SeaYou – La vela spiegata in tv da Giancarlo Pedote

Abbiamo apprezzato le capacità divulgative di Giancarlo Pedote quando ci ha raccontato il perché e per come del suo Mini 650 Prysmian 747.

seayou-pedote-nauticalchannel

Pedote ha ideato SeaYou, un documentario sulla vela in solitario realizzato in 26 pillole monotematiche di 4 minuti. Un programma televisivo ideato da Giancarlo Pedote, trasmesso in 41 paesi e tradotto in 5 lingue: italiano, francese, inglese, tedesco e russo. In onda a partire da oggi, giovedì 24 ottobre 2013 alle ore 21.45 Yacht & Sail (canale 430 di Sky), e nel mondo su Nautical Channel.

Concorso Scatta la Barcolana

foto elenucci

Vorrei dirvi di votare questa foto perché è la più bella…
vorrei dirvi di votarla perché è di una bravissima fotografa…
vorrei dirvi di votarla perché la tecnica, la rava e la fava…

La realtà è che la spingo per il più becero interesse personale, la foto è di una cara amica e se vince l’Elan 210 poi ci andiamo a fare i giretti in Golfo di Trieste.

Quindi votatela votatela votatela al concorso Scatta la Barcolana su Facebook … per il mio futuro sollazzo in golfo.

Brand New Daysailer 950

il Daysailer 950 è una barca progettata su misura per un armatore che ha espresso fin da subito la necessità di condurla e/o utilizzarla in completa autonomia.

d-950-1

d-950-1
Immagine 1 di 4

Per questo è stata disegnata in modo da dargli la possibilità di arrivare a prua senza affrontare gradini o salire sul ponte per effettuare l’ormeggio o armare le vele. Il pozzetto è quindi allungato fino a oltre l’albero ed è interrotto esclusivamente dal trasto del fiocco autovirante, che all’occorrenza può essere sollevato in due metà per permettere il passaggio (anche in navigazione).

Tutte le manovre sono a portata di mano e sono servite esclusivamente da un unico winch centrale. Sono nascoste per ottenere la massima pulizia dell’imbarcazione. La scotta della randa esce dalla stessa console centrale ed è, naturalmente, a portata di mano del timoniere.

Stefano Rizzi è campione mondiale Master Moth 2013

stefano-rizzi_master-moth-world-championNei giorni scorsi a Kaneohe (isole Hawaii) si è disputato il mondiale Moth 2013. In acqua un’infilata di campioni da fare invidia alla Coppa america: Nathan Outteridge, Loïck Peyron, Peter Burling, Robert Greenhalgh…

La settimana è stata caratterizzata dal duello tra Nathan Outteridge e Bora Gulari, che sin dal primo giorno hanno monopolizzato le prime posizioni della classifica. Duello che si è risolto a favore dell’americano Bora Gulari, che dopo un giorno di sudditanza nei confronti di Outteridge ha decisamente mostrato regolarità e costanza. Ma di questo ci interessa abbastanza poco…

Quello che si vuole omaggiare qui è il nostro Stefano Rizzi, 19mo overall, che conclude una stagione in crescendo iniziata all’Europeo di Marsala, proseguita con la vincita del circuito Euro-Cup e finita con il titolo di Campione Mondiale Master, proprio qui alle Hawaii.

Stefano Rizzi è uno dei nostri migliori velisti. Ha partecipato alla edizione 1993-94 della Whitbread Round the Worl Race (l’attuale Volvo Ocean Race) su Brooksfield; a sette Giri d’Italia a Vela (dal 1990 al 1996) e a quattro edizioni della 500×2 (è primo nel 1996 e nel 1997); vince la Romax2 del 1997; 1° ai campionati italiani Mini – Transat 1997.

Nautilia 2013 – 26° Salone Nautico dell’usato

header-nautilia 2013

Dal 26 ottobre al 3 novembre come sempre ad Aprilia Marittima (Udine) alle porte di Lignano Sabbiadoro, organizzata dall’Ente Fiera Cantieri di Aprilia.

Costo del Biglietto:
Intero euro 10,00
Gratis ragazzi fino a 14 anni
Ridotto euro 5,00 da 14 a 18 anni
Orario fiera:
dalle 09:00 alle 18:00

Info su www.nautilia.com

Brand New Jeanneau Sun Odyssey 349

Di quello che c’è non manca niente in questo nuovo Jeanneau Sun Odyssey 349, che verrà presentato al prossimo Salone di Parigi.

sun-odyssey-349-01

sun-odyssey-349-01
Immagine 1 di 12

Progetto di Marc Lombard sarà disponibile con pescaggi di 1,98 e 1,49 metri, più una futura versione con con deriva mobile. Layout interni a due o tre cabine.

Di base il nuovo Sun Odyssey 349 presenta le caratteristiche di un po’ tutte le barche presentate di recente: Scafo a spigolo, doppia pala e doppia ruota, tuga piuttosto bassa per conferire linea sportiva. La scotta randa in tuga è rimandata sulla tuga senza trasto.

La catteristiche tecniche

Rolex Middle Sea Race 2013

rolex-middle-sea-race-2013-22

rolex-middle-sea-race-2013-22
Immagine 1 di 23

LIBERA, ITA14628, Design: COMET 51S, Owner: Lorenzo ZICHICHI, Skipper: Lorenzo ZICHICHI, Country: Italy, LOA: 15.03 EOS, GBR 9192R, Design: ELAN 410, Owner: Rod Stuart, Skipper: Rod Stuart, Country: United Kingdom, LOA: 12.28

Photo By: Rolex / Kurt Arrigo

La classifica della Veleziana 2013

Venezia, 20 ottobre 2013, vento leggerissimo con forte corrente in uscita (la costruzione del MOSE con il conseguente restringimento della bocca di porto ha prodotto, in generale, un aumento delle correnti, che già di suo non erano deboli). Alla partenza erano in 140. Primo all’arrivo overall Ourdream.

veleziana 2013 ourdream

La domenica della Veleziana comincia con decisioni difficili per il Comitato di Regata. Le previsioni dell’ARPAV danno vento leggero e un forte flusso di corrente in uscita dalla laguna, quindi in “senso di marcia” opposto a quello del percorso della flotta. La soluzione c’è: partenza nei pressi di S. Servolo e arrivo in mare, ma il Presidente Giancarlo Crevatin sfrutta al pelo la brezza che si materializza davanti alla bocca del porto del Lido. Lo start viene dato puntualissimo alle 11 dall’Impetus, il bellissimo rimorchiatore che serve da barca comitato.

Il nuovo Superyacht disegnato da Zaha Hadid

Il cantiere navale Blohm + Voss ha presentato una nuova gamma di concept yachts progettati dall’archistar di origine irachena Zaha Hadid.

Zha, Jazz

Zha, Jazz
Immagine 1 di 9

La cosa divertente è che a me quel disegno ricorda molto questo, che è anche lui un concept ma di un “gesso” per fratture

jda_cortex_01

(foto del gesso via www.yankodesign.com)

Esimit Europa 2 rompe l’albero

Alle ore 04.30 del 17 ottobre 2013, durante il tentativo di record sulla tratta Trieste – La Valletta, per il trofeo Velico Medot, Esimit Europa 2 ha rotto l’albero a tre metri dalla testa.

Mentre era a sud della costa calabra, dopo alcune ore di vento che soffiava a 30 nodi, è subentrato un vento leggero e instabile, da 3 a 8 nodi. A causa di un salto di vento l’equipaggio di Esimit Europa 2, al momento invelato con Code 0 e randa, ha deciso di virare. Pochi istanti dopo che la virata è stata completata, l’albero si è rotto a 3 metri dalla testa, per cause ancora da determinare.

L’Esimit Sailing Team ha deciso di abbandonare il tentativo di record e, dato che la barca era ancora ben distante da Malta, non c’era abbastanza tempo per le riparazioni per la partenza della Middle Sea Race.

L’Esimit Europa 2 ha quindi ritirato la sua partecipazione dall’edizione della regata di quest’anno.