Tag name:daysailer

XO Sailers costruisce la XO di Paolo Bua

I primi due esemplari in legno della XO, barca disegnata da Paolo Bua, lo stesso dello Share 640, sono realizzati dal Chantierdes Ileaux à Noirmoutier.

XO Sailers progetto paolo bua 01

XO Sailers progetto paolo bua 01
Immagine 1 di 14

XO Sailers SA, con base a Bienne in Svizzera, ha deciso di rendere questa barca più accessibile, ripensando la tecnica di costruzione – sandwich di vetro ed epossidica in infusione – senza intaccarne la velocità, il comfort, la sicurezza, il livello di rifiniture e le possibilità di personalizzazione. Investe quindi in dei mezzi di produzione che permettano di ridurre i costi senza diminuire la qualità né l’estetica. Il risultato migliora la velocità grazie ad una riduzione del peso del 20%.

La “nuova” tecnica di fabbricazione lascia comunque grande spazio al legno, con libertà di scelta per essenze e colori. Le dimensioni dello scafo sono fisse, per il resto il futuro armatore può scegliere o lasciarsi guidare dalle configurazioni proposte dal cantiere.

XO è una barca con interni essenziali e pozzetto enorme. La combinazione tra peso leggero e chiglia mobile a scomparsa (pesca da 0,25 – 1,75m) la rendono facile da spostare su un rimorchio classico. Dotata di un albero in carbonio, optional, può essere alberato senza gru.

Le caratteristiche…

(altro…)

Flyer Yachts – Flyer 33

Flyer 33 01

Flyer 33 01
Immagine 1 di 8

Il Flyer 33 è un bel daysailer di costruzione olandese. Estetica classica con linee d’acqua e armo moderni. Disegno Dykstra Naval Architects.

Il comfort abitativo sottocoperta è sufficiente per un fine settimana per un massimo di quattro persone. Quattro posti letto, un piccolo lavandino, un angolo cottura e un WC chimico. Il Flyer 33 è equipaggiato con un entrobordo sail drive o in alternativa con un motore elettrico opzionale.

Le specifiche tecniche

Length overall (LOA) 10.10 m 33.1 ft
Length waterline (LWL) 8.05 m 26.4 ft
Beam 2.66 m 8.7 ft
Draft 1.35 m 4.4 ft
Air draught 13.82 m 45.3 ft

Displacement 2700 kg 5,952 lbs
Ballast 1050 kg 2,315 lbs
Ballast share 39%

(altro…)

Ernesto Riva Daysailer 25′

Da un’idea di Marco Giudici (che conosciamo bene grazie alla recensione del Pogo 30) di GSteam, con il progetto di Carlo Bertorello e la costruzione di Daniele Riva dello storico Cantiere Ernesto Riva nasce un piccolo gioello daysailer dalle linee classiche ed in legno al 100%.

01

01
Immagine 1 di 11

Ernesto Riva Daysailer 25′ ha scafo, coperta e armo realizzati in legno, il guscio è autoportante in strip planking di mogano, le paratie in sandwich e gli altri elementi delle sistemazioni interne fungono da strutture.

Gli interni prevedono quattro cuccette, cucina e wc a scomparsa. La lifting keel favorisce la carrellabilità e il varo senza l’ausilio di gru, senza la quale può essere anche alberato.

La propulsione ausiliaria, fuoribordo in pozzo o entrobordo, è elettrica per una navigazione sempre a emissioni zero.

info su barcheriva.itwww.carlobertorello.com

La Yacht – LA 28

settembre 22, 2015 / 1 commento su La Yacht – LA 28

La Yacht - LA 28 01

La Yacht - LA 28 01
Immagine 1 di 5

Specifiche tecniche LA 28

Lunghezza 8,50 m
Baglio max 2,50 m
Pescaggio 1,75 m
dislocamento 1,5 t
Randa 22,0 m²
Genoa: 15,0 m²
Code 0: 40 m²
gennaker: 75 m²
Zavorra Pinna in carbonio con piombo
Albero Selden in carbonio
Ferramenta Harken
Bompresso Carbonio
Costruttore navale LA yacht e boatbuilding GmbH
Progettazione Martin Menzner Berckemeyer Yacht Design
Prezzo 89.500 Euro, engine excluded

Info su www.la-yacht.de

Damarin – D-sailer 23

Dal cantiere olandese Damarin quella che si avvicina molto alla mia barca ideale, il D-sailer 23.

Damarin - D-sailer 23 01

Damarin - D-sailer 23 01
Immagine 1 di 16

Un sette metri fuori tutto per 2,25 di baglio massimo, carrellabile, esteticamente bello e sufficientemente aggraziato nelle linee, con motore entrobordo (ma si può avere anche senza) e con quasi tutto quello che serve: cuccetta doppia a prua, due cuccettoni laterali lunghissimi, water a dritta e lavandino con fuoco a sinistra. Pesca solo un metro e questo non è necessariamente un pregio.

Il pozzetto autosvuotante è ampio e ben protetto, il timone è appeso. Belli i particolari della scotta randa con tanto di trasto vicino all’ingresso che quando non serve non rompe le balle in mezzo al pozzetto, delle tasche per le code delle drizze e del rollafiocco incassato.

Il prezzo di partenza è intorno ai 50.000 Euro (che considerata la qualità della lavorazione immagino sia il costo senza entrobordo)

Via | Facebook – Il sito del cantiere www.damarin.nl (ma lì non c’è ancora niente)

Il varo del secondo Parigi 30

Progetto di Alessandro Comuzzi, il varo del secondo Parigi 30.

Parigi 30 2 _1

Parigi 30 2 _1
Immagine 1 di 5

In collaborazione con:

Cantiere navale De Cesari – Milano Marittima
Ullman sails – Trieste
Sail Service – Ravenna / Jefa Sterring
Jack Bolina – Ravenna
Harken Italia
Fabbri Elettronica navale – Cesenatico

Dati tecnici:
– Lunghezza f.t. 950 cm
– Lunghezza g. 890 cm
– Baglio massimo 250 cm
– Pescaggio 220 cm
– Dislocamento a vuoto 2100 kg
– S. velica bolina 47 mq
– Motorizzazione: Lombardini SD 13 cv
– Cantiere: c.n. De Cesari

www.alessandrocomuzzi.com

Leonardo Yachts – Eagle 54

progettato in stretta collaborazione con Hoek Design la Eagle 54 è l’ultima e la più grande tra le barche costruite da Leonardo Yachts, cantiere olandese specializzato in daysailer straordinariamente belli e lussuosi. Lussuosi al punto di potersi permettere sei metri di slanci.

Leonardo Yachts Eagle 54 01

Leonardo Yachts Eagle 54 01
Immagine 1 di 25

Il 54 è una barca senza compromessi per bellezza ed eleganza, linee classiche combinate con caratteristiche moderne e uno scafo moderno.

Con drizze e le scotte che scorrono sotto il ponte in teak l’Aquila 54 ha un layout di coperta pulitissimo e ultra elegante. Per facilitare la gestione i winch sono posizionati a portata di mano del timoniere. Un winch elettrico montato sotto coperta permette di issare la randa con la semplice pressione di un tasto. Anche l’avvolgitore della vela di prua è montato sotto coperta. Il sartiame standard è in alluminio, in opzioni è disponibile in carbonio, sempre opzionale la randa avvolgibile nel boma.

Sono previsti due tipi di interni, uno con la dinette posizionata vicino all’ingresso e cucina e bagno più a prua e uno a posizioni invertite, la seconda rende possibile l’aggiunta di due cuccette di poppa. In entrambi i casi la cabina armatoriale è a prua.

La scheda tecnica

(altro…)

Dufour Yachts presenta il Drakkar 24

I velisti vanno coltivati fin da piccoli (non piccoli in senso assoluto quanto “alle prime armi”). Chi fa un corso di vela tende ad affezionarsi al marchio della barca sulla quale è stato la prima volta.

Dufour Yachts Drakkar 24 01

Dufour Yachts Drakkar 24 01
Immagine 1 di 2

Deve averlo pensato anche il cantiere Dufour quando ha deciso di mettere in produzione il Drakkar 24, una barca completamente aperta (ha solo un gavone a prua) disegnata da Felci e pensata per le uscite giornaliere e le scuole vela.

Una barca atipica per il cantiere franzoso, che fino a ieri aveva come più piccola la 310 Grand Large.

Il disegno della carena presenta una rientranza che corre da prua a poppa. Il bompresso per armare gennaker o Code Zero è integrato in coperta, lasciandola così libera da ingombri. La deriva è mobile ed è zavorrata, 300 chili (poco meno del 30% del peso dell’intera barca) per un metro e mezzo di pescaggio. Cosa che dovrebbe peraltro renderla facilmente carrellabile.

Le caratteristiche del Drakkar 24

(altro…)

Il varo del Parigi 30 di Alessandro Comuzzi

Progetto di Alessandro Comuzzi, il Parigi 30 è una barca che nasce per soddisfare la volontà di un utilizzo prevalentemente in singolo per uscite giornaliere e qualche regata di circolo, con la necessità di un minimo riparo per potersi fermare una notte a bordo.

parigi 30 varo 02.jpg

parigi 30 varo 02.jpg
Immagine 1 di 9

La costruzione è in 3 strati di lamellare incrociato di mogano, con struttura in compensato marino e cedro realizzata dal Cantiere Navale De Cesari di Milano Marittima, dove il primo scafo è stato varato e ha fatto la prima uscita in mare.

Dati tecnici:
– Lunghezza f.t. 950 cm
– Lunghezza g. 890 cm
– Baglio massimo 250 cm (per trasporto su strada)
– Pescaggio 220 cm
– Dislocamento a vuoto 2000 kg
– S. velica bolina 47 mq
– Motorizzazione: Lombardini SD 13 cv
– Progetto: Alessandro Comuzzi Architetto
– Cantiere: c.n. De Cesari (Milano Marittima)

www.alessandrocomuzzi.com

CYD 146 – Ceccarelli Yacht Design per il Cantiere Navale De Cesari

Il progetto del daysailer CYD 146 (Ceccarelli Yacht Design) per il Cantiere Navale De Cesari è stato concepito pensando al classico ma con uno scafo e appendici di carena moderni.

cyd 146 01.jpg

cyd 146 01.jpg
Immagine 1 di 4

Costruita in legno lamellare di mogano con ponte rivestito in teak, è una barca disegnata per navigare in facilità anche in equipaggio ridotto grazie alle manovre semplificate, e con ottime prestazioni e tenuta del mare grazie alle forme dello scafo molto bilanciate come distribuzioni dei volumi e sezioni ad U. Adatta per il week end ma dotata di un minimo di interni per riposare.

Il piano velico è progettato con la randa con grande square top, un fiocco autovirante e un code zero montato su un bompresso fisso realizzato in carbonio rivestito in legno, sul bompresso è possibile armare anche un gennaker.

Gli interni, molto semplici, prevedono due cuccette a prua, due divani in dinette e a scomparsa lavello, cucina e wc.

E’ possibile avere albero e boma realizzato in legno con rinforzi in fibra di carbonio o in alternativa realizzato in carbonio.

Preliminari del progetto Cyd 146:

(altro…)