminata a Cannes la dodicesima edizione del Panerai Classic Yacht Challenge, il principale circuito internazionale riservato alle vele d’epoca.

Regates Royales di Cannes 2016 01

Regates Royales di Cannes 2016 01
Immagine 1 di 22

Oltre ottanta scafi tra i più belli della storia della vela si sono sfidati per aggiudicarsi gli orologi Panerai in premio per i vincitori dell’evento ed i Trofei destinati ai trionfatori della stagione. Le tre imbarcazioni che hanno scritto il proprio nome nell’Albo d’Oro del Circuito sono state Moonbeam IV nella categoria Big Boats, Chinook tra gli Yachts d’Epoca e Ganbare tra gli Yachts Classici.

Dopo le vittorie conseguite nel 2011, 2012 e 2015, il cutter aurico Moonbeam IV, un 35 metri varato nel 1914 presso il cantiere scozzese William Fife & Son, si è aggiudicato per la quarta volta il prestigioso titolo stagionale tra le Big Boats, conquistando un primato mai raggiunto precedentemente da nessuna altra imbarcazione. L’armatore francese Xavier Tancogne e lo skipper Mikaél Créac’h hanno anche festeggiato dieci anni da quando hanno deciso di fare tornare a navigare questa barca famosa, sulla quale si era svolta la luna di miele tra il Principe Ranieri di Monaco e la diva americana Grace Kelly. Nel 2016 Moonbeam IV, che fa base in Spagna e batte il guidone del Real Club Nautico di Palma di Maiorca, ha partecipato a tre delle quattro tappe stagionali. A Cannes ha vinto nella sua classe tutte e quattro le regate disputate, battendo altre titolate Big Boats come Moonbeam of Fife (1903), Hallowe’en (1926), Elena of London (2009) e Cambria (1928).

Miglior compleanno per i cento anni dal varo non poteva essere festeggiato dal cutter aurico Chinook, sceso in mare nel 1916 presso il cantiere americano Herreshoff. Questa barca lunga 19,80 metri è uno dei quattro NY40 (New York 40) naviganti al mondo sui 14 realizzati tra il 1916 e il 1926 ed ha iscritto per la seconda volta il proprio nome nell’Albo d’Oro del Trofeo Panerai tra gli Yachts d’Epoca. Stavolta a vincere è stato l’armatore Paolo Zannoni, che nel 2015 aveva acquistato Chinook dall’inglese Graham Walker, già plurivincitore del Trofeo con Rowdy del 1916, anch’esso presente a Cannes. Quest’anno Chinook ha partecipato a tutte le tappe del circuito e corso in totale 14 regate, battendo altre aspiranti al titolo finale come il Q-Class Leonore del 1925 e la stessa Rowdy.

(altro…)

Vele d’Epoca di Imperia Panerai Classic Yachts Challenge 2016

Dal 7 all’11 settembre, A trent’anni dal primo raduno del 1986, Imperia ospiterà la diciannovesima edizione di Vele d’Epoca di Imperia, terza tappa Mediterranea del Panerai Classic Yachts Challenge, circuito internazionale di regate riservato alle imbarcazioni a vela d’epoca e classiche.

Panerai Transat Classique 2015 01

Panerai Transat Classique 2015 01
Immagine 1 di 39

Sono attese circa settanta imbarcazioni di lunghezza compresa tra 7 e 50 metri, costruite tra la fine dell’Ottocento e gli anni Duemila. Gli scafi, suddivisi nei raggruppamenti Big Boats, Epoca, Classici e Spirit of Tradition, saranno ormeggiate presso la banchina Calata Anselmi di Porto Maurizio.

Previste quattro regate, una al giorno, che si svolgeranno tra giovedì e domenica. Prima dell’ultima competizione in mare, le imbarcazioni sfileranno in parata all’interno del porto di Imperia Oneglia, mentre domenica pomeriggio si terrà la cerimonia di premiazione.

(altro…)

Conclusa la Argentario Sailing Week 2016

Maestrale protagonista dell’ultima giornata dell’Argentario Sailing Week, seconda tappa del Circuito Mediterraneo del Panerai Classic Yachts Challenge, organizzato dallo Yacht Club Santo Stefano.

Argentario Sailing Week 2016 01

Argentario Sailing Week 2016 01
Immagine 1 di 15

Grazie a un’altra giornata caratterizzata da condizioni meteo perfette con 14-16 nodi di vento da Nord Ovest e onda formata, le 40 signore del mare provenienti da 8 Nazioni hanno potuto completare la terza e ultima prova del programma navigando tra le boe per 17,3 miglia nel golfo dell’Argentario. Un percorso tecnico e impegnativo con lunghi lati alle diverse andature che è stato molto apprezzato dai concorrenti.

Successo per Linnet di Patrizio Bertelli nella categoria Vintage + 200 con a bordo Max Sirena, Vasco Donnini, Giulio Giovannella, Paolo Bassani, Giovanni Tognozzi e Giulio Bertelli; per Ivan Gardini, armatore e timoniere di Naif, nella categoria Classici – 160; Leonore con Mauro Pelaschier al timone nella classe Vintage – 160 con a bordo un super equipaggio tra cui il romano Enrico Passoni e gli ex di Coppa America Daniele Gabrielli e Mauro Piani. Nella classe Vintage – 200 il successo finale è di Skylark of 1937, mentre Madifra si impone nei Classici + 160 e Raindrop il Wianno di Yula Sambuy con Vittorio Mariani a bordo, è al primo posto nella categoria Spirit of Tradition.

(altro…)

Antigua Classic Yacht Regatta 2016, vince Janley

Si è conclusa con la vittoria di Janley, che ha ricevuto l’orologio Panerai in palio, la ventinovesima edizione della Antigua Classic Yacht Regatta, tenutasi ad Antigua dal 13 al 19 aprile.

Mary Rose sailing in the Antigua Classic Yacht Regatta, Cannon Race.

Mary Rose sailing in the Antigua Classic Yacht Regatta, Cannon Race.
Immagine 1 di 12

Mary Rose sailing in the Antigua Classic Yacht Regatta, Cannon Race.

Lo sloop bermudiano del 1948 ha vinto il prestigioso trofeo offerto dal marchio fiorentino di alta orologeria sportiva Officine Panerai superando quaranta imbarcazioni d’epoca tra le più belle al mondo ed ha così aggiunto il proprio nome all’albo d’oro del Panerai Classic Yachts Challenge 2016, il circuito internazionale di regate riservato alle barche a vela d’epoca e classiche, giunto quest’anno alla dodicesima edizione.

Janley è un modello di Pacific Cruising Class, uno sloop bermudiano lungo 14 metri costruito in mogano e quercia nel 1948 presso il cantiere Kettenburg di San Diego, in California. La barca ha regatato per molto tempo lungo la costa occidentale degli Stati Uniti e preso parte a competizioni importanti come la Transpac e la Lipton Cup.

Nel 2014 è stata acquistata dai nuovi armatori e sottoposta ad un importante restauro effettuato presso il locale cantiere Woodstock Boatbuilders.

(altro…)