Transat Jacques Vabre – Thomson e Altadill costretti ad abbandonare Hugo Boss

ottobre 31, 2015 | By Mistro
0

Sabato 31 ottobre 2015 – Alex Thomson e Guillermo Altadill, gli skipper di Hugo Boss alla Transat Jacques Vabre hanno attivato il loro emergency beacon oggi pomeriggio alle 13.25UT. La Guadia costiera spagnola è stata allertata ed ha inviato sulla loro posizione – 82 miglia al largo della costa spagnola – un elicottero. Alex e Guillermo sono stati prelevati dall’elicottero e portati a terra.

Il video del salvataggio dove si vede la barca disalberata e quasi affondata

Immagine anteprima YouTube

A causa di alcuni danni strutturali riscontrati nei giorni scorsi i due skipper erano stati ad approntare una riparazione di emergenza e a dirigersi verso la costa spagnola, dove erano attesi dallo shore team.

Dopo 36 ore di navigazione in pessime condizioni di vento e mare la struttura della barca si è ulteriormente deteriorata, ha iniziato ad imbarcare acqua e affondare.

Progetto VPLP/Verdier, costruzione Green Marine a Southampton, Hugo Boss è stato varato solo il 6 ottobre scorso ed era uno degli IMOCA di nuova generazione dotati di foil che partecipavano Transat Jacques Vabre 2015.

Vero è che all’inizio della regata hanno preso delle sberle di vento e mare da paura ma va registrato il fatto che cinque dei sei IMOCA di ultima generazione disegnati VPLP/Verdier – Edmond de Rotschild, Safran, Maitre Coq, Hugo Boss e Virbac – si sono dovuti ritirare per avarie varie. Resta in regata solo Banque Populaire. Barche per le quali la TJV era una sorta di rodaggio in vista del prossimo Vendee.

Col senno di poi sarebbe stato anche interessante costatare la solidità di Vento di Sardegna, costruita in Italia da Persico.

www.AlexThomsonRacing.com foto Credit Mark Lloyd

Comments: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.