Tag name:clipper round the world race

Velista morto alla Clipper Round the World Race

Ogni edizione della Clipper Round the World Race purtroppo reclama il suo tributo di vite umane, questa volta il mare si è preso Simon Speirs, 60 anni, di Bristol.

Copyright onEdition 2017

Il 18 novembre 2017 alle 0814UTC (1414 local time) Simon Speirs era a prua a dare una mano durante un cambio di vele quando un’onda che ha spazzato la coperta lo ha trascinato in mere.

Secondo il comunicato diramato dall’organizzazione, al momento dell’incidente Simon era agganciato (ndr. immagino con il cordone ombelicale) indossava il giubbotto di salvataggio, che includeva un segnalatore AIS, così come la cerata impermeabile all’acqua approvata. Un’indagine completa verrà ora condotta, come prassi standard, nei dettagli completi dell’incidente, inclusi i motivi per cui il suo cordone ombelicale non lo ha tenuto a bordo, in collaborazione con le autorità competenti.

Il recupero dell’uomo a mare ha richiesto 36 minuti, Simon ha ricevuto immediate cure da personale specializzato ma purtroppo non ha mai ripreso conoscenza.

La barca (CV30) era nell’Oceano Indiano meridionale nel sesto giorno della tappa tra Sudafrica e Australia, stava navigando in condizioni difficili e con raffiche di vento a 40 nodi.

Il comunicato ufficiale:

(altro…)

Clipper Round The World Race – Greenings a scogli

L’equipaggio del CV24, Greenings, è stato evacuato dopo essersi incagliato sul lato occidentale della Penisola del Capo – che si trova approssimativamente a metà strada tra Città del Capo e Cape Point – circa alle 21:40 UTC di martedì 31 ottobre durante la terza tappa della Clipper Round The World Race, 2017-18, partita a Cape Town, in Sudafrica, lo stesso giorno. Skipper ed equipaggio sono sani e salvi.

La barca è parzialmente affondata e secondo una nota diramata dall’organizzazione della regata la sua partecipazione termina qui, i danni sono tali da non consentirle di partecipare a nessuna altra tappa.

Photo onEdition © http://www.onEdition.com

Via | www.clipperroundtheworld.com

Dispositivi AIS integrati nei giubbotti di salvataggio nella Clipper Race 2017-18

Dispositivi personal location AIS saranno integrati per la prima volta nei giubbotti di salvataggio durante la Clipper Race 2017-18.

Leg 5- Clipper Round the World Yacht Race 13/14

Sir Robin Knox-Johnston, presidente della Clipper Race, ha detto: “C’è una cosa che è di primaria importanza nelle regate oceaniche, Sicurezza, sicurezza, sicurezza. Garantire che la nostra flotta e gli equipaggi siano attrezzati e preparati è fondamentale per la Clipper Race, è per questo che sono così contento che la nostra partnership di lunga data con Ocean Safety continui”.

Ha poi aggiunto: “Ad ogni edizione, ci sforziamo di imparare, sviluppare e continuare ad offrire i più elevati standard di sicurezza per i nostri equipaggi. Questi includono la scelta di integrare AIS in tutti i giubbotti di salvataggio”

(altro…)

A 23 anni Nicola Henderson è la più giovane skipper della Clipper Round the World Yacht Race

Nicola ‘Nikki’ Henderson, da Guildford, Surrey, con i suoi 23 anni è la più giovane skipper di sempre ad essere chiamata a guidare un equipaggio della Clipper Round the World Yacht Race.

Copyright onEdition 2017

Nata il 26 luglio 1993, ne avrà 24 quando la regata partirà il prossimo agosto. Strappa il titolo di skipper più giovane ad Alex Thomson, che vinse nell’edizione 1997-98, quando di anni ne aveva 26.

Dal 2006, Nikki ha navigato 38.000 miglia durante le quali ha partecipato a tre transatlanticche (vincendo due volte il premio per lo Skipper più giovane), la Caribbean 600, due Cowes Weeks, e fatto oltre 10.000 miglia in trasferimenti. Come istruttore RYA in più di tre anni ha istruito più di 200 studenti e lanciato un Centro nautico a Denver, Colorado.

Dei dodici Skipper selezionati, Nikki è una delle due donne, l’altra è Wendy Tuck, 52 anni, australiana, che ha partecipato alla scorsa edizione della Clipper Race. Ci sono altri otto skipper britannici, che sono; Rob Graham da West Sussex; Andy Burns da Skegness, Lincolnshire; Lance Shepherd, da Blackpool; Conall Morrison da Derry-Londonderry; Rick Powell dal Devon, David Hartshorn da Chepstow, Galles del nord; Tristan Brooks da Bangor; e Roy Taylor, un ex ufficiale della RAF da South Yorkshire. Dal punto di vista internazionale, Gaetan Thomas sarà il primo Skipper belga e Chris Kobusch, viene dalla Germania.

Voluta da Sir Robin Knox-Johnston, il primo uomo a completare il giro del mondo in solitario e senza scalo, la Clipper Race è una delle sfide di endurance più dure del mondo. Lunga 40.000 miglia nautiche, richiede quasi un anno per essere completata, è l’unico evento che dà a velisti dilettanti la possibilità di navigare in tutto il mondo, confrontandosi con le condizioni più difficili di Madre Natura. Meno persone hanno completato la Clipper Race di quante hanno scalato l’Everest.

Via | clipperroundtheworld.com

Sarah Young ha perso la vita durante la Clipper Round the World Yacht Race 2015-2016

Una quarantenne inglese ha perso la vita durante una tappa della Clipper Round the World Yacht Race. Ed è già la seconda persona a morire in questa edizione, il prima è stato in settembre Andrew Ashman, sempre dello stesso equipaggio, IchorCoal.

crew member Sarah Young - credit: ©onEdition width=

Clipper crew member Sarah Young – credit: ©onEdition

La londinese Sarah Young era a bordo, appunto, di IchorCoal, skipper Skipper Darren Ladd, in oceano Pacifico quando è stata spazzata fuori bordo da un paio di onde, la prima l’ha fatta cadere e la seconda l’ha buttata fuoribordo, mentre sistemava il pozzetto dopo che erano stati presi dei terzaroli alla randa. I tentativi di soccorso sono state ostacolati da venti fino a 40 nodi e il suo corpo è stato recuperato più di un’ora dopo.

L’incidente è avvenuto durante la nona tappa della regata che ha avuto inizio nel mese di agosto 2015 e copre più di 40.000 miglia nautiche. Circa il 40% dei 700 partecipanti a questa edizione non hanno mai navigato prima di partecipare a quella che è la regata più lunga del mondo.

Le cause della morte non sono ancora state confermate ma si sospetta l’annegamento o il trauma.

IchorCoal

clipperroundtheworld.com

Clipper Round the World Race – LMAX Exchange spiaggiato

Sir Robin Knox-Johnston è sul posto con Race Office team, dove CV24 (LMAX Exchange) si è arenato su un banco di sabbia affiorante 42 miglia sudovest di Marina da Gloria. Gli unici danni visibili sono alla pala del timone di dritta, che però sembra riparabile.

LMAX Exchange

Sir Robin ha detto: “Lo scafo è intatto e la barca è stabile. Resteremo sul posto per attendere l’arrivo di attrezzature adatte a rimuoverla.

Quando l’incidente è avvenuto LMAX Exchange si stava trasferendo in un altro porto per essere alato per l’applicazione di una nuova grafica (sponsor) sullo scafo, intorno a mezzanotte ora locale la notte scorsa. Non ci sono stati feriti. Sir Robin, i membri del team Race Office, lo skipper di LMAX Exchange Olivier Cardin e tre membri dell’equipaggio sono rimasti con con la barca.

Le condizioni erano di vento leggero e una buona visibilità.

clipperroundtheworld.com