Tag name:Guillaume Verdier

Come sarà la nuova Volvo Ocean Race

Goteborg, 18 Maggio 2017 – Gli organizzatori della Volvo Ocean Race hanno svelato oggi una serie di novità importanti che contribuiranno a creare la regata più dura nel mondo della vela professionistica e ad aumentare l’appeal dell’evento che da oltre 44 anni non cessa di esercitare un grande fascino su velisti, sponsor, città sedi di tappa e, soprattutto, sui fan in tutto il mondo.

Offshore 60 foot (18.29m) foil-assisted monohull

Offshore 60 foot (18.29m) foil-assisted monohull
Immagine 1 di 9

Offshore 60 foot (18.29m) foil-assisted monohull

Mentre si affrontano i preparativi per l’edizione 2017/18, che prenderà il via il prossimo 22 ottobre da Alicante, gli organizzatori hanno approfittato di un evento in diretta dal Museo Volvo di Goteborg, città della società svedese sponsor e proprietaria della regata, per presentare il futuro del prossimo decennio e oltre.

Fra le novità principali annunciate, la scelta di una nuova barca monotipo di 60 piedi (18,29 metri), un monoscafo dotato di foil, disegnata dal francese Guillaume Verdier, oltre all’introduzione di un adrenalinico catamarano “volante” da 32/50 piedi (10/15 metri) da utilizzare per le regate In-port e che sarà disegnato e costruito con un bando lanciato proprio oggi. Le tappe oceaniche contribuiranno di più alla vittoria della Volvo Ocean Race (oggi servono a risolvere le eventuali situazioni di parità). Ciò significa che per vincere la regata in futuro un team dovrà dimostrare abilità sia nella navigazione offshore su multiscafo ma anche nelle regate fra le boe su multiscafo, visto che su entrambe le barche l’equipaggio sarà essenzialmente lo stesso.

“Tre scafi, ma non nella combinazione che ci si aspettava” ha detto il CEO della Volvo Ocean Race Mark Turner, annunciato la prossima generazione di barche monotipo e facendo riferimento alla difficile scelta di optare o meno per un multiscafo per le tappe oceaniche, un argomento che ha tenuto banco fra i fan della regata negli ultimi mesi.

(altro…)

Volvo Ocean Race – Guillaume Verdier disegnerà i prossimi VOR

Il designer francese Guillaume Verdier è stato scelto per guidare il team di progettazione per la barca che sarà utilizzata per la prossima edizione mentre il cantiere italiano Persico Marine si è aggiudicato il ruolo di costruttore principale.

Guillaume Verdier visits the Boatyard

– Il designer francese Guillaume Verdier è stato scelto per guidare il team di progettazione per la barca che sarà utilizzata per la prossima edizione mentre il cantiere italiano Persico Marine si è aggiudicato il ruolo di costruttore principale.

– Il dubbio sulla scelta di un monoscafo o multiscafo sarà chiarito nelle prossime settimane e farà parte di un profondo processo di rinnovamento della regata i cui dettagli saranno annunciati il 18 maggio prossimo nella città svedese di Goteborg, sede di Volvo.

Mentre procedono i preparativi e si annunciano altri team partecipanti all’edizione 2017/18 della Volvo Ocean Race, gli organizzatori della regata stanno lavorando in parallelo per definire quello che sarà il futuro dell’evento. L’annuncio è arrivato oggi: la prossima edizione, ovvero la quattordicesima nella storia del giro del mondo a vela in equipaggio, si correrà su barche monotipo nuove, che verranno progettate dal designer francese Guillaume Verdier e saranno costruite dal cantiere italiano Persico Marine, con sede a Nembro in provincia di Bergamo.

(altro…)

Giovanni Soldini Torna su un Trimarano

Si sapeva più o meno da gennaio ma ora è ufficiale, Giovanni Soldini nel biennio 2016-2017 sarà al timone di un trimarano Multi70, che si chiamerà Maserati Multi70, messo a disposizione da John Elkann.

01 Soldini Trimarano Maresati

01 Soldini Trimarano Maresati
Immagine 1 di 4

Dichiara Giovanni Soldini: “Dopo tre anni di soddisfazioni con Maserati VOR70 nei quali abbiamo percorso almeno 100.000 miglia e abbiamo navigato nei cinque continenti ottenendo importanti risultati sportivi, è il momento di affrontare nuove avventure. Sono contento di intraprendere questa sfida con un multiscafo, Maserati Multi70. Da aprile abbiamo iniziato a conoscere la nuova barca facendo dei test in Bretagna. Non vedo l’ora di salirci a bordo.”

Il trimarano e l’ex Edmond de Rothschild, disegnato da Guillaume Verdier e varato nel 2011 e sviluppato nel 2014 e nel 2015 dal centro studi di Team Gitana.

Originariamente era un one design appartenente alla classe MOD70 ma a causa del fallimento del circuito dedicato Team Gitana ha deciso di farne un laboratorio di prova. Nel corso del tempo ha subito numerose trasformazioni. Misura 21,3 metri di lunghezza e 17 metri di larghezza e trae grande ispirazione dalle ex multiscafi della classe ORMA. L’altezza fuori acqua è di 29 metri, ha una superficie velica di bolina di 310 mq e 409 mq alle portanti. Nel 2013 è stato ottimizzato per la conduzione in solitario. Nel 2014 è stato trasformato in trimarano volante aggiungendo i foil.

http://maserati.soldini.it

Pogo 3 – Le foto della prima prova in mare

Chantier Naval Structures ha varato e fatto le prime prove in mare del nuovo, attesissimissimo, Pogo 3, il Mini 650 categoria Serie disegnato da Guillaume Verdier.

pogo-3-in-mare-05

pogo-3-in-mare-05
Immagine 1 di 8

Lunghezza: 6.50m
Baglio max: 3.00m
Pescaggio: 1.60m
Dislocamento: 920Kg
Volumes de flottabilité
Randa: 24m²
Genoa: 17m²
Code 5: 38m²
Spinnaker: 74m²

Pezzo HT 44 820 €
TVA 8 964,00 €
Prix TTC 53 784,00 €

Info su www.pogostructures.com pogo 3 in mare 04