Tag name:finn

L’Italia qualificata per Tokio 2020 nei 470 e Laser Radial

Come per i Mondiali o gli Europei nel calcio, anche nella vela le nazioni di devono qualificare per partecipare alle Olimpiadi. Lo si fa conquistando determinate posizioni in una serie predeterminata di eventi. Il Campionato del Mondo a classi unificate in corso ad Aarhus è uno di questi eventi sono in palio un 40% di posti nelle varie specialità.

Mondiali 2018 Aarhus day 4 01

Mondiali 2018 Aarhus day 4 01
Immagine 1 di 7

L’Italia in questo evento si è, a oggi, qualificata per le Olimpiadi di Tokio 2020 in tre classi:

Nel Laser Radial a compiere l’impresa è stata la giovane Laserista triestina Carolina Albano (CV Muggia) non ancora ventenne. La Albano, fresca della medaglia d’argento al Mondiale U21 in Polonia, ha chiuso le due prove di giovedì 9 agosto con un 18esimo ed un sesto posto che la portano in 17esima posizione – e nel Radial si qualificano ad Aarhus 18 nazioni.

Nel 470 maschile Giacomo Ferrari e Giulio Calabrò (Marina Militare) sono arrivati nella Medal Race, la regata finale a punteggio doppio a cui accedono solo i primi dieci. Hanno vinto oggi davanti ad equipaggi di 10 anni più grandi di loro con 10 anni di esperienza in più a bordo del doppio olimpico, chiudono la trasferta di Aarhus in nona posizione conquistando la qualifica a Tokyo per la classe con un giorno di anticipo.

Benedetta Di Salle e Alessandra Dubbini (YC Italiano), entrando in Medal Race, hanno invece qualificato l’Italia nella classe del 470 femminile. Erano infatti otto i posti che questo evento qualificava per il 470 W e le nostre ragazze erano in Medal Race con otto nazioni, di queste una era il Giappone, che in quanto Host Country aveva già il posto garantito in ogni classe. Quindi a prescindere dal risultato della prova a punteggio doppio la coppia Di Salle – Dubbini hanno qualificato l’Italia a Tokyo 2020 per i 470 femminili.

Classifiche complete su aarhus2018.sailing.org

Campionati del Mondo 2018 – Quinto giorno di regate

Vento leggero ad Aarhus nella quinta giornata del Campionato del Mondo a classi unificate che assegna ben il 40% dei posti Nazione per Tokyo 2020, che ha reso complicato lo svolgimento del programma su tutti i campi e ha generato proteste e conseguenti squalifiche.

Mondiali 2018 Aarhus day 4 02

Mondiali 2018 Aarhus day 4 02
Immagine 1 di 7

Come nei Nacra 17, dove nella gialla, in cui regatavano i nostri Ruggero Tita – Caterina Banti (SV Guardia di Finanza – CC Aniene), Vittorio Bissaro – Maelle Frascari GS Fiamme Azzurre – CC Aniene) e Lorenzo Bressani – Cecilia Zorzi (CC Aniene – Marina Militare), hanno concluso due prove e neanche una nella blu. Per Tita – Banti davvero una spiacevole giornata, registrano un 16 nella seconda prova e vengono squalificati nella prima – dopo aver finito quarti – per aver perso una protesta voluta da un equipaggio britannico per una collisione in fase di pre-partenza. Bissaro – Frascari segnano nello scoresheet di oggi un 16esimo ed un 20esimo posto (che scartano); Bressani – Zorzi hanno un 27esimo ed un 11esimo (scartano il primo); Gianluigi Ugolini – Maria Giubilei (Compagnia della Vela Roma – CV Ventotene) dopo un bell’11esimo devono scartare un DNF nella seconda prova. Non esiste una classifica generale aggiornata a causa del diverso numero di prove tra le due flotte. In quella blu, dopo due tentativi di partenza, sono stati fatti rientrare gli equipaggi a terra con quattro di questi con una squalifica per la prova 4 di domani.

Nessuna prova disputata per i ragazzi degli RS:X, una per le donne con vento leggerissimo con Marta Maggetti (SV Guardia di Finanza) che ha chiuso in 27ma posizione, risultato scartato rimanendo così al sesto posto in classifica; Flavia Tartaglini (SV Guardia di Finanza), che con un nono posto è nona in generale. Veronica Fanciulli (Aeronautica Militare) è 40esima con un 14esimo di giornata. In testa alla classifica troviamo la polacca Zofia Noceti-Keplacka.

(altro…)

Campionati del Mondo 2018 – Ruggero Tita e Caterina Banti primi a Aarhus

Nella quarta giornata di regate ad Aarhus, in Danimarca per i Campionati del Mondo a classi unificate, dove si assegnano ben il 40% dei posti qualifica per Nazione per Tokyo 2020, sono scesi in acqua per le prime prove anche gli RS:X maschili e femminili, i Nacra 17 e i Kiteboard.

Mondiali 2018 Aarhus day 4 01

Mondiali 2018 Aarhus day 4 01
Immagine 1 di 7

La squadra azzurra dei Nacra 17 si fa subito notare: Ruggero Tita – Caterina Banti (SV Guardia di Finanza – CC Aniene) sono primi con tre primi posti e Vittorio Bissaro – Maelle Frascari (GS Fiamme Azzurre – CC Aniene) sono terzi con due secondi posti ed un terzo – che scartano. Anche Lorenzo Bressani – Cecilia Zorzi (CC Aniene – Marina Militare) hanno chiuso una buona giornata, sono noni con i parziali di 6, 3 e 6.

Tre le prove disputate dagli RS:X maschili, due di queste le ha vinte il nostro Daniele Benedetti (SV Guardia di Finanza) nella sua batteria – che poi scarta un quarto posto – ed è in testa con il francese Louis Giard.

“Oggi dopo otto mesi senza regatare, a causa di un infortunio e del conseguente intervento avvenuto lo scorso dicembre cui è seguita una lunga riabilitazione e una preparazione di un paio di mesi per questo Mondiale – dichiara un soddisfatto Daniele Benedetti al termine della giornata – adesso mi sento molto bene, sia con vento forte come oggi, dove ho fatto vedere le mie caratteristiche, e sia con poco vento leggero con cui mi sento a mio agio seppure non sia mai stato il mio forte.
Ho iniziato con due primi ed un quarto e mi sento pronto per tutto il Mondiale a fare vedere quello che valgo. Nella prima bolina avevo un pò i brividi sapendo che avevamo la televisione in acqua che per noi è cosa rara, è una sensazione strana perché dopo così tanto tempo era quello che sognavo e ce l’ho messa tutta per raggiungerlo. Devo continuare così, provare sempre a dare il meglio di me, so che ce la posso fare!”

(altro…)

Primo giorno di Campionato del Mondo a classi unificate del 2018

Hempel Sailing World Championships, Aarhus 2018

Giovedì 2 agosto 2018 – La prima giornata di regate ad Aarhus, in Danimarca, per il Campionato del Mondo a classi unificate del 2018, ha messo a dura prova la pazienza dei primi atleti in gara. I Finn e i 470 maschile e femminile sono rimasti in acqua per ore ad attendere che il vento arrivasse e si stabilizzasse.

Buona partenza per i giovani 470isti italiani Giacomo Ferrari e Giulio Calabrò (Marina Militare), nell’unica prova di giornata sono secondi nella flotta gialla dietro agli svedesi Anton Dahlberg e Fredrik Bergström e davanti ai super favoriti, gli australiani Matthew Belcher e William Ryan. Nella classifica generale i nostri ragazzi sono terzi con in testa i greci Panagiotis Mantis e Pavlos Kagialis. Marco e Luca D’Arcangelo (LNI Bari) sono 18esimi, Matteo Capurro e Matteo Puppo (YC Italiano) sono al 32esimo posto.

Due le prove portate a termine dalle ragazze del 470 che avevano la partenza programmata dopo i ragazzi e quindi hanno potuto godere del vento più stabile per direzione ed intensità, ed essendo tutte in un’unica batteria il lavoro del Comitato è stato più veloce. Sono in testa le francesi Camille Lecontre e Aloise Retornaz, seguite da giapponesi e svizzere. Elena Berta e Bianca Caruso (Aeronautica Militare – YC Italiano) sono 19esime con i parziali di 17 e 22; Benedetta Di Salle e Alessandra Dubbini (YC Italiano) seguono in 23esima posizione con 37 e un bel 9 e Ilaria Paternoster e Sveva Carraro (YC Italiano – Aeronautica Militare) chiudono la prima giornata in 31esima posizione (28, 32).

Prova unica anche per il singolo pesante Finn, partita solo intorno alle 18, la flotta gialla, quella del nostro Alessio Spadoni (CC Aniene) è stata in acqua ad attendere la partenza per quasi 4 ore, raggiunta dalla flotta blu solo intorno alle 16. L’attesa è stata premiata e la prova si è svolta con condizioni perfette, che hanno visto vincere da una parte il numero uno della ranking mondiale, il brasiliano Jorge Zarif e dall’altra il croato Josip Olujic. Spadoni registra un 17esimo posto nella prima giornata del Campionato del Mondo.

Classifiche complete su www.aarhus2018.com

Federico Colaninno vince la Coppa Italia FINN a Napoli

NAPOLI, 11 Marzo 2018 – Federico Colaninno dello Yacht Club Gaeta ha vinto la Regata Nazionale della Classe FINN valida per la Coppa Italia 2018 e il Ranking federale.

Colaninno, classe 1999, ha conquistato tre primi e un secondo posto nelle quattro prove disputate nel golfo di Napoli nel corso del fine settimana. Al secondo posto si è classificato Roberto Strappati (Lni Ancona), al terzo Tommaso Ronconi dell’Assonautica Ancona.

La rassegna velica è stata organizzata da Lega Navale Italiana sezione di Napoli del presidente Alfredo Vaglieco e dal Reale Yacht Club Canottieri Savoia del presidente Carlo Campobasso. Per il golfo partenopeo si è trattato di un grande ritorno: il FINN è barca olimpica dal 1952, proprio a Napoli il velista danese Paul Elvstrom vinse la medaglia d’oro ai Giochi 1960. Negli anni hanno vinto l’oro olimpico a bordo dei Finn anche atleti del calibro di Russell Coutts e Ben Ainslie.

La base logistica dell’evento è stata il porticciolo del Molosiglio, sede della Lega Navale di Napoli. Hanno preso parte dalla manifestazione 27 velisti, che quest’oggi hanno affrontato un vento di scirocco instabile di 10-12 nodi.

Francesco Lo Schiavo, presidente V Zona FIV, traccia un bilancio dell’evento: “La Lega Navale di Napoli e il Circolo Savoia hanno messo insieme le proprie energie per ospitare una classe che ha fatto la storia di tante edizioni olimpiche”. Per la Zona anche un successo organizzativo, dal momento che nel week end si sono disputate anche le regate valide per la Coppa Italia di windsurf e per il Campionato Invernale di vela: “Tre campi di regata, con due classi olimpiche ed oltre 200 velisti coinvolti, sono un bel risultato per la vela campana che, con i suoi circoli, è impegnata nell’organizzare grandi eventi sportivi. Da Castel dell’Ovo al Castello di Baia lo spettacolo, guardando il mare, è stato affascinante”.

Sabato 10 e domenica 11 marzo la Coppa Italia Finn nel golfo di Napoli

Sabato 10 e domenica 11 marzo 2018 il golfo di Napoli ospiterà la Regata Nazionale Finn, valida per la Coppa Italia Finn 2018 e per il Ranking Nazionale Federazione Italiana Vela. L’organizzazione della manifestazione è affidata a Lega Navale Italiana sezione di Napoli e Reale Yacht Club Canottieri Savoia.

La base logistica dell’evento sarà il porticciolo del Molosiglio, sede della Lega Navale di Napoli. Il programma sarà aperto sabato 10 marzo con lo Skipper meeting (ore 10.30). Alle 12.30 il segnale di avviso della prima prova. In chiusura di giornata, alle 20.30, la cena di gala alla presenza di tutti gli equipaggi presso il Circolo Savoia. Domenica 11 marzo la seconda giornata di regate. Al termine, rinfresco presso la Lega Navale di Napoli. La rassegna prevede un massimo di 5 prove (non più di 3 al giorno) e sarà valida anche con una sola prova completata. Prevista la partecipazione di circa 50 velisti.

Carlo Campobasso, presidente del Circolo Savoia: “Torna a Napoli dopo tanto tempo una classe importante del panorama velico, l’unica che è rimasta barca olimpica sin dal 1952. Una barca molto tosta, che richiede peso ed una forza fisica non indifferenze e che forse qualche volta non è stata apprezzata dai napoletani. Questo evento vuole essere un incentivo per i pochi finnisti rimasti in città di continuare in questa classe”.

(altro…)

Enrico Voltolini vince International Finn Cup di Malcesine, a Roberto Strappati la Coppa Italia Finn 2016

Malcesine, 2 ottobre 2016 – 34 timonieri provenienti da sei nazioni hanno partecipato all’ultima tappa della Coppa Italia Finn 2016, disputata sul lago di Garda in occasione della International Finn Cup – Trofeo Andrea Menoni, organizzata dalla Fraglia Vela Malcesine.

malcesine_2016-finn_podio_foto_ernst_bruns

Le sei prove previste del programma si sono corse tutte nei primi due giorni con una bella Ora tra i 9 ed i 14 nodi intensità. Il Comitato di Regata sulla base delle infauste previsioni meteo ha infatti deciso di anticipare al sabato la prova prevista per la domenica.

Netto dominatore delle regate Enrico Voltolini (1-dsq-1-1-1-3, Sezione Vela Guardia di Finanza), che ha condotto con autorità quasi tutte le prove, e nonostante la squalifica subita nella seconda prova, che aveva vinto, ha chiuso le regate con solo 7 punti. Al secondo posto si è piazzato il Campione del Mondo Master 2015, il russo Vladimir Krutskikh (Fantastica Team, 2-7-4-6-3-1) vincitore dell’ultima prova. Sul terzo gradino del podio il ceco Michael Maier (6-2-5-2-5-5), sei volte olimpionico e più volte campione del mondo Master. Seguono l’olandese Tobias Kirschbaum, vincitore della seconda prova ed al quinto posto l’altro rappresentante della Guardia di Finanza Filippo Baldassari, già olimpionico a Londra nel 2012.

(altro…)

Rafa Trujillo vince il Mondiale Master Finn 2016

Rafael Joaquín Trujillo Villar è il Campione del Mondo Master (Over 40) del singolo olimpico Finn. Secondo l’olimpico russo Vladimir Krutskihk, terzo il ceco Michael Maier, primo degli Over 50, i Grand Master.

Mondiale Master 2016 13

Mondiale Master 2016 13
Immagine 1 di 13

In gara c’erano oltre 360 imbarcazioni su 400 iscritti (molti hanno subito rinunciato dopo le prime raffiche di vento) in rappresentanza di 34 Nazioni. Per la classe Finn e per una classe olimpica è stato il più affollato Mondiale della storia, iniziata per questo singolo nel lontano 1952 quando esordì ad Helsinki con la medaglia d’oro del leggendario danese Paul Elvstrom.

Truijllo succede proprio a Krutskihk nell’albo d’oro di questa manifestazione, gara che Maier, la medaglia di bronzo, in passato l’ha vinta ben 6 volte.

“Rafa” Trujillo è uno di grandi nomi della flotta, 4 partecipazioni olimpiche, l’argento ad Atene, il titolo Mondiale della Finn Gold Cup nel 2007, il titolo di vice Campione del Mondo nel 2003 nella sua Cadice. Del lago di Garda è innamorato. Qui si era preparato per Sydney 2000 quando corse con la Star con Van der Ploeg (l’oro di Barcellona con il Finn) e per Pechino e Londra, quando il suo coach era Michele Marchesini di Malcesine, oggi DT della Nazionale Azzurra di vela. “Il Garda e Torbole sono il miglior posto per fare vela e tutti gli altri sport all’aria aperta”. Ed a dirlo è uno come Trujillo che abita sull’Atlantico di Cadice.

(altro…)

Rafa Trujillo Vladimir Krutskihk il testa al Mondiale Master Finn 2016

Lo spagnolo Rafa Trujillo e il russo Vladimir Krutskihk, campione Master in carica, vincono entrambi hanno vinto 6 regate, correndo in due batterie diverse, e guidano la classifica del Mondiale Master del singolo olimpico Finn in corso a Torbole.

Mondiale Master 2016 01

Mondiale Master 2016 01
Immagine 1 di 13

Dopo 6 prove la classifica generale vede al terzo posto il Ceco Michael Maier (5 volte Mondiale Master) e primo dei Grand Master, quarto è lo svizzero Piet Eckert, quinto il francese Allain des Bevais. Gli italiani in generale sono 15mo Walter Riosa, 31mo Enrico Passoni e 34mo Armando Battaglia.

La terza giornata ha offerto la solita Ora che ha soffiato con buona intensità dai 12 ai 14 nodi con un cielo leggermente velato.

Results after six races – Top 20 from 355

(altro…)

Flotta record al Mondiale Master Classe Finn 2016 di Torbole

Partecipazione record a Torbole, con oltre 400 iscritti (si parte con batterie di 100 imbarcazioni) in rappresentanza di 34 Nazioni, per il Mondiale Master (Over 40) della Classe Finn.

Immagine anteprima YouTube

Non si erano mai visti tanti concorrenti in gara su una classe olimpica, il Finn lo è dal lontano 1952, quando a Helsinki l’oro andò al danese Paul Elvstrom, uno dei grandi della vela internazionale, superato come vittorie, solo a Londra nel 2012 da sir Ben Ainslie, 4 ori e un argento.

La classifica sarà inoltre arricchita dai titoli per i Grand Master (Over 50), Grand Grand Master (Over 60) e le Legend (Over 70), più una classifica femminile le barche costruite prima del 1985. Il parterre si annuncia ricco di grandi nomi dal passato ricco di successi.

L’organizzazione dell’edizione 2016 è curata dal Circolo Vela Torbole con un apprezzabile lavoro corale che sarà svolto di concerto con il Circolo Vela Arco. Saranno più di 100 le persone coinvolte nella macchina organizzativa, tra Giudici, personale di assistenza, volontari, al cui comando ci sarà Gianfranco Tonelli, da sempre uomo di riferimento delle Federazioni Internazionali e di tutte le classi olimpiche e non.

Results after two races (eight heats) – Top 20 from 355

1 ESP 100 Rafael Trujillo 2
1 RUS 73 Vladimir Krutskikh 2
1 SUI 86 Piet Eckert 2
4 AUS 22 Paul Mckenzie 3
5 CZE 1 Michael Maier 4
5 GER 707 Uli Breuer 4
7 FRA 75 Laurent Hay 5
8 GBR 2 Allen Burrell 7
9 EST 7 Harles Liiv 8
10 FRA 99 Marc Allain Des Beauvais 9
11 RUS 711 Petrov Dmitrii 9
12 SUI 7 Christoph Burger 10
13 SWE 59 Lars Edwall 10
14 AUT 7 Gubi Michael 12
15 GER 19 Andreas Bollongino 12
15 NED 121 Martijn Van Muyden 12
17 ITA 89 Florian Demetz 13
18 NED 7 Cees Scheurwater 13
18 RUS 41 Felix Denikaev 13
20 ITA 80 Martin Atzwanger 14

Event website: www.finnworldmasters.com