Tag name:seascape

Bénéteau presenta il First 18 e il First 24

Seascape 24 01

Seascape 24 01
Immagine 1 di 4

Bénéteau ha portato al Salone di Newport, negli Stati Uniti, due “nuovi” modelli: Il First 18 e il First 24. Due barche frutto della recente acquisizione del cantiere francese della slovena Seascape.

In realtà non sono modelli nuovi ma sono due dei best-seller del cantiere sloveno, il Seascape 18 e il Seascape 24 rebrandizzati Beneteau e vestiti con la livrea dell’ultimo Figaro 3.

La loro integrazione nella gamma First è in fondo abbastanza logica perché corrisponde pienamente al DNA di questa gamma storica, barche a vela belle e veloci.

La linea First negli ultimi anni è stata un po’ trascurata da Beneteau, con l’integrazione di un 18 e un 24 piedi il cantiere espande il potenziale ai futuri armatori di barche entry level con il logo dell’ippocampo. Allo stesso tempo l’integrazione con Seascape dovrebbe incrementare le vendite di questo cantiere, che non è mai stato in grado di beneficiare della forza di una rete di distribuzione globale.

Non è chiaro se i due nuovi modelli saranno distribuiti a marchio Beneteau anche in Europa o se qui manterranno il marchio originale.

Le caratteristiche tecniche del Seascape 18

(altro…)

Il gruppo Bénéteau acquisisce il cantiere sloveno Seascape

Seascape 27 01

Seascape 27 01
Immagine 1 di 17

11 luglio 2018 – Il gruppo francese Beneteau, leader mondiale nel mercato velico, ha annunciato l’acquisizione del cantiere sloveno Seascape, produttore di barche a vela tra i 4 e gli 8 metri per un fatturato di 4,2 milioni di euro nel 2017. Grazie a questa operazione, formalizzata il 9 luglio, Beneteau completa la sua offerta in un segmento che negli ultimi anni aveva un tantino trascurato.

Questa acquisizione, il cui importo non è stato divulgato, rientra nel piano “Transform to Perform”, attuato da Hervé Gastinel, presidente di Bénéteau.

I 4 modelli del cantiere, Seascape 14, Seascape 18, Seascape 24 e Seascape 27 sono barche a vela sportive, accessibili e dal design molto accattivante, che combinano sensazione e velocità. Sono facili da usare e prevalentemente carrellabili. Modelli versatili, adatti anche a diversi programmi di navigazione, che si tratti di regate, giri in famiglia e raid avventurosi.

Questa acquisizione consente al Gruppo francese di offrire una gamma di piccoli yacht dedicati ai nuovi arrivati ​​e agli appassionati, più spesso giovani e neofiti.

I fondatori di Seascape sono Kristian Hajnsek e Andraz Mihelin sono due ex Ministi e la loro esperienza sarà fondamentale per lo sviluppo di nuovi modelli di barche performanti.

Video – Silverrudder – the challenge of the sea 2016

La Silverrudder è una regata per solitari di 130 miglia che fa il giro dell’isola di Funen, in Danimarca. Partenza e arrivo a Svendborg.

Il video è dedicato ai Seascape 18, 24 e 27, ma partecipano barche di tutti i tipi, dalla crociera, ai Mini, ai vari Monotipi. Anche diverse Folkboat.

Le barche sono divise in cinque categorie: Keelboats mini (18-25 piedi); Keelboats small (25,1-30 piedi); Keelboats medium (30,1-35 piedi); Keelboats large (35,1-40 piedi); Keelboats extra large (oltre 40 piedi); Multihull – small (18-28); Multihull – large (oltre 28).

Gli iscritti all’ultima edizione erano oltre 400 (nonostante il video sotto dica 360). Quasi 60 solo nella categoria delle barche più piccole, tra i 18 e i 25 piedi.

La regata è verso la fine di settembre. Le partenze vengono date in successione a partire dalle otto di mattina. I tempi impiegati sono tra le 24 e 48-50 ore.

Info su silverrudder.com

Seascape annuncia Seascape24

Seascape, che con il Seascape18 (ad oggi 350 scafi in acqua) e il Seascape27 ha avuto un notevole successo, ha annunciato il suo terzo modello, il Seascape24, una barca che promette di concentrare il meglio, con le dovute rivisitazioni, di quelle che l’hanno preceduta.

Seascape 24 01

Seascape 24 01
Immagine 1 di 4

Seascape24 è stato disegnato per offrire ai potenziali clienti una barca per regate inshore che sia carrellabile, offra posto per dormire a quattro membri di equipaggio, orientato alle prestazioni ma facile da condurre, che si possa varare dallo scivolo.

Come tutti i Seascape anche il 24 dispone di una randa square top “auto-depotenziante”, sistemi di movimentazione gennaker intelligenti, scafo ad elevata stabilità di forma, timoni gemelli e rig in fibra di carbonio, per aumentare ulteriormente la stabilità e semplificare la gestione della barca.

Le caratteristiche:

(altro…)

Seascape 27 – Un cavallino di razza

Abbastanza innovativo sia nelle linee (per la sua categoria) che in certe soluzioni, il Seascape 27 è un 8 metri disegnato da Sam Manuard e Gigodesign e prodotto da un giovane cantiere sloveno guidato da due ex Ministi, Kristian Hajnšek e Andraž Mihelin, che al primo colpo avevano fatto centro con il Seascape 18.

Seascape 27 01

Seascape 27 01
Immagine 1 di 17

Nominata agli European Yacht of the year 2012, gli interni sono essenziali, per non dire ridotti all’osso, la zona a prua a seconda delle esigenze si trasforma in toilette, cala vele o disimpegno. Lunghe panche a murata che si estendono fin sotto alle sedute del pozzetto garantiscono delle comode cuccette, a cui vanno aggiunti quelle della cabina di prua.

Da quanto ne leggo in vari sito stranieri, la barca è molto reattiva e veloce quanto stabile e sicura. La chiglia basculante di ben 580 chili (con un pescaggio di 1, 95 metri) e lo scafo a spigolo limitano lo sbandamento (che comunque ad alti gradi lascia un buon controllo). Molto versatile anche quanto a velatura, con molto vento è previsto di serie uno stralletto da armare a poppavia del gavone dell’ancora per issare un fiocco rollabile più piccolo.

Con brezze leggere invece è possibile allestire un Code 0 avvolgibile direttamente sul bompresso, dove naturalmente si può anche murare un gennaker per i laschi.

(altro…)

Da Vienna a Portorose su un Seascape 18

seascape da vienna a portoroz

Johanna e Michael sono partiti da Vienna, hanno disceso il Danubio fino alla sponda Romena del Mar Nero, da lì hanno costeggiato fino a Istanbul, Mar di Marmara, Egeo e da lì sono risaliti lungo la costa est dell’adriatico fino a Portorose, toccando 10 paesi in Europa e uno in Asia.

Partiti in aprile sono arrivati in ottobre. Il tutto su un piccolo Seascape 18.

Gran bel viaggio, complimenti a loro.

seascape da vienna a portoroz 02

Il loro blog einsegelvollsommer (in tedesco)

OneSails Slovenia testa la Wing sail su un Seascape X18

seascape-alare-onesails-01

seascape-alare-onesails-01
Immagine 1 di 8

A quanto pare – come già Beneteau su un Oceanis 38 – OneSails Slovenia sta testando la Wing sail, su un piccolo Seascape X18.

Via | www.facebook.comseascape alare onesails 08