Tag name:2.4 Mr

CICO 2018: Antonio Squizzato conquista il suo quarto titolo italiano 2.4

Con una sequenza di sei primi, un secondo e un terzo Antonio Squizzato – 44enne pordenonese che dal 2006 è alfiere della Canottieri Garda Salò – ha conquistato il quarto titolo italiano 2.4, dopo quelli vinti nel 2014, 2015 e 2017. Completano il podio Nicola Redavid e Elena Polo D’ambrosio.

Antonio Squizzato

“In mare abbiamo affrontato condizioni diverse – racconta il neo-campione – c’è stata una Tramontana a volte forte e sempre fredda che scendeva dalle montagne imbiancate dietro a Genova ma anche uno scirocco leggero e più temperato. Il campo di regata si trovava vicino alla costa, verso Boccadasse, con vento ‘bucato’ e salti importanti che hanno richiesto di mantenere sempre la concentrazione. Detto questo, prendere parte al Campionato Italiano Classi Olimpiche, portando i colori della Canottieri Garda Salò, è sempre emozionante. Anche perché rivedi amici e campioni delle classi più competitive in Italia”.

L’obiettivo del velista nordestino è cogliere la quarta partecipazione consecutiva alle Paralimpiadi inseguendo quella medaglia che coronerebbe una grandissima carriera. Ma intanto Antonio Squizzato si gode il successo di Genova. “Mi sono divertito molto, il CICO rappresenta l’evento più importante della vela in Italia – sottolinea – credo ci siano tutte le condizioni perché cresca la partecipazione alla classe 2.4mR, che vede gareggiare atleti normo e disabili assieme”.

La classifica completa su www.yachtclubitaliano.it

Kiel – Campionato del Mondo Vela Paralimpica 2017

E’ in corso di svolgimento a Kiel, in Germania, il Campionato del Mondo Vela Paralimpica. Oltre 80 atleti da 39 nazioni che regatano in tre diverse classi.

Para World Sailing Championships 2017 Germany. 01

Para World Sailing Championships 2017 Germany. 01
Immagine 1 di 15

Medaglie paralimpiche, campioni del mondo, velisti d’altura con otto nuove bandiere nella entry list, si affrontano nelle classi Open 2.4 e Hansa 303 – maschile e femminile – nell’ambito della Kieler Woche, un vero e proprio festival della vela. Il Mondiale è iniziato il 21 giugno e durerà fino a domenica 25. Dieci le prove in programma per ogni flotta.

Molti campioni della vela paralimpica si contendono il titolo nella classe 2.4 Norlin OD, una classe aperta ad uomini e donne con disabilità minori, tra i 45 iscritti. Tra questi il due volte medaglia d’oro e tre volte campione del mondo di classe, Damien Seguin (FRA), la medaglia d’argento a Rio 2016, Matt Bugg (AUS) e il locale Heiko Kroger (GER), già medaglia d’oro a Sydney nel 2000. A rappresentare l’Italia in questa classe c’è Antonio Squizzato della Canottieri Garda Salò.

Negli Hansa 303 sono presenti Gianbachisio Pira (ASD Vediamoci) e Fabrizio Solazzo (CC Roggero di Lauria), accompagnati dai tecnici federali Filippo Maretti e Giuseppe Devoti.

Classifiche su www.manage2sail.com

Record di nazioni iscritte ai 2017 Para World Sailing Championships di Kiel

Il numero record di 39 nazioni sarà presente ai 2017 Para World Sailing Championships di Kiel, in Germania, dal 19 al 25 giugno 2017.

2.4 Norlin OD

Massimo Dighe, Para World Sailing Manager: “Il Para World Sailing Championships è un passo fondamentale sulla strada della reintegrazione della vela ai Giochi Paralimpici e sono lieto che il duro lavoro da parte World Sailing stia pagando.

L’elenco iscritti comprende molte nuove nazioni e nuovi atleti provenienti da paesi tradizionalmente non presenti come il Cile, Indonesia, Lettonia, Macao, Namibia, Sud Africa, Turchia, Tunisia e Uruguay.

“Mentre è incoraggiante vedere così tante nuove nazioni in gara, è importante che non perdiamo la messa a fuoco e continuiamo a far progredire il mondo della vela paralimpica. Speriamo che questo sia solo l’inizio e che nuovi paesi e atleti siano coinvolti e ci seguano nello sport che amiamo.”

Le classi presenti a Kiel:

2.4 Norlin OD – Open Gender One Person Keelboat – Minimum Disability
Hansa 303 – One Person Keelboat Male – Minimum Disability
Hansa 303 – One Person Keelboat Female – Minimum Disability
Weta Trimaran – Open Gender Two Person Multihull – Minimum Disability
Skud18 – Open Gender Two Person Keelboat – Minimum Disability

Perché sia preso in considerazione il reintegro della vela ai giochi paralimpici ai campionati Mondiali devono partecipare un minimo di 32 nazioni da 3 regioni IPC. La partecipazione media ai Mondiali precedenti è stata di 28 nazioni.

Para Worlds: Event detailsNotice of RaceEntry list

Jesolo – II Trofeo Ennio Boldrin

Ennio Boldrin oltre ad essere un grande appassionato aveva anche una grandissima passione per la diffusione e la divulgazione della vela. Ogni volta che lo incrociavo a Jesolo mi chiedeva se volevo mi mettesse in acqua un 2.4 per fare due bordi. Spesso non ho resistito all’offerta.

Il 9 aprile 2017, in un clima perfettamente primaverile, si è tenuto la seconda edizione del trofeo a lui dedicato per la Classe 2.4mr (per la quale tanto aveva fatto) e per la Classe 420, valevole per il campionato zonale, organizzato dalla Compagnia della Vela e dal Circolo della Vela Mestre in collaborazione con le Onlus UgualiNelVento e VelaMestreXTutti.

Un vento debole da Sud-Est con intensità di 4 nodi ed una corrente molto intensa hanno reso la prima prova molto tecnica; le due prove successive si sono invece svolte in modo più regolare grazie ad un vento aumentato fino a 7 nodi ed una corrente in calo.

(altro…)

Paralimpiadi di Rio de Janeiro 2016 – Le classifiche finali nella vela

Nei 2.4 finale spettacolare, con il francese Damien Seguin che alle Paralimpiadi di Rio de Janeiro vince il suo secondo oro olimpico arrivando quarto nell’ultima prova, con l’unica che poteva batterlo, l’inglese Helena Lucas (oro a Londra 2012), arrivata soltanto quattordicesima e finita terza in classifica generale. Argento all’australiano Matt Bugg, vincitore dell’ultima regata. L’azzurro Antonio Squizzato, ieri 11mo, ha concluso al settimo posto.

Paralimpiadi Rio 2016 day 6 01

Paralimpiadi Rio 2016 day 6 01
Immagine 1 di 19

Nel Doppio Skud 18 gli australiani Fitzgibbon-Tesch sono oro, i canadesi McRoberts-Gay sono argento e gli inglesi Rickham-Birrell sono bronzo. I nostri Marco Gualandris e Marta Zanetti, quinti nella prova finale, a causa di un incidente nel terzo giorno hanno purtroppo concluso i Giochi al sesto posto ma hanno dimostrato di avere le potenzialità per giocarsela con i migliori.

Nel Triplo Sonar ancora un oro all’australia con ad Harrison-Boaden-Harris, argento agli USA Doerr-Freund-Kendell, bronzo ai canadesi Tingley-Campbell-Lutes. Gianluca Raggi, Fabrizio Solazzo e Gian Bachisio Pira chiudono la propria Paralimpiade in 12ma posizione.

Complessivamente l’Australia 2 ori e un argento, la Francia vince un oro, l’Inghilterra due bronzi, il Canada un bronzo e un argento, gli Stati Uniti un argento.

Classifiche complete su www.sailing.org – foto di Richard Langdon/WorldSailing

Paralimpiadi di Rio de Janeiro 2016 – Quinta giornata di regate

16 settembre 2016 – Con la disputa della quinta e penultima giornata le regate veliche delle Paralimpiadi di Rio de Janeiro si avviano verso l’epilogo.

Paralimpiadi Rio 2016 day 5 01

Paralimpiadi Rio 2016 day 5 01
Immagine 1 di 27

Grazie alle loro straordinarie performance due equipaggi australiani, Daniel Fitzgibbon e Liesl Tesch nello Skud 18 e Colin Harrison, Russell Boaden e Jonathan Harris nel Sonar, hanno già matematicamente conquistato l’oro.

In entrambi i casi, la conquista dell’oro arriva dopo un’altra ottima giornata che li ha visti primeggiare nettamente: nello Skud 18, Fitzgibbon-Tesch hanno ottenuto altre due vittorie e alla vigilia dell’ultima prova, hanno portato a 21 i punti di vantaggio sul secondo, il loro punteggio è talmente buono che scartano un secondo.

Stesso discorso per il Sonar, con Harrison-Boaden-Harris che hanno ottenuto un 2-1 che gli ha permesso di chiudere la giornata con un ampio margine sugli altri e di vincere quindi matematicamente il titolo olimpico.

Buona comunque la giornata ieri per gli azzurri, la migliore della serie sia per Marco Gualandris e Marta Zanetti, che per Gianluca Raggi, Fabrizio Solazzo e Gian Bachisio Pira. Gualandris-Zanetti, nello Skud 18, hanno ottenuto due terzi posti e sono ancora sesti nella classifica generale, purtroppo matematicamente fuori dal podio, mentre Raggi-Solazzo-Pira grazie a un 9-6 hanno proseguito nella loro rimonta e hanno agguantato il 12mo posto della classifica dei Sonar.

Nel Singolo 2.4 mR, infine, Antonio Squizzato ieri ha ottenuto un 6-10 e continua ad essere settimo nella graduatoria generale che ha nell’inglese Helena Lucas la leader, seguita a un punto dal francese Damien Seguin e a dieci dall’australiano Matthew Bugg, ieri in giornata decisamente negativa.

Oggi, giornata finale delle Paralimpiadi di Rio 2016, il programma prevede l’ultima prova per tutte le classi, con inizio delle regate per le ore 12 (le 17 in Italia), su un campo che sarà allestito vicino alla Spiaggia di Flamenco.

Le classifiche

(altro…)

Paralimpiadi di Rio de Janeiro 2016 – Quarto giorno di regate

15 settembre 2016 – nella quarta giornata di regate delle Paralimpiadi di Rio de Janeiro 2016 sono protagonisti gli australiani che guidano le classifiche in tutte e tre le classi. Le buone condizioni meteo hanno consentito alle classi Skud 18 e Sonar di disputare due prove e ai 2.4 mR di portarne a termine tre.

Paralimpiadi Rio 2016 day 4 01

Paralimpiadi Rio 2016 day 4 01
Immagine 1 di 21

Dopo le difficoltà incontrate mercoledì 14, Marco Gualandris e Marta Zanetti, che avevano subito un danno alla loro imbarcazione dopo aver toccato la pensilina sommersa della barca Comitato, barca poi riparata grazie all’aiuto dei tecnici australiani, hanno ottenuto un 4-9 che ha consentito ai due azzurri di mantenere la sesta posizione della classifica generale provvisoria del Doppio Skud 18.

Nel Triplo Sonar i nostri Gianluca Raggi, Fabrizio Solazzo e Gian Bachisio Pira ottengono il loro miglior risultato della serie – un settimo – ma restano comunque in 14ma e ultima posizione della classifica provvisoria.

Nel Singolo 2.4 mR buona la giornata di Antonio Squizzato, che ottiene un 9-6-5 ed è settimo nella graduatoria generale. Matthew Bugg guida la classifica con un punto di vantaggio sull’inglese Helena Lucas.

Le regate delle Paralimpiadi di Rio 2016 proseguono anche oggi, con base logistica sempre al Marina da Gloria e due regate in programma per ogni classe, a partire dalle ore 13 (le 18 in Italia), nelle acque della baia di Guanabara. Skud 18 e 2.4 mR regateranno sul campo di regata Pao de Azucar, gli Skud 18 sul campo Escola Naval.

Le classifiche

(altro…)

Paralimpiadi di Rio de Janeiro 2016 – Terza giornata difficile per gli azzurri

Programma completato alla perfezione, tre prove per ogni classe, a Rio de Janeiro per le flotte impegnate nella terza giornata di regate delle Paralimpiadi di Rio de Janeiro 2016, caratterizzata da condizioni di vento forte.

Paralimpiadi Rio 2016 day 3 01

Paralimpiadi Rio 2016 day 3 01
Immagine 1 di 18

Una giornata difficile per la vela azzurra, che perde posizioni soprattutto nella classe del Doppio Skud 18, a causa di un incidente che ha coinvolto la barca azzurra portata da Marco Gualandris e Marta Zanetti. I due azzurri, a causa del vento in aumento, hanno infatti toccato la pensilina sommersa della barca Comitato, rischiando l’affondamento, prima di essere aiutati dall’equipaggio australiano ed esser successivamente costretti al ritiro nell’ultima prova del giorno. Al momento Gualandris-Zanetti, dopo un totale di sei prove, occupano la sesta posizione della classifica (2-4-7-7-DSQ-DNF), mentre Antonio Squizzato, nell’ambito del Singolo 2.4 mR, è sesto dopo che ieri ha ottenuto un 9-7-4 nelle tre prove disputate.

Tre regate anche per il Triplo Sonar e 14ma posizione per l’equipaggio azzurro formato da Gianluca Raggi, Fabrizio Solazzo e Gian Bachisio Pira, che chiudono la giornata con lo score 13-12-13.

Le regate delle Paralimpiadi di Rio 2016 proseguono oggi, con base logistica sempre al Marina da Gloria e nuovamente tre regate in programma per ogni classe, a partire dalle ore 12 (le 17 in Italia), nelle acque della baia di Guanabara. Sud 18 e 2.4 mR regateranno sul campo di regata Escola Naval, mentre gli Skud sono attesi nel Pao de Azucar.

Le classifiche

(altro…)

Secondo giorno di regate alle Paralimpiadi di Rio de Janeiro

13 settembre 2016 – Meteo complicato nella seconda giornata di regate a Rio de Janeiro per gli atleti impegnati nelle regate paralimpiche, evento partito lunedì 11 nella baia di Guanabara.

raggi-solazzo-pira

I Comitati di Regata hanno dovuto aspettare molto tempo prima di poter dare il via a una prova per il Doppio Skud 18 e per il Triplo Sonar, mentre la flotta del Singolo 2.4 mR ha dovuto abbandonare a metà regata per un brusco calo del vento, rientrando a terra con un nulla di fatto, rimandando ad oggi il recupero delle prove perse (stesso discorso anche per la altre classi, che ne devono però recuperare solo una).

Nello Skud 18 (11 barche) Marco Gualandris e Marta Zanetti chiudono la prova al settimo posto e perdono una posizione in classifica, scalando dal terzo al quarto (in testa sempre gli australiani Fitzgibbon-Tesch, vincitori della regata), secondi i canadesi John McRoberts e Jackie Gay, terzi gli inglesi Alexandra Rickham e Niki Birrell.

Nel Sonar (14 barche), Gianluca Raggi, Fabrizio Solazzo e Gian Bachisio Pira sono undicesimi (al momento il miglior risultato dopo tre prove) e 14mi nella graduatoria generale. Primi sono gli australiani Colin Harrison-Russell Boaden-Jonathan HARRIS, secondi i canadesi Paul Tingley-Logan Campbell-Scott Lutes, terzi i greci Vasilis Christoforou-Anargyros Notaroglou-Thodoris Alexas.

(altro…)

Prima giornata di regate alle Paralimpiadi di Rio de Janeiro

12 settembre 2016 – Nella prima giornata di regate alle Paralimpiadi di Rio de Janeiro, con base logistica sempre al Marina da Gloria, la Squadra Italiana guidata dal DT Beppe Devoti si mette subito in evidenza con la buona partenza degli azzurri nel Singolo 2.4 mR e nel Doppio Skud 18.

Paralimpiadi Rio 2016 practice 01

Paralimpiadi Rio 2016 practice 01
Immagine 1 di 18

Due le prove disputate da tutte le classi, in una prima giornata caratterizzata da bel sole che una volta soppiantato il cielo grigio del primo mattino, ha offerto caldo e una brezza intorno ai 10 nodi d’intensità, più che sufficiente per far concludere il programma senza sbavature.

Nel 2.4 mR (16 barche), l’azzurro Antonio Squizzato ottiene uno score di 10-6 ed è settimo nella classifica generale (prima la favorita inglese Helena Lucas), nello Skud 18 (11 barche) Marco Gualandris e Marta Zanetti fanno anche meglio, e grazie a un secondo posto nella prima regata, seguito da un quarto nella successiva, si confermano ai vertici della classe chiudendo la giornata al terzo posto della graduatoria provvisoria, dietro gli australiani Fitzgibbon-Tesch e i canadesi McRoberts-Gay, ma davanti ai favoriti inglesi Rickham-Birrell.

Inizio più complicato invece per Gianluca Raggi, Fabrizio Solazzo e Gian Bachisio Pira, al momento ultimi nel Sonar (14 barche) con un 14-13 ottenuto nelle due prove del giorno.

Classifiche complete su www.sailing.org