Procedura per il rimborso della Tassa di possesso delle unità da diporto

novembre 5, 2013 | By Mistro
2

gazzetta ufficialeLa tassa di possesso sulle imbarcazioni (giusta il linea di principio) è stata pensata male, è stata gestita peggio e finisce peggio ancora. Non mi stupirebbe se alla fine della fiera la sua gestione fosse costata più dei pochi spiccioli che ha reso. Ora l’Agenzia delle Entrate ha reso nota la procedura per il rimborso.

Questa procedura consiste nella presentazione di un’istanza che potrà essere presentata all’Agenzia delle Entrate per via telematica – utilizzando il software “RimborsoTassaUnitàdaDiporto”, che sarà messo a disposizione del pubblico a partire dal 18 novembre – o rivolgendosi a intermediari abilitati.

Hanno diritto alla restituzione coloro che l’hanno pagata prima del decreto di Giugno 2013 che la modificava abolendola per la fascia tra i 10,1 metri e i 14 metri e dimezzandola per la fascia 14,01 e 20 metri.

I rimborsi della tassa annuale sulle unità da diporto saranno erogati con accredito su conto corrente bancario o postale.

info su www.agenziaentrate.it

Comments: 2

  1. luca ha detto:

    Per la serie… creiamo confusione inutile e aumentiamo il lavoro degli uffici pubblici!

  2. ANTONIO MILANETTI ha detto:

    In merito al rimborso della tassa di possesso:
    E’ un anno che ho presentato “istanza”..un vero ballo in maschera all’ italiana….la deve presentare un soggetto abilitato… -leggi studio commercialista…e pagarlo…. devi usare un loro sw…e ti avvisano che se sbagli qualcosa viene respinta….poi devi fare la procedura per registrare il tuo IBAN all’ Agenzia delle Entrate…..avere un mezzo PIN, l’altro mezzo te lo manderanno a casa….e poi credi che così ti fanno l’accredito…macchè…sono mesi che telefoni, mandi mail di sollecito (sono attrezzatissimi con le nuove tecnologie…puoi scrivere a Tutti…solo che tanta apertura è solo fittizia :NESSUNO TI RISPONDE alla domanda “allora quando mi restituite i soldi ?”
    Per altro il tuo IBAN l’hanno e come…. guarda caso è quello usato per pagarli…ma no…FANNO DI TUTTO PER SCORAGGIARTI.
    Per incassare sono spietati e intransigenti…per restituire…”scurdammoce ‘o passato….” non a caso siamo gli inventori delle maschere…Pulcinelli, Pantaloni….ma sarà “restato un giudice a Berlino ?” e il bello è che il loro stipendio glielo paghiamo noi !!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.