Tag name:Skud 18

Paralimpiadi di Rio de Janeiro 2016 – Le classifiche finali nella vela

Nei 2.4 finale spettacolare, con il francese Damien Seguin che alle Paralimpiadi di Rio de Janeiro vince il suo secondo oro olimpico arrivando quarto nell’ultima prova, con l’unica che poteva batterlo, l’inglese Helena Lucas (oro a Londra 2012), arrivata soltanto quattordicesima e finita terza in classifica generale. Argento all’australiano Matt Bugg, vincitore dell’ultima regata. L’azzurro Antonio Squizzato, ieri 11mo, ha concluso al settimo posto.

Paralimpiadi Rio 2016 day 6 01

Paralimpiadi Rio 2016 day 6 01
Immagine 1 di 19

Nel Doppio Skud 18 gli australiani Fitzgibbon-Tesch sono oro, i canadesi McRoberts-Gay sono argento e gli inglesi Rickham-Birrell sono bronzo. I nostri Marco Gualandris e Marta Zanetti, quinti nella prova finale, a causa di un incidente nel terzo giorno hanno purtroppo concluso i Giochi al sesto posto ma hanno dimostrato di avere le potenzialità per giocarsela con i migliori.

Nel Triplo Sonar ancora un oro all’australia con ad Harrison-Boaden-Harris, argento agli USA Doerr-Freund-Kendell, bronzo ai canadesi Tingley-Campbell-Lutes. Gianluca Raggi, Fabrizio Solazzo e Gian Bachisio Pira chiudono la propria Paralimpiade in 12ma posizione.

Complessivamente l’Australia 2 ori e un argento, la Francia vince un oro, l’Inghilterra due bronzi, il Canada un bronzo e un argento, gli Stati Uniti un argento.

Classifiche complete su www.sailing.org – foto di Richard Langdon/WorldSailing

Paralimpiadi di Rio de Janeiro 2016 – Quinta giornata di regate

16 settembre 2016 – Con la disputa della quinta e penultima giornata le regate veliche delle Paralimpiadi di Rio de Janeiro si avviano verso l’epilogo.

Paralimpiadi Rio 2016 day 5 01

Paralimpiadi Rio 2016 day 5 01
Immagine 1 di 27

Grazie alle loro straordinarie performance due equipaggi australiani, Daniel Fitzgibbon e Liesl Tesch nello Skud 18 e Colin Harrison, Russell Boaden e Jonathan Harris nel Sonar, hanno già matematicamente conquistato l’oro.

In entrambi i casi, la conquista dell’oro arriva dopo un’altra ottima giornata che li ha visti primeggiare nettamente: nello Skud 18, Fitzgibbon-Tesch hanno ottenuto altre due vittorie e alla vigilia dell’ultima prova, hanno portato a 21 i punti di vantaggio sul secondo, il loro punteggio è talmente buono che scartano un secondo.

Stesso discorso per il Sonar, con Harrison-Boaden-Harris che hanno ottenuto un 2-1 che gli ha permesso di chiudere la giornata con un ampio margine sugli altri e di vincere quindi matematicamente il titolo olimpico.

Buona comunque la giornata ieri per gli azzurri, la migliore della serie sia per Marco Gualandris e Marta Zanetti, che per Gianluca Raggi, Fabrizio Solazzo e Gian Bachisio Pira. Gualandris-Zanetti, nello Skud 18, hanno ottenuto due terzi posti e sono ancora sesti nella classifica generale, purtroppo matematicamente fuori dal podio, mentre Raggi-Solazzo-Pira grazie a un 9-6 hanno proseguito nella loro rimonta e hanno agguantato il 12mo posto della classifica dei Sonar.

Nel Singolo 2.4 mR, infine, Antonio Squizzato ieri ha ottenuto un 6-10 e continua ad essere settimo nella graduatoria generale che ha nell’inglese Helena Lucas la leader, seguita a un punto dal francese Damien Seguin e a dieci dall’australiano Matthew Bugg, ieri in giornata decisamente negativa.

Oggi, giornata finale delle Paralimpiadi di Rio 2016, il programma prevede l’ultima prova per tutte le classi, con inizio delle regate per le ore 12 (le 17 in Italia), su un campo che sarà allestito vicino alla Spiaggia di Flamenco.

Le classifiche

(altro…)

Paralimpiadi di Rio de Janeiro 2016 – Quarto giorno di regate

15 settembre 2016 – nella quarta giornata di regate delle Paralimpiadi di Rio de Janeiro 2016 sono protagonisti gli australiani che guidano le classifiche in tutte e tre le classi. Le buone condizioni meteo hanno consentito alle classi Skud 18 e Sonar di disputare due prove e ai 2.4 mR di portarne a termine tre.

Paralimpiadi Rio 2016 day 4 01

Paralimpiadi Rio 2016 day 4 01
Immagine 1 di 21

Dopo le difficoltà incontrate mercoledì 14, Marco Gualandris e Marta Zanetti, che avevano subito un danno alla loro imbarcazione dopo aver toccato la pensilina sommersa della barca Comitato, barca poi riparata grazie all’aiuto dei tecnici australiani, hanno ottenuto un 4-9 che ha consentito ai due azzurri di mantenere la sesta posizione della classifica generale provvisoria del Doppio Skud 18.

Nel Triplo Sonar i nostri Gianluca Raggi, Fabrizio Solazzo e Gian Bachisio Pira ottengono il loro miglior risultato della serie – un settimo – ma restano comunque in 14ma e ultima posizione della classifica provvisoria.

Nel Singolo 2.4 mR buona la giornata di Antonio Squizzato, che ottiene un 9-6-5 ed è settimo nella graduatoria generale. Matthew Bugg guida la classifica con un punto di vantaggio sull’inglese Helena Lucas.

Le regate delle Paralimpiadi di Rio 2016 proseguono anche oggi, con base logistica sempre al Marina da Gloria e due regate in programma per ogni classe, a partire dalle ore 13 (le 18 in Italia), nelle acque della baia di Guanabara. Skud 18 e 2.4 mR regateranno sul campo di regata Pao de Azucar, gli Skud 18 sul campo Escola Naval.

Le classifiche

(altro…)

Paralimpiadi di Rio de Janeiro 2016 – Terza giornata difficile per gli azzurri

Programma completato alla perfezione, tre prove per ogni classe, a Rio de Janeiro per le flotte impegnate nella terza giornata di regate delle Paralimpiadi di Rio de Janeiro 2016, caratterizzata da condizioni di vento forte.

Paralimpiadi Rio 2016 day 3 01

Paralimpiadi Rio 2016 day 3 01
Immagine 1 di 18

Una giornata difficile per la vela azzurra, che perde posizioni soprattutto nella classe del Doppio Skud 18, a causa di un incidente che ha coinvolto la barca azzurra portata da Marco Gualandris e Marta Zanetti. I due azzurri, a causa del vento in aumento, hanno infatti toccato la pensilina sommersa della barca Comitato, rischiando l’affondamento, prima di essere aiutati dall’equipaggio australiano ed esser successivamente costretti al ritiro nell’ultima prova del giorno. Al momento Gualandris-Zanetti, dopo un totale di sei prove, occupano la sesta posizione della classifica (2-4-7-7-DSQ-DNF), mentre Antonio Squizzato, nell’ambito del Singolo 2.4 mR, è sesto dopo che ieri ha ottenuto un 9-7-4 nelle tre prove disputate.

Tre regate anche per il Triplo Sonar e 14ma posizione per l’equipaggio azzurro formato da Gianluca Raggi, Fabrizio Solazzo e Gian Bachisio Pira, che chiudono la giornata con lo score 13-12-13.

Le regate delle Paralimpiadi di Rio 2016 proseguono oggi, con base logistica sempre al Marina da Gloria e nuovamente tre regate in programma per ogni classe, a partire dalle ore 12 (le 17 in Italia), nelle acque della baia di Guanabara. Sud 18 e 2.4 mR regateranno sul campo di regata Escola Naval, mentre gli Skud sono attesi nel Pao de Azucar.

Le classifiche

(altro…)

Secondo giorno di regate alle Paralimpiadi di Rio de Janeiro

13 settembre 2016 – Meteo complicato nella seconda giornata di regate a Rio de Janeiro per gli atleti impegnati nelle regate paralimpiche, evento partito lunedì 11 nella baia di Guanabara.

raggi-solazzo-pira

I Comitati di Regata hanno dovuto aspettare molto tempo prima di poter dare il via a una prova per il Doppio Skud 18 e per il Triplo Sonar, mentre la flotta del Singolo 2.4 mR ha dovuto abbandonare a metà regata per un brusco calo del vento, rientrando a terra con un nulla di fatto, rimandando ad oggi il recupero delle prove perse (stesso discorso anche per la altre classi, che ne devono però recuperare solo una).

Nello Skud 18 (11 barche) Marco Gualandris e Marta Zanetti chiudono la prova al settimo posto e perdono una posizione in classifica, scalando dal terzo al quarto (in testa sempre gli australiani Fitzgibbon-Tesch, vincitori della regata), secondi i canadesi John McRoberts e Jackie Gay, terzi gli inglesi Alexandra Rickham e Niki Birrell.

Nel Sonar (14 barche), Gianluca Raggi, Fabrizio Solazzo e Gian Bachisio Pira sono undicesimi (al momento il miglior risultato dopo tre prove) e 14mi nella graduatoria generale. Primi sono gli australiani Colin Harrison-Russell Boaden-Jonathan HARRIS, secondi i canadesi Paul Tingley-Logan Campbell-Scott Lutes, terzi i greci Vasilis Christoforou-Anargyros Notaroglou-Thodoris Alexas.

(altro…)

Prima giornata di regate alle Paralimpiadi di Rio de Janeiro

12 settembre 2016 – Nella prima giornata di regate alle Paralimpiadi di Rio de Janeiro, con base logistica sempre al Marina da Gloria, la Squadra Italiana guidata dal DT Beppe Devoti si mette subito in evidenza con la buona partenza degli azzurri nel Singolo 2.4 mR e nel Doppio Skud 18.

Paralimpiadi Rio 2016 practice 01

Paralimpiadi Rio 2016 practice 01
Immagine 1 di 18

Due le prove disputate da tutte le classi, in una prima giornata caratterizzata da bel sole che una volta soppiantato il cielo grigio del primo mattino, ha offerto caldo e una brezza intorno ai 10 nodi d’intensità, più che sufficiente per far concludere il programma senza sbavature.

Nel 2.4 mR (16 barche), l’azzurro Antonio Squizzato ottiene uno score di 10-6 ed è settimo nella classifica generale (prima la favorita inglese Helena Lucas), nello Skud 18 (11 barche) Marco Gualandris e Marta Zanetti fanno anche meglio, e grazie a un secondo posto nella prima regata, seguito da un quarto nella successiva, si confermano ai vertici della classe chiudendo la giornata al terzo posto della graduatoria provvisoria, dietro gli australiani Fitzgibbon-Tesch e i canadesi McRoberts-Gay, ma davanti ai favoriti inglesi Rickham-Birrell.

Inizio più complicato invece per Gianluca Raggi, Fabrizio Solazzo e Gian Bachisio Pira, al momento ultimi nel Sonar (14 barche) con un 14-13 ottenuto nelle due prove del giorno.

Classifiche complete su www.sailing.org

Garda Trentino Olympic Week 2016 – Terzo giorno di regate

Pioggia, ma vento, nella terza giornata della Garda Trentino Olympic Week, evento organizzato dalla Fraglia Vela Riva in collaborazione con Eurosaf, Federazione Italiana Vela e Fraglia Vela Malcesine in programma fino a venerdì 13 maggio.

Garda Trentino Olympic Week 2016 01

Garda Trentino Olympic Week 2016 01
Immagine 1 di 26

Se le classi paralimpiche hanno i migliori in campo, a Riva del Garda le regate Laser hanno una forte valenza formativa, considerando l’età piuttosto giovane dei partecipanti, che iniziano a prepararsi per un sogno Olimpico, piuttosto in là nel tempo.

Come si sperava il maltempo ha portato almeno il vento da nord mattutino e in entrambi i campi di regata, posizionati davanti Riva del Garda per le Classi Laser Stardard e Radial e davanti Malcesine per le Paralimpiche 2.4, Sonar e Skud, hanno disputato il numero massimo di prove giornaliero fissato in tre. Considerate le previsioni dei prossimi giorni che continuano a dare brutto tempo, anche domani mattina la partenza è prevista per le 9. Intanto sulle acque gardesane si cominciano a vedere navigare i primi GC32, i catamarani volanti che a fine maggio inaugureranno alla Fraglia Vela Riva il Circuito 2016 con ben 10 Team al via, assicurando grande spettacolo.

(altro…)

Para World Sailing Championship 2015 – Marco Gualandris e Marta Zanetti bronzo nello Skud 18

Conclusi a Melbourne i Campionati del Mondo della Vela Paralimpica: Marco Gualandris e Marta Zanetti conquistano il bronzo nella classe Skud 18, mentre Antonio Squizzato e l’equipaggio formato da Cristiano D’Agaro, Fabrizio Solazzo e Gian Bachisio Pira hanno conquistato la qualificazione olimpica per le Paralimpiadi di Rio 2016 rispettivamente per il 2.4 mR e il Sonar.

Sailing - Para World Sailing Championships 2015, Royal Yacht Club of Victoria, Williamstown (Aus). 1/12/2015. Photo: Teri Dodds.

Sailing - Para World Sailing Championships 2015, Royal Yacht Club of Victoria, Williamstown (Aus). 1/12/2015. Photo: Teri Dodds.
Immagine 1 di 6

Sailing - Para World Sailing Championships 2015, Royal Yacht Club of Victoria, Williamstown (Aus). 1/12/2015. Photo: Teri Dodds.

Nell’ultima giornata di questi Para World Sailing Championship, organizzati dal Royal Yacht Club of Victoria, le tre flotte hanno disputato, come da programma, soltanto una prova, l’undicesima della serie, in condizioni di vento leggero da Sud e sotto un bel sole, un meteo finalmente benevolo dopo che nei due giorni precedenti le condizioni meteo avevano impegnato seriamente gli equipaggi in regata nelle acque di
Port Phillip.

Una prova tirata per tutti, visto che tra medaglie e qualificazione per Rio erano parecchie le situazioni ancora aperte, a partire dal terzo posto di Gualandris-Zanetti, fino a ieri incalzati dagli olandesi Schrama-Nap. I due azzurri hanno chiaramente impostato la regata proprio
sui due orange e sono riusciti a precederli sul traguardo (settimo posto contro il nono degli avversari), riuscendo così a terminare questo Mondiale con una magnifica medaglia di bronzo – l’oro è andato agli australiani Fitzgibbon-Tesch e l’argento agli inglesi Rickham-Birrell – la seconda consecutiva dopo quella vinta l’anno scorso ad Halifax, in Canada, un risultato che li conferma saldamente ai vertici della categoria.

(altro…)

La Vela Paralimpica è da veri duri al Mondiale 2015 di Melbourne

Alberi rotti, collisioni, tanto spettacolo e giornata davvero tosta per gli equipaggi impegnati a Melbourne, in Australia, nei Para World Sailing Championship, i Campionati del Mondo della Vela Paralimpica organizzati dal Royal Yacht Club of Victoria.

Para World Sailing 2015 01

Para World Sailing 2015 01
Immagine 1 di 10

Un forte e caldo vento da Nord, inizialmente sui 15-20 nodi saliti fino a 30, sotto raffica, nel corso della giornata, ha impegnato a fondo i velisti di tutte e tre le cassi paralimpiche in acqua – 2.4 mR, Skud 18 e Sonar – che hanno comunque portato a termine altre due prove ciascuna, portando a sei il totale delle regate disputate in questi primi tre giorni di campionato.

Nella classe Skud 18 (17 barche), continuano a brillare gli azzurri Marco Gualandris e Marta Zanetti, sempre terzi, grazie ai parziali 5-4-3-8-3-6, dietro gli inglesi Rickham-Birrell e ai velocissimi australiani Fitzgibbon-Tesch, al comando della classifica provvisoria.

Nel singolo 2.4 mR (48 barche) è la giornata del francese Damien Seguin, che grazie a due vittorie si porta al comando della classifica davanti al tedesco Heiko Kroeger e all’australiano Matt Bugg. L’azzurro Antonio Squizzato, oggi 10-7, si mantiene in top ten ed è decimo, mentre Gianluca Raggi è 41mo.

Nella classe Sonar (18 barche), infine, l’equipaggio azzurro formato da Cristiano D’Agaro, Fabrizio Solazzo e Gian Bachisio Pira guadagna una posizione ed è 12mo (13-13-14-10-7-12) nella graduatoria capeggiata sempre dagli australiani Harrison-Harris-Boaden, oggi leggermente più in difficoltà rispetto ai primi due giorni.

(altro…)

I Campionati Mondiali IFDS assegnati alla Fraglia Vela Riva

Proprio mentre è in corso di svolgimento il Meeting del Garda Optimist arriva con una lettera dell’ISAF Disabile Sailing Association, la commissione ISAF composta da ex membri dell’associazione mondiale della vela per disabili recentemente entrata a far parte della federvela mondiale, l’ufficializzazione che sarà la Fraglia Vela Riva ad ospitare l’edizione 2019 dei Campionati Mondiali IFDS, la rassegna iridata dedicata alle classi paralimpiche Sonar, Skud 18 e 2.4 mR.

marta zanetti skud18

Si tratta dell’ennesimo riconoscimento internazionale della sempre intensa attività velica sul Garda, nonché delle capacità organizzative dei sodalizi che si affacciano sulla celebre “palestra della vela”, una notizia che fa molto piacere anche se lascia un po’ di amaro in bocca alla luce della recente decisione del Comitato Internazionale Paralimpico di escludere la vela dal programma delle Paralimpiadi di Tokyo 2020.

“E’ stato molto difficile, ma abbiamo raggiunto il nostro scopo e non posso che esserne molto felice”, ha dichiarato Rodolfo Bergamaschi, Consigliere Federale con delega all’attività paralimpica. “La concorrenza era di alto livello, ma il nostro lavoro di squadra è stato premiato. Poi è chiaro che il giudizio estremamente positivo che molti stranieri hanno nei confronti del Garda ha avuto il suo peso, ma non voglio scordare anche la forte spinta che è arrivata da parte della Presidenza federale, che ringrazio, e il grande lavoro che ha visto in prima fila il nostro Massimo Dighe”.

“Siamo davvero molto contenti di questa notizia”, ha sottolineato Giancarlo Mirandola, Presidente della Fraglia Vela Riva, “perché si tratta di una regata a cui teniamo particolarmente. Faremo del nostro meglio per dare a tutti, regatanti e accompagnatori, un grande evento, come è nella nostra tradizione. Tra altro la nuova legge provinciale in fase di presentazione, prevede numerosi benefici per chi promuove eventi sportivi per persone con disabilità, quindi avremo anche un buon supporto dalle istituzioni per raggiungere il nostro scopo”.

Olimpionico a Londra 2012 con il Sonar e tra i promotori della candidatura di Riva del Garda, Massimo Dighe non nasconde la sua soddisfazione.

“E’ la prima volta che l’Italia ospita un Mondiale IFDS, quindi è una vittoria che riguarda tutti. Io mi sono solo limitato a presentare il progetto alla Commissione ISAF, durante le ultime riunioni di Palma, un progetto valido che è stato subito apprezzato e che giustamente ha ottenuto il riconoscimento che gli spettava. Ora dobbiamo metterci tutti al lavoro per fare in modo che questo Mondiale IFDS sia all’altezza dei precedenti”.